Il tempo manca solo a chi non ne sa approfittare. Gaspar M. de Jovellanos

> Home > Eventi a Milano del 10-10-2015 > Musica e Spettacoli > Rumore di Acque // Teatro delle Albe

Rumore di Acque // Teatro delle Albe

Rumore di Acque // Teatro delle Albe

 

 

‘RUMORE DI ACQUE’
Ideato da Marco Martinelli e Ermanna Montanari
di e diretto da Marco Martinelli
con Alessandro Renda
musiche di Guy Klucevsek
produzione Teatro delle Albe-Ravenna Teatro
con il patrocinio di Amnesty International

Debuttato nel luglio 2010 al Ravenna Festival, Rumore di acque è la seconda tappa del trittico Ravenna-Mazara – a cura di Marco Martinelli, Ermanna Montanari e Alessandro Renda: tre opere che in maniera differente prendono Mazara del Vallo come simbolico luogo di frontiera e punto di partenza per un affresco sull’oggi.

Lo spettacolo viene qui presentato in nuovo e più agile allestimento, nato proprio dalla necessità di poterlo portare in scena ovunque in un momento in cui la ‘questione’ dei profughi è esplosa.

Un generale monologante che è in realtà un “medium”, attraversato da un popolo di voci e di volti che lo assediano, il popolo degli annegati, quello che neanche la sua indole burocratica riesce a ridurre a mera statistica. Sono gli scomparsi che si rendono presenti attraverso di lui: lui malgrado. Il generale è solo sulla sua isola sperduta nel Mediterraneo, ma è attorniato dai morti che non lo lasciano in pace, che lo tormentano, che gridano per essere “ricordati” non solo come numeri.
Rumore di acque è un monologo intenso, capace di trasfigurare in grottesca e malinconica poesia la tragica cronaca dei barconi alla deriva nel Mediterraneo.

“Che cos'è la cultura, che cos'è il teatro, da Sofocle a Brecht, se non un cerchio ideale in cui l'umanità riflette sulla violenza e sulle contraddizioni drammatiche che la lacerano? Questo a mio avviso significa prendere sul serio le parole “cultura” e “teatro”, affrontando i nodi " capitali" della propria epoca. E tra questi la tragedia dei migranti e dei profughi: in relazione a questi " sacrifici umani" , a questa ecatombe senza fine, cosa può fare il nostro Vecchio Continente? L'Europa è davanti a una sfida che mette in gioco la sua stessa esistenza: deve dimostrare di essere all'altezza di questo momento storico, decisivo al fine di delineare la propria identità: un'Europa delle merci e dei burocrati, un' Europa impaurita in balia dei populismi arroganti, o un'Europa dei valori veri e della solidarietà come fondamento indispensabile di civiltà?”
(Marco Martinelli)

10 – 11 ottobre, Ore 20,45
Teatro della Contraddizione, Via della Braida 6 (MI) - MM3 Porta Romana
Biglietto intero: 15,00 euro
Biglietto ridotto: 12,00 euro

Per prenotazioni e informazioni:
Tel: 02 5462155
info@teatrodellacontraddizione.it
www.teatrodellacontraddizione.it

Dati Aggiornati al: 05-10-2015 17:17:37

WikiEventi.it non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

effettua il login con facebook

Categoria: Musica e Spettacoli

Quando: Alle 20:45 dal 10-10-2015 al 11-10-2015
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

nei seguenti giorni : Sab - Dom

Dove: Teatro della Contraddizione

Prezzo: 15.00€

Link: Sito Web dell'evento