...ognuno può fare molto per gli altri...

> Home > Eventi a Milano del 26-03-2013 > Mostre e Cultura > Mostra Fotografica " Ricchi di cosa, poveri...

Mostra Fotografica " Ricchi di cosa, poveri di cosa?" di Emiliano Boga

Mostra Fotografica " Ricchi di cosa, poveri di cosa?"  di Emiliano Boga

 

 

" Ricchi di cosa, poveri di cosa?"
Mostra fotografica di Emiliano Boga

La mostra sarà allestita presso il foyer del Teatro della Cooperativa, Via Hermada, 8 Milano
Inaugurazione 26 Marzo 2013 ore 19:30 con rinfresco (alle ore 20:45 ci sarà la prima dello spettacolo omonimo che rimarrà in scena fino al 28 marzo)
Durata della mostra dal 26 marzo al 9 aprile
Ingresso alla mostra libero


evento fb dello spettacolo:
https://www.facebook.com/events/342642619189926/?fref=ts


" Facce, occhi, sorrisi, anime, desideri, aspirazioni, voglie e un'inspiegabile serenità. Un mondo intero dentro a quegli sguardi, una pace diversa, una serenità mai vista. La capacità di esistere senza frenesie, un rapporto sano con la vita e con la morte. All'inizio del viaggio erano sensazioni confuse ma con lo scorrere dei giorni, sono diventate sensazioni permeanti, fino a formarsi nella consapevolezza che quello che avevo di fronte era semplicemente vita. Facile e umile, bastarda e gioiosa, ricca e libera. Continuo a riguardare queste foto per non dimenticare i pensieri e le emozioni vissute in quel viaggio, così lontano... che vive forte e giornalmente dentro di me."

- Emiliano Boga -


Dal reportage di Livia Grossi (Corriere della sera) realizzato in Burkina Faso e Senegal con il fotografo Emiliano Boga, è nata questa mostra fotografica, tappa fondamentale di un viaggio indagine sulla funzione sociale del teatro e sulla sua forza comunicativa, al limite tra informazione e giornalismo.
" 250 compagnie teatrali lavorano in Burkina Faso, il sesto Paese più povero al mondo, come dire, quando il teatro è un'urgenza non ci sono limiti, solo sfide. Qui gli spettacoli sono un mezzo d'informazione e formazione sociale. Si parla di aids, emigrazione, infibulazione, decessi per parto, ma anche di come ci si cura con le erbe. Il teatro è ovunque, sotto i baobab che proteggono i villaggi, in piazza tra la polvere rossa della strada, sotto le stelle del teatro più importante della capitale, o tra i panni stesi nella Casa della Parola, l'antica corte di Sotigui Kouyaté, il griot scelto da Peter Brook per il suo Mahabarata" .

- Livia Grossi -
Corriere della Sera


Emiliano Boga, fotografo, milanese, classe 1972, approccia alla fotografia nel modo più classico e romantico, da bambino, come passione. Tra altalenanti periodi di amore e odio, com'è igienico per ogni passione che si rispetti, decide in tarda età che era arrivato il momento che la passione si trasformasse, senza perdere le sue potenti caratteristiche, in professione. Rimane folgorato dal mondo del teatro nel 2008 e nessuno è più riuscito a separarlo da spettacoli, palchi, attori, registi, drammi e tutto ciò che concerne la rappresentazione scenica. Si specializza nella produzione di foto di scena di moltissimi spettacoli entrando a contatto con grandi del mondo del teatro. Scatta con Giulia Lazzarini, Franca Valeri, Paolo Bonacelli e Renato Sarti e senza tralasciare la vena comica che sempre lo ha contraddistinto, scatta infatti anche con molti comici di Zelig e non come Bebo Storti, Leonardo Manera, Alberto Patrucco, Diego Parassole e tanti altri...
Collabora stabilmente con il Teatro della Cooperativa di Milano, ma ha scattato nei maggiori teatri di Milano (Piccolo Teatro, Franco Parenti, Filodrammatici, Elfo Puccini, TIEFFE, e molti altri...)
La passione non si ferma chiaramente al teatro, ma prosegue nel suo corso portando Emiliano ad approcciare alla fotografia di reportage. Sempre vissuta come passione in giro per le città di mezza Europa e negli ultimi anni si è trovato ad affrontare l'Africa. Insieme alla giornalista del Corriere della Sera, Livia Grossi, atterra in Burkina Faso nel dicembre del 2010, per un reportage sul teatro nel paese e sulla sua funziona sociale. Un'esperienza che segnerà l'inizio di un nuovo amore con il continente nero. Un amore che verrà rinnovato nel 2012 con un nuovo reportage in Senegal su immigrazione da e per il Senegal e sulla scena artistica senegalese.
Nel frattempo il reportage dal titolo " Burkina Faso, il teatro delle origini" carico di emozioni, storie, immagini muta lentamente e diventa inizialmente una mostra fotografica nell'accogliente spazio dell'Arci Cicco Simonetta a Milano nel novembre del 2011, poi un video presentato al Festival Sguardi Altrove allo Spazio Oberdan nel marzo 2012 ed infine trova la sua giusta collocazione, ovviamente, in teatro. Nasce appunto uno spettacolo di giornalismo raccontato, un esperimento narrativo che intreccia giornalismo, fotografia e musica che andrà in scena al Teatro della Cooperativa, sottoforma di " reportage narrato" , a marzo 2013 dal titolo " Ricchi di cosa, poveri di cosa?"
La passione di Emiliano è in continua evoluzione, ricerca nei progetti personali nuovi linguaggi di comunicazione per dare corpo alla moltitudine di emozioni che vive, lasciandosi andare a contaminazioni di varia natura e genere.

I'm not responsible for my photographs. Photography is not documentary, but intuition, a poetic experience. First you must lose your self. Then it happens. [Henri Cartier Bresson]

Dati Aggiornati al: Thu 14-03-2013 18:38:52

WikiEventi.it non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

effettua il login con facebook

Categoria: Mostre e Cultura

Quando: Alle 19:30 dal 26-03-2013 al 09-04-2013
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

nei seguenti giorni : Mar -

Dove: Teatro della Cooperativa

Indirizzo: Via Hermada 8 Milan

Prezzo: Gratis

Link: Sito Web dell'evento