...un nuovo modo di condividere gli eventi che conosciamo...

> Home > Eventi a Milano del 12-06-2016 > Altro... > CONOSCERE MILANO

CONOSCERE MILANO

CONOSCERE MILANO

 

 

Cosa può essere più rappresentativo di Milano se non il Duomo? La chiesa dedicata a Santa Maria Nascente, costruita per volere di Gian Galeazzo Visconti, è il simbolo della città.
Il Duomo di Milano
I lavori per il Duomo di Milano cominciarono nel 1386 e favorirono la nascita di un monumento stupendo, dotato di meravigliose vetrate e di bellissime decorazioni scolpite. Questa maestosa struttura è la testimonianza più significativa di architettura gotica, che non lascia spazio ad alcun dubbio: è l’unica in cui si fondono caratteri nordici ed elementi lombardi. La bellezza del Duomo è completata dalla guglia maggiore dove troneggia la celebre Madonnina, statua di rame dorato, alta ben 4 metri. Se visiterete la chiesa in una bella giornata di sole, potrete godere dalla terrazze una meravigliosa vista sulla città e sulle Alpi. All’interno non dovete perdere la zona del presbiterio, messa a nuovo nella seconda metà del 500. All’apice della volta absidale è situata la reliquia del Sacro Chiodo della Croce. Giusto per dare un po’ di numeri sappiate che: nel Duomo ci sono 3.500 statue, compresi i 96 giganti dei doccioni, e che la struttura è lunga 157 metri, larga 92 metri e che la guglia è alta 108,50 metri.
Dove
Come
Quando
Quanto
Fedeli
Quanto: ingresso libero.

Visitatori: € 2,00

Terrazze:
salita con ascensore € 13,00; ridotto (bambini 6 – 12) € 7,00. Salita a piedi € 8,00; ridotto (bambini 6 – 12) € 4,00. Gratis: bambini fino a 6 anni; portatori di handicap e relativo accompagnatore;militari in divisa. NB: l’accesso ai disabili sulle Terrazze è limitato al sabato e alla domenica per ragioni tecniche

L’Ultima Cena di Leonardo da Vinci è custodita gelosamente all’interno del refettorio del convento domenicano di Santa Maria delle Grazie di Milano. Leonardo realizzò quest’opera di sorprendente bellezza sulla parete nord della grande sala tra il 1494 e il 1498, nel corso della signoria di Ludovico il Moro.

Il Cenacolo di Leonardo da Vinci a Milano
Il geniale Leonardo eseguì questo capolavoro a “secco“, invece che con la tecnica ad affresco usata di solito per le pitture a muro. Purtroppo nel corso del tempo, a causa delle condizioni ambientali e degli eventi storici, l’opera ha subito dei pesanti deterioramenti. Numerose sono state le opere di restauro sull’Ultima Cena, e in particolar modo quella del 1999 ha restituito al dipinto i suoi colori originali e ha rimosso gli interventi precedenti di pittura. Per evitare che il dipinto possa ancora essere danneggiato, è conservato in particolari condizioni ambientali, determinate dal trattamento dell’aria, ed è visitabile soltanto da gruppi di massimo 25 visitatori per volta, ogni 15 minuti.
Per visitare l’Ultima Cena è obbligatorio prenotare in anticipo la visita (www.vivaticket.it): intero € 6, 50 (+ € 1,50 per il diritto di prenotazione); ridotto (cittadini UE e SEE tra i 18 e i 25 anni); € 3,25 (+ Euro 1,50 per il diritto di prenotazione); gratuito (visitatori di età inferiore a 18 anni) € 0,00 (+ Euro 1,50 per il diritto di prenotazione)
Il Castello Sforzesco accompagna da 750 anni anni la storia di Milano e ne è stato luogo determinante in molte occasioni. La prima costruzione fu voluta da Galeazzo II ma fu Francesco Sforza (da cui il nome), a dargli la forma attuale.

Il Castello Sforzesco di Milano
Il Castello ha svolto quasi sempre il ruolo di cittadella militare ed è, ancora oggi, uno dei castelli più grandi d’Europa. Da sempre luogo legato alla guerra, alle dominazioni e ai lutti, quindi amato e odiato dai milanesi, nel Novecento il Castello cambiò volto e assunse l’aspetto confortante di un luogo di cultura, impiegato per tutelare le testimonianze dell’arte lombarda. Attualmente il Castello Sforzesco è ricco di musei: al piano terreno della Corte Ducale c’è il Museo d’Arte Antica, al primo piano la raccolta dei mobili e la Pinacoteca, al primo e secondo piano della Rocchetta ci sono le raccolte d’Arte Applicata e il Museo degli Strumenti Musicali, nel sotterraneo della Corte Ducale ci sono il Museo della Preistoria e Protostoria e il Museo Egizio. Il Castello contiene alcuni capolavori dell’arte italiana: la Pietà Rondanini di Michelangelo, gli affreschi di Leonardo nella VIII sala del Museo d’Arte Antica, la Madonna in gloria e santi Giovanni Battista, Gregorio Magno, Benedetto e Gerolamo del Mantegna nella Pinacoteca e lo straordinario ciclo di arazzi raffiguranti i dodici mesi del Bramantino, nella Sala della Balla.

La Galleria Vittorio Emanuele II, il cosiddetto salotto di Milano, fu costruita perché nella prima metà del XIX secolo la città guardava con invidia le evoluzioni urbanistiche delle grandi capitali europee e desiderava esserne all’altezza.

La Galleria Vittorio Emanuele di Milano
Nel 1859 l’idea di un passaggio coperto che mettesse in comunicazione Piazza Duomo e Piazza della Scala si fece sempre più concreta e così fu indetto un concorso internazionale per valutare le proposte di diversi architetti. Ben 176 architetti proposero le loro idee e fra tutte spiccò quella di Giuseppe Mengoni, che pensò ad una lunga galleria attraversata da un braccio, con un’ampia sala ottagonale al centro dell’incrocio. Nel 1865 cominciarono i lavori con la sistemazione della prima pietra direttamente da parte di re Vittorio Emanuele II di Savoia, e due anni dopo la Galleria venne inaugurata anche se ancora incompleta e senza la presenza del re. Ma la costruzione della Galleria Vittorio Emanuele II ha un epilogo tragico: il suo ideatore, Giuseppe Mengoni, morì proprio durante un’ispezione della sua “creatura”. Molti non pensarono ad un incidente casuale, ma ad un vero e proprio suicidio dovuto alle numerose critiche rivolte alla sua opera e alla delusione causata dall’assenza del re all’inaugurazione: nessuno poteva immaginare che il re era in pessime condizioni di salute e che sarebbe morto solo pochi giorni dopo. La Galleria è il salotto buono di Milano, dove ci si dà appuntamento per farsi vedere, acquistare (a caro prezzo), o semplicemente prendersi un caffè.

VI PROPONIAMO QUESTO VIAGGIO A MILANO PER UNA GIORNATA DI SCOPERTA DI UNA CITTA' A NOI VICINA MA PER MOLTI POCO CONOSCIUTA.
ABBIAMO INSERITO UN ITINERARIO ABBASTANZA CLASSICO, MA MODIFICABILE IN RAPPORTO ANCHE AI VS. SUGGERIMENTI
IL VIAGGIO IN BUS COSTA 15,00 EURO PER I SOCI SIA FANDANGO CHE GLI ASSOCIATI DI " UNA BUONA VITA PER TUTTI"
PER ALTRI VIAGGIATORI 20,00 COMPRESO TESSERAMENTO

PER TUTTI COLAZIONE OMAGGIO

Dati Aggiornati al: 06-05-2016 10:26:49

WikiEventi.it non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

effettua il login con facebook

Categoria: Altro...

Quando: Domenica 12-06-2016 alle 12:00
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Milano

Indirizzo: indirizzo non specificato Milano

Prezzo: Gratis

Link: Sito Web dell'evento