Il tempo manca solo a chi non ne sa approfittare. Gaspar M. de Jovellanos

> Home > Eventi a Milano del 10-09-2016 > Musica e Spettacoli > Concerto di chiusura “Aromi di Sefarad”...

Concerto di chiusura “Aromi di Sefarad” #spagnalmudec

Concerto di chiusura “Aromi di Sefarad” #spagnalmudec

 

 

Paco Díez & Raúl Olivar
in
“Aromas de Sefarad”
“El Komer i el Kantar es al Empesar”

Sabato 10 Settembre 2016 alle ore 18.30 Concerto di chiusura “Aromi di Sefarad” di musica sefardí (tre culture: cristina, musulmana ed ebraica) al#Mudec - Museo delle Culture di #Milano

Ingresso gratuito previa prenotazione (a partire dal 22 agosto): www.spagnalmudec.eventbrite.it

Il Concerto
Un nutrito programma di Canzoni Sefardite, la maggior parte originarie di quei paesi che ospitarono gli ebrei spagnoli dopo l’espulsione da Sefarad (Penisola Iberica) alla fine del XV secolo, soprattutto dell’antico Impero Ottomano, il Nord del Marocco ed i Balcani.

In questo repertorio si distinguono i Kantes che citano ricette e piatti della ricca gastronomia che i sefarditi portarono con sé quando lasciarono la Penisola e che per secoli mescolarono nei loro paesi adottivi, conditi con sonorità molto spagnole, in particolar modo quelle relative al tradizionale substrato iberico, che a sua volta ha favorito ed insaporito il Flamenco, universalmente conosciuto, con la forte voce di Paco Díez e il virtuoso accompagnamento della chitarra flamenca di Raúl Olivar.

Programma
1) La Komida Del Aní (Turquía)
2) Bendigamos Al Altísimo (General)
3) Koplas De Hanuká (Turquía)
4) La Cena Del Desposado (Marruecos)
5) Peskado Frito (Marruecos)
6) Gizado De Berendjenas (Grecia)
7) La Vida Do Por El Rakí (Balcanes)
8) Pesaj A La Manu (Bosnia)
9) Los Negros Yaprakitos (Grecia)
10) Adon Olam (Señor Del Mundo) (Israel)
11) Moshé Salio De Misrayim (Marruecos)
13) Esterina Sarfati (Marruecos)

I Musicisti
PACO DÍEZ, nato a Piñel de Abajo (Valladolid, Spagna), laureato in Filologia Francese, cantante e musicista autodidatta, comincia la sua carriera intorno al 1978, dedicando la maggior parte del suo percorso verso la divulgazione della Cultura Musicale Iberica, con una voce unica, accompagnandosi con chitarra, mandola, ghironda, salterio, cornamusa e strumenti a percussione, oltre ad avere un solido bagaglio etnografico, rafforzato da un rigoroso lavoro di ricerca del Sapere Tradizionale per tutta la Penisola Iberica, la Sefarad biblica.

Appassionato di Strumenti Tradizionali spagnoli e portoghesi, può contare sulla collaborazione di un unico Museo, di iniziativa privata, dedicato a questa tematica, il quale ospita più di 450 pezzi di entrambi i paesi, oltre ad un’importante collezione di Cornamuse del Mondo.

È inoltre uno dei maggiori esponenti, a livello nazionale e internazionale, nell’ambito del Romancero Iberico e della Musica Sefardita, essendo stato recentemente nominato al Premio Princesa de Asturias de las Artes 2016, oltre che premiato, nel 2007, dalle autorità culturali sefardite (ANL) per il suo continuo impegno nella diffusione della sua Musica e della sua Cultura.

Dopo oltre quarant’anni di attività, ha inciso 17 dischi e si è esibito in più di duemilacinquecento concerti, sia singolarmente che con varie sue proposte (La Bazanca, Tradibérica, Tres Culturas Tres, etc), oltre che con altre formazioni dalla Francia e dal Portogallo; infine, per evitare una lunga e superflua enumerazione, basti sottolineare le sue numerose tournée in Francia, Germania (3), Italia (5), Grecia (2), Svezia (2), Portogallo (molte), Slovenia (2), Bulgaria (3), Polonia, Israele (6), Perù, Cile (3), Argentina (5), Bolivia (2), Paraguay (2), Uruguay (2), Venezuela, Bosnia (2), Cuba (2), Brasile (4), Marocco (2), Messico, Cina e Stati Uniti (5), grazie a cui è riconosciuto come importante rappresentante della Lingua e della Cultura Spagnola.

RAÚL OLIVAR, nato a Valladolid, inizialmente studia chitarra da autodidatta. Continua poi la sua formazione studiando la chitarra flamenca da concerto con vari maestri, fra cui Manolo Sanlúcar, Oscar Herrero, José Jimenez “el Viejín” e Rafael Riqueni, per poi addentrarsi nello studio della chitarra per accompagnamento di canto e ballo presso la scuola Amor de Dios di Madrid, grazie al chitarrista Aquilino Jimenez “El Entry”, oltre che in varie altre scuole locali, come quella di Mariemma, Hermanas Bernal e Rodolfo Otero. Arricchisce la sua formazione musicale con Felix Santos, chitarrista e strumentista con cui studia armonia moderna e chitarra contemporanea per cinque anni, riuscendo ad accedere alle semifinali del prestigioso Concorso Internazionale di Chitarra " Niño Ricardo" nel 2010.

Compone, produce e incide tre dischi come chitarrista da concerto, “Sueños” (2000), “Reflejo del alma” (2007) e “Un rincón para soñar” (2013). A questi si aggiungono altri due realizzati con i suoi gruppi pop/flamenco: “La hora del Gato” (2007), prodotto da Lichis (La Cabra Mecánica) e “Calle Jaleo” (2009), prodotto da Tino di Geraldo.

Oltre ad essere l’attuale chitarrista titolare della Escuela Profesional de Danza della Castiglia e León, partecipa attivamente ad altri progetti musicali, come “Al Aire”, duo con il pianista Miguel Angel Recio, e “Tres Culturas Tres”, insieme al sudanese Wafir S. Gibril, all’israeliano Idó Segal, alla ballerina Lalita Devi e a Paco Díez. Con quest’ultimo partecipa anche alla proposta “Aromas de Sefarad”.

#spagnalmudec #miromudec #mudec
In collaborazione con l'Instituto Cervantes di Milano
L'evento s'inserisce all'interno del calendario " Il Mudec incontra la Spagna" nell'ambito della mostra " Joan Miró. La forza della materia"

Dati Aggiornati al: 26-08-2016 20:21:45

WikiEventi.it non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

effettua il login con facebook

Categoria: Musica e Spettacoli

Quando: Sabato 10-09-2016 alle 18:30
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Mudec - Museo delle Culture

Indirizzo: via tortona, 56 Milano

Prezzo: --

Link: Sito Web dell'evento