Tutto il resto non è vita, ma tempo. Il tempo si butta via, la vita si vive. Seneca

> Home > Eventi a Milano del 02-12-2013 > Altro... > PROGETTO IRIS

PROGETTO IRIS

PROGETTO IRIS

 

 

PROGETTO IRIS
scatolabianca | Comune di Milano
alla Fabbrica del Vapore
02.12.2013 | 17.01.2014
progetto di Martina Cavallarin
A cura di Martina Cavallarin e scatolabianca

organizzazioni coinvolte:
scatolabianca
Connecting Cultures
Spazio Cabinet

L'Associazione di Promozione Sociale scatolabianca e il Comune di Milano proponono PROGETTO IRIS, un Festival dell'Arte e del Cittadino in collaborazione con la Fabbrica del Vapore.
PROGETTO IRIS è un'iniziativa studiata per la città di Milano, un piano di lavoro che attraverso Arte, Memoria, Identità stabilisce interconnessioni Antropologiche, Culturali, Ambientali, rivolgendosi alle frange sensibili della popolazione come Giovani, Anziani e Organismi Educativi in Stato di Crescita.


SCATOLABIANCA | FABBRICA DEL VAPORE
[PALAZZINA LIBERTY]
PROGETTO IRIS

Progetto di Martina Cavallarin
A cura di Martina Cavallarin e scatolabianca

Coordinamento organizzativo:
Roberta Donato
Assistenti: Chiara Cortesi, Nicole Malizia

Coordinamento culturale e scientifico:
Gianni Moretti, Mirko Canesi
Assistenti: Luca De Angelis, Matteo Rudolf Di Gregorio, Elena Modorati, Maria Letizia Tega

Responsabile Centro documentazione:
Massimo Grossi, Silvia Mariotti
Assistente: Matteo Cremonesi

PR e Ufficio Stampa:
Roberta Donato


PROGETTO IRIS di scatolabianca - Comune di Milano coinvolge 3 associazioni di promozione sociale e culturale milanesi di Arti Visive Contemporanee. Ogni associazione si focalizza su temi specifici coinvolgendo giovani artisti contemporanei e cittadini milanesi. La Fabbrica del Vapore sarà l'epicentro di una serie di azioni - da svolgersi nei suoi spazi interni, la Palazzina Liberty in cui strutturare laboratori e corsi - e spazi pubblici esterni di formazione e aggregazione quali scuole, associazioni e C.A.M.

PROGETTO IRIS ha la finalità di congiungere il tessuto vivo e pulsante della città di Milano con l'arte e la cultura. Incontri, laboratori, eventi, interazioni tra artisti e cittadini da svolgersi nell'area di Milano - tra Corso Sempione, Via Cenisio, la Stazione di Porta Garibaldi, Via Legnano e la zona di Porta Genova - legando le aree centrali e trafficate con le più periferiche ed emarginate, le zone di educazione e i centri culturali con le aree di incontro e aggregazione, scuole, associazioni di anziani, per espandere formazione e cultura tra gli strati degli abitanti sia dal punto di vista cronologico, giovani e adulti, che dal punto di vista relazionale e sociale. La Fabbrica del Vapore, con le sue strutture interattive può porsi come centro nevralgico, torre di controllo delle operazioni culturali. La Fabbrica del Vapore come luogo di raccordo in cui discutere del lavoro fatto, come sede dei laboratori, come sale di proiezione, come luogo di sviluppo del dialogo e delle convergenze per un progetto dalla forte impronta artistica e collettiva.

Perché PROGETTO IRIS: Le Associazioni Culturali e di Promozione Sociale hanno il dovere di essere un'identità relazionale. L'arte, per i suoi infiniti del senso, è un'identità che si può definire di matrice rizomatica. Gilles Deleuze e Felix Guattari per distinguere e sottolineare un tipo di ricerca filosofica che procede per moltiplicazioni e innesti, senza zone d'entrata o uscita definite, senza gerarchie interne, usano la metafora del rizoma. Lo scrittore e poeta Edouard Glissand che ha dedicato la sua vita a studiare il concetto d'identità osteggiando i totalitarismi, ha beneficiato del significato sul rizoma dato dai due filosofi. Si tratta di una radice, l'iris per esempio, che a differenza degli alberi o dei loro bulbi, collega gli organismi e mette in gioco regimi di segni o non-segni molto differenti. Rispetto ai sistemi centrici o policentrici con collegamenti prestabiliti, il rizoma è un sistema acentrico, non gerarchico e non significante. Tale allargamento e allungamento delle relazioni tra sfere dell'esistenza può aprire davvero la probabilità a un vivere migliore, antropologico e ambientale.

Attraverso il PROGETTO IRIS, attraverso le Arti che s'innestano nel tessuto della città, intendiamo quindi manifestare la nostra individualità nella tensione e nell'apertura totale verso l'altro per tracimare in un nuovo archetipo spaziale, geografico, fisico, mentale divenendo, attraverso le arti e la loro condivisione partecipata, metafora oggettiva della condizione dell'uomo e del mondo.

---

ASSOCIAZIONI COINVOLTE:

scatolabianca con scatolabianca CityShake

Connecting Cultures con esperienze milanesi di progettazione artistica in ambito urbano

Spazio Cabinet con Spazio Cabinet Urban Discovery e Spazio Cabinet Urban Counterpoint


scatolabianca
scatolabianca CityShake
Un progetto rivolto all'Arte Relazionale, alla declinazione sociale, alla riqualificazione urbana, all'avvicinamento tra arte e vivere comune, tra cittadino e istituzioni, tra privato e pubblico. scatolabianca CityShake | PROGETTO IRIS è un progetto studiato per la città di Milano, un piano di lavoro che attraverso Arte, Memoria, Identità stabilisce interconnessioni Antropologiche, Culturali, Ambientali, rivolgendosi alle frange sensibili della popolazione come Giovani, Anziani e Organismi Educativi in Stato di Formazione.

a. CORSO IRIS
Corsi di Formazione aperti ad artisti emergenti, critici, curatori e comunicatori d'arte contemporanea, da svolgersi negli spazi del disimpegno e delle sale adiacenti della Fabbrica del Vapore e in alcune strutture pubbliche e di formazione del territorio. Si prevede un piano di lavoro da comporre in concordato con Accademie, Scuole e con Associazioni Culturali presenti sul territorio, con artisti che si muovono in " solitaria" e abbisognano di imparare le norme professionali per cominciare a esprimersi all'interno del Sistema Arte Contemporanea. I docenti saranno artisti, critici, curatori e PR selezionati accuratamente da scatolabianca.

b. LABORATORIO IRIS
Laboratori della Memoria da strutturare ad hoc e nei quali far convergere giovani, studenti, anziani. Si prevede un piano di lavoro da impostare assieme al Settore Assistenza Anziani di Milano e con Associazioni del Privato Sociale. In questi luoghi saranno attivi Artisti e Critici d'Arte che invitano e stimolano le persone a raccontare, aprirsi, insegnare, condividere, tradurre il loro bagaglio di conoscenza intrecciandolo con quello dei loro interlocutori per un percorso di " andata e ritorno" a senso alternato. Il frutto di dialoghi e interviste diverrà soggetto di sperimentazioni Video, Fotografiche Pittoriche e Grafiche elaborate dal punto di vista tecnico da artisti selezionati accuratamente da scatolabianca e da studenti (link con Accademia di Belle Arti di Brera, Naba, Istituti pubblici e privati di Alta Formazione). Il lavoro tecnico di documentazione, creazione ed elaborazione del materiale sarà propedeutico a esposizioni a scopo documentaristico e formativo.

c. DIARIO IRIS
S'intende lavorare con Video e Fotografia a taglio Documentario sul concetto d'Identità del Territorio e del Cittadino, in condivisione e grazie ai risultati di LABORATORIO IRIS. DIARIO IRIS sarà la visualizzazione di ciò che si è verbalizzato: dettagli d'immagini, ritratti, panoramiche -in forma cartacea o digitale-. Lo scopo è sommare Memoria Personale e Memoria Collettiva per un'Arte davvero Relazionale. Un frammento di vita di ciascuno può essere trasformato in un DIARIO IRIS che possa essere consultato da chiunque e diventare testimonianza di ogni singolo individuo. Una testimonianza che evidenzia questioni che fino a quel momento sono rimaste nascoste, nell'indifferenza di un sistema, ma che in situazione progettuale divengono punto di partenza per valutazioni collettive. I DIARIO IRIS saranno creati in sinergia con un Critico d'arte che lavorerà assieme a Video Artisti Emergenti, Tecnici, Studenti del settore con una produzione e divulgazione che si protrarrà oltre la durata del Festival.

d. scatolabianca IRIS
Le conseguenze di LABORATORIO IRIS, i risultati di Arte, Memoria, Identità, elaborati in LABORATORIO IRIS, ovvero fotografie, frames di video, still life, monotipi, grafiche, possono diventare materiale artistico e documentario, con una produzione e divulgazione che si protrarrà oltre la durata del Festival, da esporre nella sede di scatolabianca situata a Porta Genova per un processo di inter-connessione e allargamento delle differenti zone del Comune di Milano.


Connecting Cultures
Connecting Cultures intende realizzare un incontro che presenti le esperienze milanesi di progettazione artistica in ambito urbano. Durante l'evento verranno presentati alcuni lavori di mappatura e ricerca che hanno proposto una visione molteplice e sfaccettata dei territori su cui si è lavorato confrontando le esperienze di numerosi attori territoriali, professionisti, artisti, ricercatori che hanno realizzato un lavoro rivolto ai cittadini.
Connecting Cultures intende coinvolgere importanti istituti di formazione locale quali: Politecnico di Milano, Accademia di Belle Arti di Brera, Naba, ma anche di avvalersi delle numerose reti di associazionismo presenti sul territorio con cui Connecting Cultures lavora da anni.


Spazio Cabinet
Spazio Cabinet Urban Discovery:
Al di là dei numeri, dei dati statistici e degli studi svolti al riguardo, quello che sta avvenendo nelle città italiane è tanto semplice quanto allarmante: i centri storici si spopolano di residenti e si trasformano in contenitori di uffici e negozi. I prezzi proibitivi degli alloggi spingono gli abitanti in periferia, dove è necessario costruire dal nulla quartieri e servizi per i nuovi arrivati, consumando rapidamente aree verdi e splendidi paesaggi. Il variegato tessuto connettivo della convivenza sociale, che ha formato borghi e città nei secoli, si sfalda cedendo il posto a villette e palazzoni, collegati da superstrade e centri commerciali. Capita che un amministratore si rivolga a degli artisti per ripensare un luogo. Non stiamo parlando evidentemente di ornarlo o abbellirlo. Parliamo di pensare al destino di quel luogo. Di quel centro storico, di quel patrimonio d'idee e di cultura che mille e più anni fa era stato immaginato e che oggi rischia di scomparire, assoggettato a una sorte che via, via lo porterà ineludibilmente a modificarsi se non a scomparire. Cosa possono fare questi artisti? L'artista pare oggi aver trovato il suo senso nel rappresentare se stesso all'interno di un sistema di valori, di tendenze, di un mercato, in gran parte autoreferenziali, trovandosi a ridurre il suo raggio d'azione drasticamente.

---

PROGETTO IRIS - DATE E ORARI

CORSO IRIS. Corsi di Formazione aperti a artisti emergenti, critici, curatori e comunicatori d'arte contemporanea, da svolgersi negli spazi della Palazzina Liberty della Fabbrica del Vapore e in alcune strutture pubbliche e di formazione del territorio. Si prevede un piano di lavoro da comporre in concordato con Accademie, Scuole e con Associazioni Culturali presenti sul territorio, con artisti che si muovono in " solitaria" e abbisognano di imparare le norme professionali per cominciare a esprimersi all'interno del Sistema Arte Contemporanea. I docenti saranno artisti, critici, curatori e PR selezionati accuratamente da scatolabianca
a cura di Martina Cavallarin, Roberta Donato
Orari:
I mercoledì dalle 16.00 alle 19.00 (non si svolgono mercoledì 25 dicembre e 1 gennaio 2014)
Inizio mercoledì 04 dicembre termine mercoledì 15 gennaio

LABORATORIO IRIS. Laboratori della Memoria da strutturare ad hoc e nei quali far convergere giovani, studenti, anziani. Si prevede un piano di lavoro da impostare assieme al Settore Assistenza Anziani di Milano e con Associazioni del Privato Sociale. In questi luoghi saranno attivi Artisti e Critici d'Arte che invitano e stimolano le persone a raccontare, aprirsi, insegnare, condividere, tradurre il loro bagaglio di conoscenza intrecciandolo con quello dei loro interlocutori per un percorso di " andata e ritorno" a senso alternato. Il frutto di dialoghi e interviste diverrà soggetto di sperimentazioni Video, Fotografiche, Pittoriche e Grafiche elaborate dal punto di vista tecnico da artisti selezionati accuratamente da scatolabianca e da studenti. Il lavoro tecnico di documentazione, creazione ed elaborazione del materiale sarà propedeutico a esposizioni a scopo documentaristico e formativo.
a cura di Gianni Moretti, Mirko Canesi con interventi di Pierluigi Antonucci, Luca De Angelis, Michele Tocca
Orari:
Giovedì e Venerdì dalle 16.00 alle 19.00 (non si svolgono giovedì - venerdì 26-27 dicembre e giovedì - venerdì 2-3 gennaio 2014)
Inizio giovedì 28 novembre, termine venerdì 17 gennaio

DIARIO IRIS. S'intende lavorare con Video e Fotografia a taglio Documentario sul concetto d'Identità del Territorio e del Cittadino, in condivisione e grazie ai risultati di LABORATORIO IRIS. DIARIO IRIS sarà la visualizzazione di ciò che si è verbalizzato: dettagli d'immagini, ritratti, panoramiche -in forma cartacea o digitale-. Lo scopo è sommare Memoria Personale e Memoria Collettiva per un'Arte davvero Relazionale. Un frammento di vita di ciascuno può essere trasformato in un DIARIO IRIS che possa essere consultato da chiunque e diventare testimonianza di ogni singolo individuo. Una testimonianza che evidenzia questioni che fino a quel momento sono rimaste nascoste, nell'indifferenza di un sistema, ma che in situazione progettuale divengono punto di partenza per valutazioni collettive. I DIARIO IRIS saranno creati in sinergia con un Critico d'arte che lavorerà assieme a Video Artisti Emergenti, Tecnici, Studenti del settore con una produzione e divulgazione che si protrarrà oltre la durata del Festival.
A cura di Martina Cavallarin, interventi di Matteo Cremonesi, Silvia Mariotti, Elena Modorati Orari:
Giovedì e Venerdì dalle 16.00 alle 19.00 (non si svolgono giovedì - venerdì 26-27 dicembre e giovedì - venerdì 2-3 gennaio 2014)
Inizio giovedì 28 novembre, termine venerdì 17 gennaio


CONFERENZE IRIS

A cura di Martina Cavallarin e scatolabianca

Orari:
Martedì, Mercoledì, Giovedì e Venerdì dalle 17.00 alle 19.00
Inizio giovedì 05 dicembre termine venerdì 20 dicembre

scatolabianca 05-06 dicembre
19-20 dicembre
27-28 dicembre

Connecting Cultures
11-12 dicembre

Spazio Cabinet
10-13 dicembre


TEMPISTICHE
Dicembre 2013 - Gennaio 2014. Cadenza di un vero Festival dell'Arte e del Cittadino che prende un periodo di 2 mesi circa.
Si prevede un piano di manifestazione a 3 anni per affermarsi come attività continuativa e identitaria da connettere al tessuto della Città.

LUOGHI
Fabbrica del Vapore con i suoi spazi deputati agli incontri e ai laboratori: la Palazzina Liberty con una sala conferenze di circa 80 posti e le due relative sale adiacenti. Centri di aggregazione Scuole, Istituti, nella zona di PROGETTO IRIS - Fabbrica del Vapore individuata dalle Associazioni e approvata dal Comune di Milano. La sede di scatolabianca a Porta Genova in cui installare il materiale di documentazione e i progetti artistici che sono andati formandosi durante i laboratori e le conferenze alla Fabbrica del Vapore e nei luoghi adiacenti.

QUANDO
Dal 2 dicembre 2013 al 17 gennaio 2014

COME
Ogni giorno per tutta la durata del Festival gli artisti attueranno il loro progetto appassionante e sinergico. Si coinvolgono le strutture prescelte nella zona PROGETTO IRIS - Fabbrica del Vapore che a giorni e orari prestabiliti lavoreranno con gli artisti.

SCOPO
Portare l'arte fuori dai luoghi espositivi, interconnetterla con il tessuto cittadino, gli istituti di formazione. Educare i cittadini alla pratica artistica, agire sulla collettività e in armonia con lo spazio circostante che deve essere davvero proprietà di tutti. Mutare il modo di intendere la città, apportare senso e bellezza in tutti i luoghi del vivere, elevare il cittadino passivo al ruolo di cittadino responsabile. Il coinvolgimento è la chiave necessaria sia nel meccanismo di formazione dedicato ai più giovani che ai più anziani, che nell'atto del fare che apporta divertimento e curiosità, al contempo attiva il pensiero e migliora lo spazio che viviamo.

FASE FINALE - scatolabianca IRIS
I risultati di PROGETTO IRIS, le conseguenze e gli apparati di Arte, Memoria, Identità elaborati in LABORATORIO IRIS, ovvero fotografie, video, still life, grafiche, monotipi, divengono materiale artistico e documentario con una produzione e divulgazione che s protrarrà oltre la durata del PROGETTO in Fabbrica del Vapore per svolgersi nella sede scatolabianca(etc.) di Porta Genova per un processo di inter-connessione e allargamento delle differenti zone del Comune di Milano.


scatolabianca
Associazione di Promozione Sociale (L.303/2000)
Via Anfiteatro 12, 20121 Milano
CF 97570800157

Dati Aggiornati al: 28-11-2013 15:02:00

WikiEventi.it non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

effettua il login con facebook

Categoria: Altro...

Quando: Alle 15:00 dal 02-12-2013 al 17-01-2014
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

nei seguenti giorni : Lun - Mar - Mer - Gio - Ven - Sab - Dom

Dove: scatolabianca

Indirizzo: Via Ventimiglia (angolo Via Privata Bobbio) Milano

Prezzo: Gratis

Link: Sito Web dell'evento