Vivere non è concepire ciò che bisogna fare, è farlo. Henri-Frédéric Amiel

> Home > Eventi a Torino del 23-01-2015 > Musica e Spettacoli > Arte transitiva 2015

Arte transitiva 2015

Arte transitiva 2015

 

 

STALKER TEATRO
Arte Transitiva 2015
Officine CAOS - piazza Montale 18, Torino
23 gennaio > 30 maggio 2015

Le Officine CAOS come una “factory”

Parte dall’idea di factory, ricordando gli anni sessanta, New York ed Andy Warhol, e si consolida ogni anno dal 2004 come format vincente e fecondo, l’idea del direttore artistico di Stalker Teatro, Gabriele Boccacini, di un laboratorio creativo permanente che accoglie in residenza gruppi nazionali ed internazionali: accade per la nuova stagione “Arte Transitiva 2015” al via venerdì 23 gennaio presso i multifunzionali spazi delle Officine CAOS di Torino.
In p.zza Montale 18, nel cuore del quartiere Le Vallette, viene offerto un tempo ed un luogo di sperimentazione, valorizzando diverse modalità di ricerca e di espressione e sollecitando tematiche di rilevanza artistica e sociale. La stagione è infatti organizzata in context, individuati in co-progettazione con le compagnie ospiti, e prevede anche attività di laboratorio, incontri e dibattiti; conta più di trenta serate di spettacolo, numerosi progetti in residenza e prime nazionali; ospita artisti provenienti da Inghilterra, Francia, Olanda ed Israele, ma anche da Torino e dal Piemonte in una rinnovata collaborazione con le compagnie del territorio.


L’apertura di stagione di venerdì 23 e sabato 24 gennaio è difatti all'insegna delle rinnovate collaborazioni con gruppi che procedono in un lavoro di sperimentazione e ricerca presentando lavori in progress (da qui il titolo del context #1 - intermezzo) grazie a residenze loro dedicate: Cie La Bagarre con “Sfigura Seduta e Sdice”, Grimaco Movimenti Umani in “Corpocentrico”, Tecnologia Filosofica “Intermmezzo Pubblico” e Rebecca Rossetti “Il punto dove il mare è più profondo”.

Venerdì 30 gennaio (sempre ore 21), in anticipazione al context#12 - teatro e scuola, Remo Rostagno presenta il suo “Manifesto per una rivoluzione della scuola”, Edizioni Anordest, saggio controccorrente accompagnato in scena dalla danzatrice Sara Marasso, il contrabbassista Stefano Risso e l’attore Gianni Bissaca.

Continua la collaborazione anche con Vintulera Teatro e Paola Tortora che venerdì 13 febbraio presenterà “un’azione di resistenza” che affronta comicamente il tema dello smarrimento dell’essere in rapporto con l’universo, per il context#2 - solit’aria con lo spettacolo “Vladimiro mira il mare”.

Tra fine febbraio e inizio marzo, nuovo context#3 – community theatre e nuovo allestimento di Stalker Teatro de “L’Età dell’Oro” progetto realizzato nell’ambito delle iniziative per il decennale de “Il Bandolo”, promosse dalla compagnia di San Paolo e in collaborazione con le ASL di Torino. Lo spettacolo in scena dal 24 febbraio al 7 marzo, sarà il risultato di tre mesi di laboratorio e coinvolgerà gli ospiti e gli operatori delle ASL, gli abitanti del territorio e studenti universitari.

Prima ospitalità internazionale con il context#4 – antihumor, venerdì 13 e sabato 14 marzo, per assaggiare la particolare vena anti-umoristica anglosassone, con la residenza di artisti inglesi (Lee Shannon, Ben Culter, Duncan Cameron ed il gruppo Man With A Porpoise), in tre prime nazionali e lo “Street Up Comedy” del nostrano Francesco Giorda (venerdì 13).

Per il context #5 – world theatre day, venerdì 27 marzo dalle 17,30, in occasione della Giornata Mondiale del Teatro, nei locali delle Officine CAOS sarà visibile la mostra “Stop alla Tortura” di Amnesty International e nell’ambito del Coordinamento Nazionale Teatro e Carcere la compagnia Stalker presenterà materiale di documentazione sull’attività svolta dal 2008 al 2012 all'interno della Casa Circondariale Lorusso-Cutugno. Il progetto è organizzato dalla Casa di Quartiere Le Vallette in collaborazione con la Rete Case del Quartiere di Torino.

Tra arti visive, videoproiezioni, teatro e danza, il context#6 – visualAct che ospiterà artisti di diversa provenienza nazionale, la cui ricerca parte da ispirazioni visive per tradursi in atto fisico e dinamico: venerdì 20 e sabato 21 marzo i progetti in residenza di Micron (To) e Dehors/Audela da Roma; venerdì 27 e sabato 28 l’acrobatica aerea de Le Baccanti (To) e ancora un progetto in residenza di Eleonora Parrello da Milano.

Il gioco d’azzardo è invece il tema del context#7 – hazard, venerdì 3 e sabato 4 aprile, che vede in scena le compagnie Teatrincorso da Trento e Sudatestorie da Torino, entrambe impegnate nell’analisi della patologia che scaturisce dal gioco sfrenato, con conseguenti responsabilità etiche, sociali e politiche. A conclusione delle serate è previsto l’incontro col Dipartimento “Patologia delle Dipendenze” dell’ASL TO3.

Altro progetto in residenza per il context#8 – Il cibo come fraintendimento, con la “Cena dei Malintesi” di Michele Manzini da Verona, venerdì 10 e sabato 11 aprile, performance realizzata anche con i partecipanti al laboratorio condotto in residenza dall’artista.

Nuovo progetto di produzione ma anche ospitalità, scambio e confronto per il context#9 SoundAct, territorio di contaminazione tra performing arts e musica elettronica. Un gruppo di musicisti attivi nel campo dell’elettronica e del pop sperimentale incontrano performer ed artisti visivi per una ricerca aperta, dando vita alla nuova produzione Stalker “Drama Sound City” da martedì 21 a sabato 25 aprile. E ancora venerdì 1 e sabato 2 maggio l’ospitalità del gruppo A.lter S.essio dalla Francia e di Fabrizio Saiu da Brescia, venerdì 8 e sabato 9 maggio Thon Gu di Torino e Clancarnal di Gabriella Maiorino dall’Olanda, tutti progetti in residenza.

La stagione si conclude venerdì 29 e sabato 30 maggio con il context#10 – Vìola, con la prima nazionale del Clipa Theatre da Israele, progetto in progress che prevede anche una fase laboratoriale aperta a contributi e partecipazione esterna, in cui approfondire la ricerca sulle varie forme della rappresentazione della violenza e della gestione consapevole della stessa.

Nella programmazione 2015 sono affidati al periodo autunnale il context#11-teatri delle diversità (Desidera – Festival per un teatro condiviso, 7/10 ottobre), context#12-teatro e scuola, con interventi teatrali e di formazione per le scuole (ottobre/novembre) e il context#13-arte contemporanea e sociale, progetto di avvicinamento all'arte contemporanea in collaborazione col Dipartimento Educazione del Castello di Rivoli (novembre/dicembre).


Tutte le serate avranno inizio alle ore 21 presso le Officine CAOS di P.zza Montale 18/a a Torino, con ingresso intero a 9 €, ridotto a 7 € (over 60, under 18, studenti con tessera universitaria, tessera AIACE, residenti circoscrizione 5, tessera Rete Culturale Virginia, tessera Officine CAOS), riduzione ulteriore per bambini e ragazzi under 14 a 3 € e omaggio per disoccupati e disabili (con attestazione o tessera)
Info : www.stalkerteatro.net, info@stalkerteatro.net, 011.7399833.


Dati Aggiornati al: 13-01-2015 14:43:49

WikiEventi.it non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

effettua il login con facebook

Categoria: Musica e Spettacoli

Quando: Venerdì 23-01-2015 alle 21:00
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Officine CAOS / Stalker Teatro

Prezzo: 7 €

Link: Sito Web dell'evento