...per rimanere sempre informati su cosa fare giorno per giorno...

> Home > Eventi a Torino del 06-03-2015 > Musica e Spettacoli > F.VIOLA

F.VIOLA

F.VIOLA

 

 

Franca Viola venne rapita il 22 dicembre del 1965, all’età di 17 anni, segregata per otto giorni e violentata dal giovane rampante boss di Alcamo, Filippo Melodia. Per le leggi allora vigenti l’ignominia e la vergogna finivano per ricadere tutte sulla donna. L’articolo 544 del Codice di Procedura Penale ammetteva il matrimonio riparatore, e considerava la violenza sessuale come oltraggio alla morale e non alla persona. L’accusato di delitti di violenza carnale, anche nei confronti di minori, veniva prosciolto se disponibile, appunto, al matrimonio riparatore. Franca rifiutò di sposare il suo violentatore e, per la prima volta in Italia, lo denunciò ottenendone la condanna a undici anni di carcere. Franca Viola cambiò il nostro paese. Grazie al suo straordinario gesto altre ragazze seguirono il suo esempio. La legge fu poi modificata il 5 agosto del 1981. La vicenda di Franca Viola mi fu proposta dal giornalista e scrittore Francesco La Licata: “Franca Viola ha cambiato l’Italia, lavoriamoci insieme, bada che non è facile, la signora Viola è riservatissima, non ne vuole sapere di rivangare il passato”.
Franca Viola non ha voluto e non vuole essere “personaggio”. Ha scelto il silenzio, la vita normale, la difesa della propria intimità, del proprio volto, del proprio corpo; ha scelto una vita che si sottrae al clamore, alla luce inquietante e denudante dei riflettori. La creazione, nasce da questa scelta di sottrazione, di assenza dalla scena pubblica che compie Franca, nasce dalla quieta normalità di una donna che non esibisce, non espone la sua storia e difende caparbiamente la sua libertà, il suo privato. E così Franca Viola non sarà in scena, non sarà un “personaggio”. La sua storia apparirà dal racconto e dall’immagine che gli altri hanno di lei e della vicenda.
Un tulle divide lo spazio scenico: in primo piano la narrazione concreta dei fatti attraverso gli “Atti del processo” testimoniata dal coro degli uomini; in secondo piano un coro di giovani donne evoca gli umori del paese, di una comunità, e insieme i sogni, i giochi di fanciulle, il desiderio di altre vite. Le donne e gli uomini si troveranno insieme a raccontare di Franca, dell'Italia, con le sue leggi, della Sicilia con i suoi codici rivelando, in quegli anni, così vicini a noi, una stessa legge dell’onore. Pietra Selva
Franca, l'anno scorso, è stata insignita dell’onorificenza di Grande Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica. Ecco le parole pronunciate dal presidente Giorgio Napolitano alla consegna dell'onorificenza: “Il suo comportamento contribuì a determinare la revisione della norma e a ridare alla parola onore il significato che deve avere: rispetto di sé, rispetto da parte degli altri”.

venerdì 6 marzo 2015 ore 21
Grugliasco, Chalet Allemand /Parco Culturale Le Serre, via Tiziano Lanza 31
F.VIOLA
drammaturgia e regia di Pietra Selva
Il Coro delle donne: Josette Cossu, Silvia Martino, Francesca Mannino
Il Coro degli uomini: Marco Chiapella, Ivan Ieri, Luca Durante, Enrico Nasi
luci Andrea Casa
progetto realizzato con il sostegno del Sistema Teatro Torino e Provincia, in collaborazione con Associazione Orme
COMPAGNIA VIARTISTI

Dati Aggiornati al: 01-03-2015 12:23:04

WikiEventi.it non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

effettua il login con facebook

Categoria: Musica e Spettacoli

Quando: Venerdì 06-03-2015 alle 21:00
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Parco Culturale Le Serre

Indirizzo: via Tiziano Lanza 31 Grugliasco

Prezzo: --

Link: Sito Web dell'evento