...per rimanere sempre informati su cosa fare giorno per giorno...

> Home > Eventi a Torino del 11-05-2015 > Corsi > VIVERE LA CITTA' - Laboratorio di Danza di...

VIVERE LA CITTA' - Laboratorio di Danza di Comunità a cura di Roberta Bonetto

VIVERE LA CITTA' - Laboratorio di Danza di Comunità a cura di Roberta Bonetto

 

 

Nell'ambito della SCUDERIA POPOLARE, un progetto partecipato per la costruzione di comunità attraverso la promozione di laboratori permanenti di creazione, formazione e produzione, l' Assemblea Cavallerizza 14:45 presenta:

VIVERE LA CITTA' - Laboratorio di Danza di Comunità a cura di Roberta Bonetto

DALL'11 MAGGIO AL 30 GIUGNO

La struttura cittadina e come si è modificata nel tempo, sono la cartina al tornasole di quello che è il cambiamento delle esigenze. Si, ma di chi?
Il progetto intende aprire una riflessione su quelle che sono le effettive necessità delle persone che la città la vivono tutti i giorni.

All’interno di Vivere la Città ci sarà la possibilità di ridisegnare e di ripercorrere com’era e come vorremo che fosse la nostra città, attraverso l’uso del linguaggio del corpo.

Un percorso per individuare quali sono le effettive necessità delle persone che vivono la città di Torino attraverso alcuni degli strumenti che la danza di comunità ci offre; un’esperienza alla ricerca di quei gesti e movimenti che riavvicinano e ricostruiscono relazioni.

La danza di comunità è una pratica che pone al centro il corpo in relazione e si configura come esperienza aperta a tutti. Attraverso il linguaggio della danza, in un’esperienza di comunità, è possibile riconnettere il tessuto sociale, rivitalizzare relazioni e creare protagonismo sociale individuale e collettivo.

Il laboratorio è aperto a tutte/i indipendentemente dall’età, dalle possibilità che ognuno può ricevere e offrire, il piacere di fare le cose insieme agli altri, in equilibrio preciso tra esperienza individuale e collettiva.

GIORNI e ORARI:
LUNEDì:
15-16 SENIOR (+55 ANNI)
16-17 GENITORI E FIGLI (dai 3 ai 5 anni)
MARTEDì:
16-17 BAMBINI (DAI 6 AI 10 ANNI)
17-18 RAGAZZI (dagli 11 ai 17 anni)
18-19.30 GIOVANI e ADULTI (dai 18 ai 54 anni)


La Danza di Comunità
ha come riferimento una visione della danza calata nel sociale e pensata come forma di espressione e di partecipazione condivisa. Il termine “comunità” non deve far pensare a percorsi di riabilitazione o di supporto terapeutico, né a tecniche di danza da acquisire, ma vuole evidenziare un modo di intendere la danza come strumento di condivisione e integrazione sociale, connotato da un agire creativo e alla portata di tutti. È una pratica che afferma, prima di ogni altro principio, il diritto di tutti alla danza, indipendentemente dall’età, dalle possibilità, dalle diverse abilità e conoscenze di ognuno e che mette in primo piano il piacere di fare assieme agli altri in un giusto bilanciamento fra esperienza individuale e collettiva. La danza di comunità nasce in Gran Bretagna alla fine degli anni ‘70 dal desiderio di scardinare la danza dai luoghi ufficiali dello spettacolo per promuoverla fra la gente come esperienza di partecipazione e non solo di visione. Oggi è estremamente diffusa soprattutto all’estero e copre un’ampia varietà di offerte tese a sostenere pratiche di danza in ambito sociale, in contesti urbani e rurali, scuole, centri sociali, ma anche carceri, ospedali, quartieri disagiati. Le proposte vanno da semplici esperienze laboratoriali, a performance e spettacoli pubblici, a servizi continuativi per gruppi familiari o comunità, a progetti di collaborazione mista con varie agenzie educative del territorio.


Principi

- Tutte le persone possono e hanno diritto ad accedere ad esperienze di danza, indipendentemente dall’età, dal genere, dalle diverse abilità, dall’ambiente culturale, etnico, economico in cui vivono.
- Ognuno ha una propria capacità di danzare, di esprimere se stesso e di dar forma alle proprie idee attraverso la danza.
- La dimensione artistica del movimento, aperta alle domande, alle intuizioni, al sentire e all’offrire, rappresenta di per sé una attività positiva e arricchente nel quale essere coinvolti e attraverso la quale acquisire nuovi strumenti di crescita e di conoscenza.
- Coinvolgere le persone in un’attività di danza che ognuno vive come propria e attraverso cui ognuno acquisisce un senso di appartenenza, migliora l’autostima individuale e il senso di comunità.


Obiettivi

Arricchire la vita delle persone, superare le barriere di partecipazione (legate all’età, alle capacità, al genere, alle diverse appartenenze culturali e sociali) per ampliare il senso di comunità.

- Proporre nuove modalità di relazione fra le persone e favorire un approccio creativo al movimento, utilizzando l’immaginazione, la visualizzazione e l’ascolto corporeo.
- Influenzare positivamente lo stato di salute e il benessere delle persone, le loro motivazioni personali e le relazioni sociali.
- Rafforzare il senso di partecipazione e allargare il coinvolgimento della danza nei programmi sociali.
- Creare un contesto accogliente nel quale ognuno possa esprimere il proprio potenziale umano e creativo, dove ognuno si senta rispettato e valorizzato.
- Affermare un’idea di danza non circoscritta all’interno di categorie estetiche che definiscano i parametri di accesso e delimitino la trasmissione delle pratiche.

Tratto da “Persone che danzano” di Franca Zagatti
Ed. Mousikè Progetti Educativi, Bologna
Periodo del corso: dal 11-05-2015 al 30-06-2015
Nei seguenti giorni: Lun -

Dati Aggiornati al: 08-05-2015 07:37:54

WikiEventi.it non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

effettua il login con facebook

Categoria: Corsi

Quando: Lunedì 11-05-2015 alle 15:00
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Cavallerizza Reale

Indirizzo: via Giuseppe Verdi 9 Torino

Prezzo: --

Link: Sito Web dell'evento