Quelli che impiegano male il loro tempo sono i primi a lamentarsi che passi troppo in fretta. Jean de La Bruyère

> Home > Eventi a Torino del 02-10-2015 > Altro... > TORINO: 2 OTTOBRE CORTEO STUDENTESCO

TORINO: 2 OTTOBRE CORTEO STUDENTESCO

TORINO: 2 OTTOBRE CORTEO STUDENTESCO

 

 

La tanto indesiderata e contestata Buona Scuola è stata approvata durante il periodo estivo, mossa sapientemente studiata vista la dispersione della grande forza di piazza che caratterizza il movimento durante l'intero anno scolastico. La Buona Scuola, infatti, nonostante sia stata presentata come “riforma dal basso, che tiene conto di una consultazione di diversi allievi tramite questionari” non è altro che la solita imposizione che non ha tenuto conto di tutta quella vasta composizione di studenti, docenti e personale ATA che ha manifestato il proprio dissenso con numerosissime contestazioni fino agli ultimi giorni scolastici.
La riforma affronta temi come l’alternanza scuola-lavoro che, seppur volontario, entrerà in vigore anche nei licei e avrà valore di credito formativo, andando così a premiare tramite voto di condotta, punteggio migliore al test di maturità o benevolenza da parte dei docenti lo studente che deciderà “volontariamente” di partecipare di fatto ad uno stage non retribuito in orario extrascolastico. Negli Istituti, invece, questa pratica sarà obbligatoria, le ditte, infatti, assumeranno gli studenti per pochi spicci, nel migliore dei casi, senza garantire una assunzione vera e propria finiti gli studi. Un altro tema interessante è la figura che dovranno assumere i presidi. Questi infatti potranno avere ancora di più il ruolo di manager all’interno della scuola-azienda, potendo assumere e licenziare il proprio “team” di insegnanti. I docenti saranno infatti valutati (tramite quale criterio?!) e in base a questo riceveranno dei crediti. Possiamo già intuire, quindi, che un insegnante che non si adegua a fare straordinari non pagati, aiuta a portare avanti una campagna contro le Invalsi o stimola “un po’ troppo” le menti dei suoi studenti sarà sempre infondo alle classifiche. Inoltre questa riforma impone il trasferimento di molti docenti, soprattutto costretti a spostarsi da Sud a Nord, per riuscire ad avere una cattedra dopo anni di precariato.
Infine ecco che Renzi addolcisce la pillola con i fondi stanziati per la famosa digitalizzazione. Appare, così, evidente come l’interesse prioritario di chi amministra le risorse economiche sia mantenere una facciata di innovazione a discapito della didattica, infatti da un lato si parla di computer, Wi-Fi e LIM ma dall’altro i nostri istituti sono strutture pericolanti e non a norma, prive di laboratori, servizi e spazi di socialità e confronto.
La crisi non può essere una scusa per abbandonare le persone più in difficoltà a loro stesse, né lo può essere per fare in modo che l’istruzione, base fondante di una società civile, divenga un privilegio per i pochi che possono permettersene il “lusso”. E’ necessario continuare a mobilitarsi ed essere sempre più determinati nel rifiutare l’idea che la scuola possa diventare un luogo di profitto e creazione di menti pronte solo a entrare in una fabbrica, come piccoli ingranaggi nel grande meccanismo del capitalismo. Per questo non rifiutiamo solo la Buona Scuola, ma anche il Jobs Act, il Piano Casa e tutto ciò che vuole le persone come robot, non uomini pensanti e in grado di vivere degnamente la propria esistenza senza essere sfruttati né trattati come oggetti. Questo è un modello che punta a creare una società che se ne stia a testa bassa mentre le vengono negati sempre più diritti e dove il potere viene sempre più accentrato a chi ne ha già, portando a una profonda verticalizzazione di ogni ambito lavorativo e sociale.

Abbiamo quindi lanciato una data di mobilitazione nazionale per il 2 Ottobre, per ripartire - senza aver mai smesso - a lottare contro queste logiche di profitto e sfruttamento e continuare a costruire invece menti pensanti e attive, pronte a far fronte alla difficile situazione politica che stiamo affrontando in questi anni.

Dati Aggiornati al: 17-09-2015 09:58:15

WikiEventi.it non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

effettua il login con facebook

Categoria: Altro...

Quando: Venerdì 02-10-2015 alle 09:00
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Piazza Arbarello

Indirizzo: piazza Vincenzo Arbarello Torino

Prezzo: Gratis

Link: Sito Web dell'evento