Il tempo manca solo a chi non ne sa approfittare. Gaspar M. de Jovellanos

> Home > Eventi a Torino del 26-02-2013 > Musica e Spettacoli > MAD PRIDE TEATRO: VIENE IL MATTINO AZZURRO

MAD PRIDE TEATRO: VIENE IL MATTINO AZZURRO

MAD PRIDE TEATRO: VIENE IL MATTINO AZZURRO

 

 


TORINO MAD PRIDE TEATRO

è lieto di presentarvi

VIENE IL MATTINO AZZURRO



Con Tiziana Tricarico e Simone Lampis
Luci: Marcello D'Agostino
Regia: Mario Barzaghi





" Per le asperità alle stelle"
Definire la pazzia è molto difficile, si apre uno spazio immenso delimitato dalla sofferenza e dalla furia.
L'occidente ogni giorno celebra sul suo altare la messa alla velocità, ma chi lavora in occidente è prigioniero dello spazio ridotto in cui svolge il proprio quotidiano: perché costruire auto-mobili restando fermo? Esiste una frattura fra la società e l'individuo, tra due punti di vista: chi vuole conformare e chi si ribella al conformismo.
Lo spettacolo tratta delle persone sregolate che avvertono la vita in modo magmatico, che si ribellano, che amano in modo sgangherato e che, pur essendo state trattate violentemente, riescono a ricomporre i cocci della vita e a concepire la propria rinascita. Un misterioso parallelismo unisce Alda Merini (riconosciuta poetessa dopo un lungo periodo d'internamento) e Ferruccio Brugnaro (poeta operaio di Porto Marghera), legati inconsapevolmente dalla stessa voglia di resistere e di rinascere. Nella poesia di Brugnaro la fabbrica ha l'odore della morte e quell'odore di morte, quella mancanza di amore è qualcosa che costantemente ritorna anche nelle parole della Merini:
" Non vogliamo maschere antigas, né a Porto Marghera né altrove. Impacchettate le vostre fabbriche, il vostro progresso. Non vogliamo la morte. Portate via la morte immediatamente" ;
allo stesso modo, attraverso uno sguardo che dalla nostra prospettiva sarebbe inimmaginabile, la Merini ci rivela:
" Ero matta in mezzo ai matti. I matti erano matti nel profondo, alcuni molto intelligenti. Sono nate lì le mie più belle amicizie. I matti son simpatici, non così i dementi, che, sono tutti fuori, nel mondo. I dementi li ho incontrati dopo, quando sono uscita" .
Quanto riscatto c'è in una situazione estrema? Quanto possiamo sublimare la bruttezza? Quanta bellezza possiamo intravedere in una situazione disperata? La messa in scena cercherà di rendere visibili questi " scarti psichici" rimanendo in bilico fra il teatro e la danza, fra il teatro e la poesia.
Due i personaggi: una figura femminile che sarà rinchiusa (è la poesia?) e una figura maschile atemporale che intervenendo in modo sghembo favorirà, attraverso la poesia, la rinascita del personaggio femminile.
Le due figure si scontreranno e si incontreranno in una lotta feroce che è amore profondo, e la scena stessa diventerà " ...uno sterminato campo di battaglia dove si combatte una guerra senza quartiere tra la ragione e la demenza, tra la vittoria e la disfatta."


Organizzato da Luca Atzori e Donatella Lessio

Dati Aggiornati al: Wed 20-02-2013 12:23:01

WikiEventi.it non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

effettua il login con facebook

Categoria: Musica e Spettacoli

Quando: Martedì 26-02-2013 alle 21:30
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Caffè Della Caduta

Indirizzo: Via Eusebio Bava 39 Turin

Prezzo: --

Link: Sito Web dell'evento