Niente ha bisogno d'esser modificato quanto le abitudini degli altri. Mark Twain

> Home > Eventi a Torino del 28-11-2015 > Altro... > VOCI CONTROVIOLENZA

VOCI CONTROVIOLENZA

VOCI CONTROVIOLENZA

 

 

PROGRAMMA:

28 NOVEMBRE - Piazza San Giovanni

- ore 15.30 : lettura di alcune testimonianze accompagnate dalla musica di Angela Pastore in piazza San Giovanni di Ciriè, dove verranno esposte le sagome " Voci nel Silenzio" gentilmente concesse dalla Regione.

- ore 16.30: lettura della favola per grandi e piccini " LIBERE VOCI CORRONO RAPIDE E LEGGERE IN UN ALTO VOLO DI LIBERTÀ" scritta da Chiara Geninatti ed illustrata da Giulia Laconi.

- ore 17: dimostrazione e lezione di autodifesa con l'associazione sportiva Seyken Karate e un laboratorio creativo per bambini.

Durante tutta la giornata vi sarà l'esposizione di alcune fotografie sulle donne nel Mondo proposta da Amnesty International e un banchetto informativo tenuto dalle quattro associazioni.

29 NOVEMBRE - sala Bossetto (Società Operaia di Ciriè , Via Matteotti 13)
- ore 20.45: proiezione video trattanti il tema della violenza sulle donne, seguiti dagli interventi dell'Avvocato Fabiola Grimaldi della Rete delle Donne, de Comandante Luciano Battoglia,di Natascia De Matteis e Stefania Doglioli del Centro Studi e Documentazione Pensiero Femminile.

La serata si concluderà con un momento più intimo e di raccolta per ricordare tutte tutte le donne vittime di violenza nel cortile della Società Operaia.

Il 17 dicembre 1999 l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha approvato la risoluzione 54/134 e venne così scelta la data del 25 novembre per la Giornata Internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne. La commemorazione di questa data ha origine al primo Incontro Internazionale Femminista, celebrato in Colombia, nell’anno 1980 durante il quale la Repubblica Dominicana propose questa data in onore alle tre sorelle Dominicane Patria, Minerva e Maria Teresa Mirabal che si opposero alla dittatura di Rafael Leónidas Trujillo e , per questo motivo assassinate. In modo progressivo, molti paesi si sono uniti nella commemorazione di questo giorno, per denunciare il fenomeno del maltrattamento fisico e psicologico verso le donne e le bambine.

Cosa intendiamo quando parliamo di violenza sulle donne?
" È violenza contro le donne qualsiasi azione o minaccia di azione, che avvenga nella vita pubblica o privata, che possa recare loro un danno o una sofferenza fisica sensuale o psicologica" .
Tanti sono i tipi di violenza:
-violenza fisica: ogni azione commessa contro il corpo di una donna
-violenza sessuale: l'imposizione di pratiche sessuali non desiderate
-violenza psicologica: ogni forma di abuso e mancanza di rispetto che lede l'identità della donna
-violenza economica: ogni forma di controllo che limiti l'indipendenza ecinconomica di una donna.

Cosa si intende invece per Stalking?
Il termine, legato dal 29 gennaio 2009 al reato di stalking dopo l'approvazione del DdL da parte della Camera dei Deputati, deriva all'inglese " to stalk" che significa " braccare la preda, fare la posta" . Sono ritenute Stalking tutte quelle condotte persecutorie verso una persona e che interferiscono nella vita quotidiana compromettendone il normale svolgimento. Tra queste troviamo comportamenti invadenti, intromissione, pretese di controllo, minacce attraverso telefonate, messaggi, appostamenti e pedinamenti.

Secondo i dati Istat, aggiornati in data 5 giugno 2015, 6 milioni 788 mila donne sono state vittime di un qualche tipo di violenza fisica o sessuale nel corso della loro vita, 3 milioni 466 mila donne hanno subito azioni di stalking, dal 2000 sono state uccise più di 2399 donne, nel corso del 2014 sono stati registrati 115 casi di femminicidio.
Non dimentichiamo la violenza subita dalle donne nel Mondo, più di 150 milioni di bambine e ragazzine vittime di violenza e sfruttamento sessuale, i sempre troppo numerosi casi di " spose bambine" obbligate a unirsi ad un uomo molto più grande di loro sin dall'età di 6 anni e usate ed obbligate a mettere alla luce tanti figli quanti voluti dal marito il quale non si preoccupa dei rischi a cui vanno incontro le loro giovani e giovanissime mogli e i bambini con tali precoci e numerose gravidanze.

Il Laboratorio della M.A.G.L.I.A denuncia, anche quest' anno, gli atti di violenza sulle donne come gravissima piaga sociale partecipando al flash mob organizzato dall'associazione " La Rete delle Donne" che si terrà il 28 novembre mattina alle ore 11.30 all'interno del supermercato " Coop" di Ciriè e organizzando due giornate di sensibilizzazione contro tali violenze il 28 e il 29 novembre, in collaborazione con l'associazione " La Rete delle Donne " di San Maurizio Canavese e la sezione di Amnesty International di Ciriè.

Il programma delle due giornate lo troverete anche sulle locandine " VOCI CONTROVIOLENZA" create dal grafico Vincenzo della Puca

" Non bastano le leggi, bisogna cambiare le teste. Ci vuole una rieducazione sentimentale." - Concita de Gregorio

Dati Aggiornati al: 26-11-2015 10:58:52

WikiEventi.it non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

effettua il login con facebook

Categoria: Altro...

Quando: Alle 15:30 dal 28-11-2015 al 29-11-2015
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

nei seguenti giorni : Sab - Dom

Dove: Ciriè

Indirizzo: Centro Paese Ciriè

Prezzo: --

Link: Sito Web dell'evento