Tutto il resto non è vita, ma tempo. Il tempo si butta via, la vita si vive. Seneca

> Home > Eventi a Torino del 02-03-2013 > Vita Notturna > SADSIDE PROJECT in concerto al BLAH BLAH

SADSIDE PROJECT in concerto al BLAH BLAH

SADSIDE PROJECT in concerto al BLAH BLAH

 

 

sabato 2 marzo
ore 22 // gratuito

SADSIDE PROJECT

Sadside Project - Winter Whales War (Bomba Dischi/Audioglobe/Rough Trade), in uscita il 23 Febbraio 2013.
E' inverno e fuori, intorno, ci sono guerra e freddo. I Sadside Project si servono della psichedelia del garage/blues d'oltreoceano per dipingere dieci acquerelli. Canzoni, o meglio favole nostalgiche ed ubriache, che odorano di mare sconfinato, pirati, guerre e balene di Herman Melville.
Winter Whales War, registrato allo Studio Nero di Roma e prodotto da Giancarlo Barbati (Muro del Canto) è una collana composta da tante piccole pietre preziose, grazie alla partecipazione di Roberta Sammarelli dei Verdena, Adriano Viterbini dei Bud Spencer Blues Explosion, Alberto Mariotti e Wassilij Kropotkin dei King of the Opera, e di altri musicisti romani membri di Boxerin Club, Indie Boys Are For Hot Girls ed Ancien Régime.
Il brano che ci accompagna all'inizio di questo viaggio è " The Same Old Story" , il pezzo più immediato del disco, un incedere esplosivo di chitarra e batteria che si scioglie in una psichedelica coda strumentale.
Chiudi gli occhi, li riapri, e ti ritrovi all'improvviso immerso nella foresta di " My Favourite Colour" , dove mandolino e voce salgono in cattedra, la cassa diventa dritta ed il ritornello si lascia cantare in coro, docilmente.
Ballo di fine anno, arrivano gli archi ed entra il piano per " 1959 (The Last Prom)" , un nostalgico inno all'amore anni '50, alla Nat King Cole.
È tempo di prendere il mare aperto e la ciurma ubriaca sta già festeggiando (quinta traccia è " This is Halloween" ), si canta ancora una volta tutti insieme, in coro, sbronzi e spensierati, in un viaggio al termine della notte.
Arrivati al cuore del disco e nel mezzo di questa traversata dei mari, esplodono le chitarre muff e si torna al crudo rock'n'roll di " Edward Teach better know as Blackbeard" e " Nothing To lose blues" .
" Molly" è il brano che più rappresenta questo lavoro, la forza del duo si incontra con la continua ricerca della melodia. La nostalgia pervade ogni nota, è per qualcuno di vicino che non c'è più e non può tornare.
Mentro all'orizzonte intravediamo la terraferma arriva " Sloop John B" , cover acustica omaggio estratto dal celebre album " Pet Sounds" dei Beach Boys.
L'ultima canzone è quella che da il titolo all'intero lavoro, Winter Whales War, e rappresenta infatti la degna conclusione di questo viaggio. È qui che la stanchezza suggerisce un momento di riflessione e le poesie di Walt Whitman si stendono su un elegante tappeto intessuto di arpeggi e noise.
I Sadside Project sono Gianluca Danaro e Domenico Migliaccio. Nel 2009 vanno in Toscana a vincere il Rock Contest e firmano per Jestrai che nel 2011 dopo anni torna a produrre un disco per questi due romani con la testa e il cuore al garage blues d'oltreoceano.
Parte il tour di Fairy Tales e l'Italia inizia ad accorgersi di loro, iniziano aprendo le 10 date italiane del tour di Joe Lally dei Fugazi, per poi essere invitati dai Verdena ad aprire due delle date più importanti del loro Wow tour, a Firenze e Roma. Suonano in giro per lo stivale con Roberta Sammarelli al basso e a fine 2012 entrano in studio per il nuovo album lasciando nel frattempo un piccolo ep sotto forma di cassetta per Bomba Dischi/Jestrai (autunno 2012), gustosa anticipazione di Winter Whales War.

A seguire
MELODY MAKER(S)
Melody Maker(s) è la dancing night che ripercorre tre decenni di evoluzioni delle chitarre inglesi (e non solo). Tutti i Sabati al Blah Blah (Via Po 21), raddoppia con concerti del panorama indipendente e dj set a cura di Blaster T.
Melody Maker(s), nasce nell'Ottobre del 2011 dalla testardaggine di un promoter (Rap-One), un dj (Blaster T.) e un giovane cresciuto a pane e Brit-Pop (Paolo Alberto Sciacca). Unisce tre generazioni e riempe il vuoto di serate con le stesse playlist, che si ripetono in un tragico infinito.
Melody si espande in città, le Fred Perry, i Parka, le Dr. Martens, le Clarks, etc. sono i codici, fieramente " working class" . Un filo rosso lega le periferie post-industriali con Torino e la fine della Fiat. Viene adottata la bandiera inglese, personalizzata e messa sempre in vista sulla consolle. La città risuona a colpi di " sole chitarre" , nascono quindi sinergie interessanti. Un continuo lavoro di ricerca, non fermo solo ai '90s e '80s, premendo il piede sull'acceleratore anche negli anni " 00" . Dai MENSWEAR ai KASABIAN, passando per i GENE e i The XX, fino ai BIS e agli ARCTIC MONKEYS, con sconfinamenti anche in territori americani. Tutto questo senza mai dimenticare la fatidica domanda, " tu tifi OASIS o BLUR?" . Melody tifa entrambi e, particolare non da poco, anche il TORO, sempre " contro il calcio moderno" . In consolle c'è sempre dj Blaster T. Molti in ambito rock e in alcuni casi non solo, sono cresciuti con lui, nel Sabato notte al Da Giau di Torino negli anni '90, prima con Giuppi che poi si spostò al Barrumba e poi con lui che subentrò al Da Giau nei primi anni '90.
Il nome Melody Maker(s) è un piccolo omaggio allo storico settimanale musicale britannico, il più antico al mondo, che fino al 2000, gareggiava con la concorrente NME (New Musical Express). I " rivali" NME e Melody Maker si fusero insieme nel 2000. I ricordi su entrambe le riviste rimangono indelebili.
djb/carletto


Dati Aggiornati al: Thu 28-02-2013 15:01:31

WikiEventi.it non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

effettua il login con facebook

Categoria: Vita Notturna

Quando: Alle 22:00 dal 02-03-2013 al 03-03-2013
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

nei seguenti giorni : Ven -

Dove: BLAH BLAH

Indirizzo: via po 21 Torino

Prezzo: --

Link: Sito Web dell'evento