La grandezza dell'uomo si misura in base a quel che cerca (Martin Heidegger)

> Home > Eventi a Torino del 26-01-2016 > Musica e Spettacoli > Fosforo

Fosforo

Fosforo

 

 

Martedì 26 Gennaio ore 10.30
presso il teatro dell'Istituto Troglia Via Matteotti 14 Cirié
- Giornata della Memoria 2016 –
- INGRESSO LIBERO

Fosforo
Uno spettacolo sulla perdita della memoria collettiva.
Di e con Massimo Giovara

In collaborazione con
Società Operaia di cirié
Fondazione Ernesta Troglia Onlus – Ciriè
Comune di Cirié
Centro Studi Sereno Regis Onlus – Torino

Presentazione

Fosforo per ricordare, fosforo del fiammifero con cui accendiamo una candela in ricordo, fosforo delle bombe che dilania gli innocenti.
Lo spettacolo prende alla lettera la famosa frase di George Santayana: “coloro che non ricordano il passato sono condannati a ripeterlo”. Immaginiamo che questo sia lo spunto da cui hanno tratto ispirazione i legislatori quando hanno istituito “il Giorno Della Memoria” nell’anno 2000.
Istituire per legge (e a una certa distanza di tempo) il Giorno della Memoria però è solo uno dei passi, e forse nemmeno quello più indispensabile, per mantenere la memoria e non ripetere il passato. Ogni ricorrenza pone delle serie domande: esiste il rischio che le commemorazioni diventino solo una cerimonia vuota utile a ripulirsi la coscienza per un attimo per poi lasciare che le cose continuino a procedere nel modo consueto? La memoria, nella frase di Santayana, non dovrebbe essere “attiva” e costante nella nostra vita? Esiste una memoria buona, efficace, che porta a modificare la realtà in meglio e una memoria cattiva, inutile, che permette esattamente il contrario?
Voci autorevoli hanno segnalato il lento e inesorabile attuarsi di un processo di dimenticanza fin dal 1946, appena un anno dopo la scoperta di Auschwitz. In quell’anno, viene attuata l’amnistia Togliatti (allora ministro di Grazia e Giustizia e membro di primo piano del Partito Comunista Italiano). Amnistia che è proseguita fino al 1966 con altri atti estesi ad altri reati commessi durante e dopo il regime fascista.
La parola “Aministia”, in questo caso, assomiglia moltissimo ad “Amnesia”, queste azioni di dimenticanza hanno impedito al paese di fare davvero i conti con il proprio passato. Lasciando, tra l’altro, molti responsabili e attori del precedente regime, ai loro posti, come se nulla fosse accaduto.
Ci si dovrebbe quindi aspettare che la società Italiana dopo la seconda guerra mondiale, sia pervasa da ripetizioni di errori e da vari atti e atteggiamenti discriminatori e violenti dal più eclatante al più sottile e raffinato.
Il nazifascismo, responsabile delle leggi razziali in Italia che hanno come conseguenza lo sterminio di massa di milioni di persone, potrebbe non essere stato completamente compreso. E la sua influenza potrebbe essere ancora al lavoro intorno e dentro a noi per farci dimenticare, per stemperare l’orrore e l’ingiustizia del fascismo con vari mezzi e strategie.
Questa dimenticanza ci porterebbe a ignorare la vera origine di un regime feroce e ci impedirebbe, ancora una volta, di evitarne le disastrose conseguenze.
Questo spettacolo desidera fornire un piccolo contributo per evitare questo pericoloso tipo di amnesia. Cercheremo di individuare quegli aspetti del potere che, lungi dall’essere stati debellati insieme al fascismo, sono tuttora presenti nelle nostre zoppicanti democrazie. Cercheremo di leggere nei nostri comportamenti quotidiani, imposti agli altri o subiti, quali costituiscono veri e propri germi di fascismo, magari più nascosto e meno ridicolo, magari più freddo e raffinato, ma altrettanto feroce e antidemocratico. Cercheremo di farlo anche indagando delle soluzioni di resistenza a questo processo di amnesia che in passato e oggi sono state proposte dai movimenti nonviolenti nel mondo.
Per evitare di cadere nel trabocchetto della cerimonia catartica che pulisce la coscienza ma che non ha alcun effetto sulla vita reale delle nostre comunità chiederemo aiuto alla forza del linguaggio multimediale, utilizzando musica e video, schemi e grafici, all’interno di una drammaturgia coinvolgente e serrata caratterizzata da una scrittura diretta, ironica, cattiva e comprensibile a tutti.

Dati Aggiornati al: 24-01-2016 11:58:44

WikiEventi.it non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

effettua il login con facebook

Categoria: Musica e Spettacoli

Quando: Martedì 26-01-2016 alle 10:30
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Istituto E. Troglia

Indirizzo: Via Cibrario 14 Ciriè

Prezzo: Gratis

Link: Sito Web dell'evento