...per rimanere sempre informati su cosa fare giorno per giorno...

> Home > Eventi a Torino del 02-04-2016 > Musica e Spettacoli > I Matti delle Giuncaie live // B*tch Boys Dj Set

I Matti delle Giuncaie live // B*tch Boys Dj Set

I Matti delle Giuncaie live // B*tch Boys Dj Set

 

 

I MATTI DELLE GIUNCAIE live
A seguire B*tch Boys Dj Set
Ingresso riservato soci Arci
Contributo Associativo: 3€

I Matti delle Giuncaie

Nati sulle sponde del “padule” (come amano dire in maremmanaccio) dall’incontro tra un poeta chitarrista e un ispirato maestro di mandolino, i neonati Matti delle Giuncaie accolsero tra loro una seconda chitarra rock, piena zeppa di suoni e suonetti, con la quale si aggiudicarono il Premio “Sipario Aperto” (Teletirreno – 2007) e poco dopo una incredibile batteria a motore. Lapo Marliani, Francesco Ceri, Andrea Gozzi e Mirko Rosi sono i suoni, i cori e le voci matte della band regina dell’Hard-Folk Maremmano. Tutti e quattro, alcuni insieme per progetti musicali o semplicemente provenienza maremmana, già da qualche tempo decisero che era arrivata l’ora di unire il rock, la musica gitana, quella folk, quella cantautoriale e la patchanka con una moltitudine di iappappà, meghe meghe, raba, gumba e giga gigumba al fine di ribadire il motto “divertirsi suonando”. A chi li addita dicendo che non scrivono i testi dei loro pezzi perché non sanno tenere la penna in mano, i matti rispondono che la sfida è soprattutto musicale. Non a caso il gruppo viene alla luce con un primo “atto matto”: tre pezzi per la colonna sonora del DVD “Salviamoci” (Carta/Cantieri Sociali) dagli strani titoli: Canapone, Il Ballo delle Canapa e Sweet Canapa (tutti e tre presenti nel primo disco “Iappappà”). Da quel momento in poi, I Matti delle Giuncaie hanno suonato in ogni tipo di struttura o luogo. Si rammentano quasi centocinquanta concerti tra, centri sociali, live club (anche internazionali), pinete sul mare, paesini sperduti, con i Gogol Bordello a Pisa, con gli amici al Congo Bar, con i Madena City Ramblers, sulla barca in palude, su una collina ventosissima, con Marco Calliari al Play, in mezzo alla gente, al Sacro Cuore a Parigi, in Sicilia, con Beppe Grillo, in mezzo alla neve, con la Bandabardò per il 25 aprile e in tanti altri posti, strani o convenzionali, “basta di sonà!” Ad agosto 2010 è uscito il primo CD (completamente autoprodotto) dal titolo Iappappà. Tredici tracce ballerine, divertenti, sensuali e commoventi per un mix di live e studio che fa da biglietto da visita alla band hard-folk maremmana per eccellenza.

Nel marzo 2016 esce il terzo album dei Matti delle Giuncaie “Noi non siamo stanchi”, quattordici brani in parte strumentali – come da tradizione del gruppo – e in parte cantati. Le musiche della band questa volta hanno duettato con la penna di Eugenio Bennato (Gioco di onde), Enrico “Erriquez” Greppi della Bandabardò (Tango Orango) e Michele Lombardi degli Scaramouche (Maremma Africa), autori dei testi dei tre brani. Il disco prende vita e forma all’interno di un antico podere nella campagna maremmana, trasformato per l’occasione in uno studio di registrazione da Davide Fatemi (Perfect10). Luoghi del cuore e dell’anima, dove le origini e il mondo attorno si mescolano e si intrecciano fortemente. Evoluzioni, viaggi presunti e reali, ritmi reinterpretati e fatti propri. Un album che più che mai vuole essere “un abbraccio al mondo” ed alla sua diversità e bellezza. Ci troviamo così dall’altra parte dell’oceano con Que bel Québec (featuring i canadesi Marco Calliari, Frédéric Péloquin e Julie Houle), in Sassonia con Uz Ti Sceglie (featuring il gruppo tedesco dei 17 Hippies), in Svezia con la Rapsodia Svedese, liberamente ispirata ad una canzone del compositore Carl Michael Bellman (1740 – 1795), a Berlino con Shawarma (featuring la marching balkan band Zastava Orkestar), a Genova con Un Matto di Fabrizio de Andrè, e più imprecisatamente in mezzo al mare, solo apparentemente persi con Gioco di Onde scritto da Eugenio Bennato, che vede la partecipazione straordinaria anche di Candida Nieri, premio UBU come migliore attrice del 2013.

I Matti delle Giuncaie sono:
Lapo Marliani – Chitarra Classica e musiche
Francesco Ceri – Mandolino & Front
Andrea Gozzi – Chitarra Acustica
Mirko Rosi – Drums

http://www.imattidellegiuncaie.it/
http://www.musichemetropolitane.it/home/noi-non-siamo-stanchi-e-il-nuovo-album-dei-matti-delle-giuncaie/

Dati Aggiornati al: 30-03-2016 11:30:16

WikiEventi.it non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.