C'è un solo modo di dimenticare il tempo: impiegarlo. Charles Baudelaire

> Home > Eventi a Torino del 23-06-2016 > Altro... > Pratiche di lavoro ed esperienze di lotta in Fiat...

Pratiche di lavoro ed esperienze di lotta in Fiat Chrysler Automobiles

Pratiche di lavoro ed esperienze di lotta in Fiat Chrysler Automobiles

 

 

Quando nel 2013 Sergio Marchionne ha annunciato la nascita di FCA (Fiat Chrysler Automobile), la geografia della produzione della Fabbrica Italiana Automobili Torino è stata oggetto di un'importante ristrutturazione. L'acquisizione della casa di Detroit ha apportato al gruppo economico oltre trenta stabilimenti negli Stati Uniti, in Messico e in Canada, ai quali si sono aggiunti quelli che sono stati inaugurati a partire dal 2014.

Nonostante in Italia ci siamo abituati a una progressiva estinzione di FIAT dal panorama industriale, la forza lavoro del gruppo subalpino oggi riunisce 234.691 lavoratori in 164 stabilimenti distribuiti in 150 Paesi.

La configurazione del nuovo costruttore globale ha favorito significative crescite al capitale degli azionisti ed ha imposto un importante sforzo di riorganizzazione delle politiche del lavoro. Produrre in 150 paesi diversi significa avere a che fare con 150 costituzioni, giurisprudenze, discipline contrattuali, dinamiche sindacali e culture del lavoro.

Il discorso ufficiale di FCA sostiene la rappresentazione di un processo di convergenza globale delle strategie di organizzazione e controllo della produzione. A dare sostegno a questa filosofia è il World Class Manufacturing (WCM), un programma di standardizzazione, presentato come " linguaggio comune" delle diverse culture del mondo FCA.

Il WCM non si limita a garantire un modello di gestione della produzione, ma ha anche l'obiettivo di costruire un solido consenso intorno alle politiche dell'impresa attraverso la formazione continua della manodopera e incoraggiando il lavoro di squadra, con dinamiche di partecipazione orizzontale.

Questo sistema coinvolge, forma e responsabilizza la forza lavoro, con lo scopo di neutralizzare i potenziali conflitti, spingendo lavoratrici e lavoratori a una sorta di auto-subordinazione agli obiettivi dell'impresa.

D'altra parte, quando si guarda da vicino l'esperienza delle operaie e degli operai, si ha un'impressione molto diversa rispetto al discorso ufficiale del programma WCM.

Il 23 di giugno il collettivo WOTS? Walking on the South riunirà ricercatrici e ricercatori, lavoratrici e lavoratori e delegati sindacali provenienti da differenti territori della produzione di FCA (Turchia, Messico e Italia) per riflettere sulle pratiche di lavoro e le esperienze di lotta che hanno caratterizzato la vita quotidiana negli stabilimenti del gruppo industriale torinese negli ultimi anni.

////////////////////////////////////// PROGRAMMA //////////////////////////////////////

Campus Luigi Einaudi dell'Università degli Studi di Torino. Lungo Dora Siena 100, Sala Lauree Blu, Edificio D1, piano terra.

MODERA
· Daniela BARBERIS, Dottoressa di ricerca in Scienza Politica e Relazioni Internazionali presso l'Università degli Studi di Torino
INTERVENGONO
· Federico BELLONO, FIOM-CGIL Torino: " La FIAT nell'era Marchionne" .
· Delegati delle TEKSID di Carmagnola e altri stabilimenti torinesi FCA.
· Interventi dagli stabilimenti della TEKSID in Messico e della TOFAS in Turchia (in collegamento).
· Paolo MARINARO, Università Autonoma del Messico - WOTS: " Lavoro, globalizzazione e relazioni sindacali nella frontiera Messico-Stati Uniti" .
· Clash City Workers, proiezione del video: " Gli incompatibili di Melfi" .

Dati Aggiornati al: 19-06-2016 22:49:01

WikiEventi.it non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

effettua il login con facebook

Categoria: Altro...

Quando: Giovedì 23-06-2016 alle 15:30
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Campus Luigi Einaudi

Indirizzo: Lungo Dora Siena 100 Torino

Prezzo: Gratis

Link: Sito Web dell'evento