Difficile non è sapere una cosa, ma sapere far uso di ciò che si sa. Han Fei

> Home > Eventi a Torino del 15-06-2013 > Musica e Spettacoli > STOCKHOLM e CHI VA PER MARE....

STOCKHOLM e CHI VA PER MARE....

STOCKHOLM e CHI VA PER MARE....

 

 

Le compagnie IL GIOCO DEI FOLLI e FRUTTI DI SCENA
presentano

info e prenotazioni:
biglietteria@teatroaraldo.it
011.207.58.59

01| STOCKHOLM - RAPIRSI
dalle h.21.00

Un giovane rampollo dell'alta società è stato rapito a scopo riscatto e segregato in un luogo-non luogo; un rapimento che si fa lungo e noioso: al rapito non resta che aspettare, chiuso in un metro cubo di spazio claustrofobico, isolato nel silenzio dei suoi rapitori. Cosa resta del tempo che passa? Un morboso attaccamento al rapitore, che lo porterà a sviluppare una proiezione con chi lo sta facendo soffrire.

Uno studio primario e intimista sugli effetti della sindrome di Stoccolma.

02| CHI VA PER MARE
Dedicato ai sognatori
h.21.45

Dalla cima del suo albero, come in cima alla coffa di un veliero in tempesta, Joshua scrutava il mare. E sognava. Da quelle parti (North Mountain, Nuova Scotia) i sogni si pagano in nasi blu e mani tagliate dal vento. Sogna più a lungo chi resiste di più al freddo.

Lui sognava più di tutti. Nei giorni di nebbia i suoi occhi, stretti a fessura, affondavano nel mare bianco, tra i fantasmi di Melville. Con il bel tempo, invece, correvano dietro alle baleniere fino all'orizzonte. Laggiù, oltre la grande curva del mare, gli occhi cedevano il posto ai sogni. E i sogni correvano come raffiche di maestrale. Forse fu allora che, stretto al suo albero, giurò che per tutta la vita li avrebbe inseguiti e che alla fine, lui e l'albero della sua nave, come una cosa sola, li avrebbero raggiunti. Diede un nome al suo sogno. Lo chiamò il raggiungimento della felicità. Sognò di farlo proprio così: stretto al suo albero. E sognò di farlo come nessuno lo aveva mai fatto: Solo. Anche lui, come i vecchi marinai del porto, sarebbe tornato. Anche lui, giù al porto, avrebbe raccontato la sua storia ai bambini. Una storia, però, che orecchie umane non avevano ancora ascoltato.

Non perse tempo. Si imbarcò a otto anni. E a cinquant'anni suonati partì per il suo giro in solitaria.

Il capitano Joshua Slocum concluse la sua impresa, per certi aspetti ineguagliata, il 27 giugno 1898, dopo aver navigato per circa 46.00 miglia e aver toccato isole e porti di tutti i continenti.

regia: Anna Abate e Frank Polacchi
in scena: Anna Abate, Frank Polacchi, Paolo Carenzo e Giovanni Pupino

Dati Aggiornati al: 18-05-2013 12:33:08

WikiEventi.it non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

effettua il login con facebook

Categoria: Musica e Spettacoli

Quando: Sabato 15-06-2013 alle 21:00
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Teatro Araldo

Prezzo: 7.00

Link: Sito Web dell'evento