Godi il giorno, confidando meno che puoi nel domani. Orazio

> Home > Eventi a Torino del 15-06-2013 > Vita Notturna > The Original DANCEHALL PON THE RIVER - in...

The Original DANCEHALL PON THE RIVER - in session: Marco Dread 'ls Dj Nina 'ls Mad˛ Che Crew Youth #9 season.

The Original DANCEHALL PON THE RIVER - in session: Marco Dread 'ls Dj Nina 'ls Mad˛ Che Crew Youth #9 season.

 

 

Sabato 15 Giugno una notte tutta in levare, con le sonoritÓ a noi pi¨ amate profuse dall'isola caraibica che noi pi¨ amiamo, per ritagliarci un posto al " sole" nella cittÓ del Po.

Que Viva Murazzi presenta:

The Original DANCEHALL PON THE RIVER #9 season.

ai controlli:

- MARCO DREAD (Mad˛ Che Crew / Build Back - inna jugglin' session)

- DJ NINA (from Novi Ligure, Al).

- MAD˛ CHE CREW youth.

start @ 23 - entrata ad offerta libera [benefit impianto musicale]

@ Csa Murazzi, MUrazzi del Po, lato dx da p.zaa Vittorio - Torino.

In oltre 23 anni di presenza ai Murazzi il CENTRO SOCIALE AUTOGESTITO MURAZZI Ŕ stato accusato e calunniato nei modi peggiori. Queste offese ci sono state rivolte in tantissime occasioni attraverso la carta " imbrattata" , trasmissioni televisive pi¨ o meno d'approfondimento o con presunzioni di analisi sociologiche. Ma in tutti questi anni queste accuse ce le siamo scrollate di dosso, non ci hanno scalfito. Come le piene del fiume Po che lasciano al loro passaggio fango e liquami queste accuse provano a rovinare e infangare un'esperienza di lotta e di rivendicazione dei diritti che Ŕ radicata nel tessuto sociale della nostra cittÓ.
Il CSA Murazzi Ŕ nato nel lontano 1989 quando i Murazzi non erano ancora il cuore pulsante della movida torinese ma un'area abbandonata e deserta della cittÓ lasciata in mano allo spaccio e al degrado. Fin dai primi anni dell'occupazione i compagni e le compagne del CSA Murazzi hanno contribuito a migliorare e riqualificare l'intera area attraverso iniziative culturali e politiche dimostrando un grande legame e affetto con il territorio.
Oggi si pu˛ trovare il CSA Murazzi in tutte quelle battaglie sociali che vedono l'opposizione alle politiche di privatizzazione dei servizi ai cittadini. Basta vedere i tagli ai trasporti pubblici, i tagli alla sanitÓ regionale e alla chiusura degli ospedali, al taglio delle borse di studio, come anche al problema abitativo. Basta per rendersi conto di come l'amministrazione comunale intenda risolvere i problemi, li scarica sui cittadini!
Con leggi,delibere,ordinanze e polizia.
Il piano d'ambito sui murazzi rientra in questa logica che porta a dissolvere il tessuto cittadino e a rimpiazzarlo con una movida pagata a caro prezzo, riducendo ogni momento delle nostre vite, che sian servizi o socialitÓ, in moneta sonante. Crediamo sia pi¨ importante come centro sociale cercare un'alternativa al modo di vivere quotidiano. Un'alternativa allo sfruttamento della persona ridotta a cliente tramite la discussione, l'autorganizzazione e la valorizzazione delle competenze delle individualitÓ di ognuno secondo i propri bisogni in un'accezione di solidarietÓ tra le genti.
Lo scorso martedi ( 14 maggio 2013 ) Ŕ scattato il blitz della procura che ha portato al sequestro dell'intero impianto musicale del centro sociale in seguito alle indagini sui Murazzi coordinate dal PM Padalino.
L'operazione con cui Ŕ stato eseguito il sequestro Ŕ stata davvero in grande stile: in tutti gli altri locali si sono presentati i Vigili Urbani, per noi invece Ŕ stato messo in piedi un operativo di polizia degno di un incursione nel rifugio di un boss mafioso con camionette, lampeggianti,discesa e scale dei Murazzi bloccate e presidiate.
Quella di Martedi 14 Maggio rappresenta una vera e propria provocazione,probabilmente dettata dal fatto che il centro sociale aveva da subito risposto all'ordinanza sull'intera area dei Murazzi con la campagna " Que Viva Murazzi" respingendo il presunto piano di riqualificazione dell'area e restituendo un luogo storico della cittÓ alla citttadinanza.
Il CSA Murazzi non Ŕ un locale commerciale o privato, Ŕ un centro sociale,uno spazio liberato da logiche di profitto ed Ŕ un posto dove Ŕ possibile ascoltare musica o sedersi sui tavolini senza l'obbligo della consumazione o bersi una birra o un amaro a prezzi popolari.
Il CSA non paga tasse perchŔ il collettivo che lo gestisce non si arricchisce, nessuno di noi lavora al CSA ma siamo tutti lavoratori, studenti,disoccupati, giovani, uomini e donne che al CSA dedicano il loro tempo libero.PerchŔ lo facciamo? PerchŔ siamo militanti comunisti, con una chiara e cosciente analisi della societÓ.Una societÓ che esclude i pi¨ deboli condannandoli ad una vita d'inferno.
Noi sappiamo bene chi siamo e conosciamo altrettanto bene il nostro passato di lotta, il nostro presente e il nostro futuro. Facciamo parte della storia dei Murazzi e della cittÓ di Torino di cui abbiamo scritto assieme a tutti gli altri posti occupati pagine importanti di dignitÓ e determinazione.
Siamo sulle rive del Po e siamo qui per restare.

Un sequestro non spegne il csa!!!

" Que Viva Murazzi" continua....

Dati Aggiornati al: 03-06-2013 11:42:20

WikiEventi.it non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

effettua il login con facebook

Categoria: Vita Notturna

Quando: Sabato 15-06-2013 alle 23:00
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Csa Murazzi

Prezzo: --

Link: Sito Web dell'evento