...per rimanere sempre informati su cosa accade attorno a noi...

> Home > Eventi a Torino del 14-11-2012 > Mostre e Cultura > PANORAMI DEL REGNO DI SARDEGNA

PANORAMI DEL REGNO DI SARDEGNA

PANORAMI DEL REGNO DI SARDEGNA

 

 

Mercoledì 14 novembre 2012, alle ore 17.00, presso la sala conferenze della Fondazione Accorsi - Ometto, si terrà la seconda conferenza del ciclo PANORAMI DEL REGNO DI SARDEGNA.
Dino Carpanetto, professore associato in storia moderna, Università di Torino, parlerà degli Stati sabaudi sotto il regno di Vittorio Amedeo III (1773-1796).
Le vedute di Vittorio Amedeo e del figlio Angelo possono essere lette non solo dal punto di vista stilistico ed estetico, sulla base della creatività individuale e del preparazione culturale, ma anche come riflesso dell'universo sociale, ideologico e politico dell'epoca.
Durante il regno di Vittorio Amedeo III (1773-1796), si intensificano i rapporti internazionali della corte e delle famiglie aristocratiche che cominciano a mandare i figli a studiare all'estero per intrecciare legami d'interesse. I salotti della nobiltà subalpina, l'Accademia Reale, ma anche le ambasciate diventano luoghi di socialità e di circolazione di notizie dal mondo, idee e confronti. Anche nelle istituzioni della cultura, come l'arsenale, i teatri anatomici, l'orto botanico, si respira una nuova aria. Da qui la nascita della Reale Accademia delle Scienze (1783) che entra immediatamente nel novero delle più rinomate istituzioni scientifiche europee.
Il regno di Vittorio Amedeo III rappresenta quindi una svolta rispetto al passato: si riformano le amministrazioni locali; si prosegue il lavoro di omologazione dei territori orientali, consolidando i sistemi fiscali; si riqualificano le città, non solo rendendole più belle, ma anche più sicure e pulite; si potenzia la viabilità, rendendo carrozzabili le principali reti stradali del Regno sabaudo.
Una nuova attenzione viene data anche alle periferie, ridefinendo i rapporti con il centro: medicina, botanica, fisica, chimica trovano nuovi estimatori e professionisti che vivono nel territorio e lo coinvolgono nelle loro ricerche. Dalla cultura botanica si sviluppa anche l'interesse e la scoperta della montagna, vissuta come laboratorio geologico e naturalistico.
Il paesaggio agrario, le città, le atmosfere sociali e le identità locali non possono quindi più essere rappresentate dal Theatrum sabaudiae, che fino ad allora aveva offerto una descrizione aulica della regione. La stessa percezione del paesaggio muta: gli idilliaci quadretti di una realtà bucolica, popolata da contadini in felice armonia con la natura, non hanno più senso d'esistere. Ecco perché le vedute di Angelo Cignaroli in qualche modo possono essere viste come il riflesso dei mutamenti di un'epoca.

Ingresso libero per i visitatori della mostra, presentando il biglietto d'ingresso.



Dati Aggiornati al: Wed 31-10-2012 12:09:57

WikiEventi.it non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

effettua il login con facebook

Categoria: Mostre e Cultura

Quando: Mercoledì 14-11-2012 alle 17:00
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Museo Accorsi - Ometto

Indirizzo: Via Po 55 Torino

Prezzo: Gratuito

Link: Sito Web dell'evento