Vivere bene è meglio che vivere. Aristotele

> Home > Eventi a Torino del 20-05-2014 > Food & Drink > Aperitivo Magnetico | Tank | martedì 20 maggio |...

Aperitivo Magnetico | Tank | martedì 20 maggio | Torino

Aperitivo Magnetico | Tank | martedì 20 maggio | Torino

 

 

*****aperitivo MAGNETICO******

direttamente dal mondo delle idee di Platone per calarsi nell'inferno di San Salvario...

Creative Commons - Copy Left - Amore - Rivoluzione

- ogni martedì dalle 19 al Tank

a cura di @giuliagiordi

la scorsa settimana abbiamo incontrato la musica magnetica del Duo-dans-le-Vent*&SenzaNome
abbiamo parlato di luna piena, di riti ancestrali, di parole magnetiche con editori beccati " per caso" al Salone del libro. Abbiamo visto il doc autoprodotto " Le voci della Cavallerizza" e immaginato insieme idee e pratiche di riappropriazione della città.

martedì 20 continuiamo il viaggio con un antropologo, cantastorie, un nuovo V.I.P. di San Salvario dalla sua esibizione alla Casa del Quartiere, uno di quelli che vengono fermati per strada tanto è forte la sua energia. Gli sguardi si illuminano quando si parla della sua musica e della sua idea di Amore. Questo martedì tenteremo di " sentire" il suo fluido magnetico e diffonderlo per tutta Torino e oltre... Sveglia bimbi! Ecco a voi:

MARCO POLLAROLO


Il musicista cantore è Marco Pollarolo, economista e antropologo, proviene da anni di esperienza in Africa occupandosi di cooperazione, antropologia medica e teatro sociale. Prima dell'Africa ha collaborato con alcune compagnie teatrali
del Monferrato come menestrello e cantastorie.

Nel suo lavoro di tre anni in Senegal si è ispirato alle tecniche del teatro dell'oppresso (teatro forum) adottandole come strumento di ricerca, restituzione e convalida ai fini di esplorare le relazioni di genere, la salute sessuale e riproduttiva e l'accesso alla salute in alcune comunità rurali.
Formatosi alle tecniche del teatro dell'oppresso con Barbara Santos (TdO di Rio de Janeiro), Vincent Vidal e Barbara Mamone del Teatro dell'Oppresso di Parigi, é il referente per l'approccio antropologico delle azioni teatrali che l'associazione Globe di Parigi promuove in Senegal.
Collabora con il Centro etnopsichiatrico Mamre di Torino come antropologo ed operatore di teatro dell'oppresso (con adolescenti, rifugiati e richiedenti asilo, badanti).
A livello di tecniche attoriali ha seguito dal febbraio al luglio del 2013 una formazione finalizzata alla preparazione di una performance ispirata al testo di Paolo Rumiz, " La cotogna di Istanbul" per la regia di Enrico Gentina con il quale continua nel 2014 una formazione sui " fondamentali dell'attore" .
La chitarra se la porta sempre appresso come un fucile o come un ombrello. Sua madre dice sempre: " Tanto studiare per poi fare il vagabondo!"



------------------------------------------------------------------


L'aperitivo del martedì al Tank si apre a nutrimenti terrestri autoriali***. Ogni martedì ci sarà spazio per chi sperimenta magie, possibilità di fruizione collettiva delle opere d'arte, auto narrazioni, ipotesi di scritture indipendenti, giochi erotici meta teatrali, insorgenze, progettazione di nuovi mondi.

Rigorosamente opere copy left - non protette da SIAE.

Per chi ha bisogno di uno spazio per creare, produrre, uscire allo scoperto, o navigare nell'oro.
Per artisti, collettivi, gruppi informali: tutto è ammesso. Scritture complesse, psichedeliche, oniriche, senza parole, meta fiction, flussi d'incoscienza, riti dionisiaci del contemporaneo, sogni di paradisi underground e ossimori dell'inciviltà. Apriamo le pareti del cervello, spalanchiamo i cuori, liberiamo i corpi e lasciamo spazio infinito all'immaginario...

Tutti i linguaggi sono avanzati. Non ci sono limiti alla creatività. Il martedì al Tank è un invito ad abbattere le frontiere di ogni sorta, è un invito a immaginare insieme nuove forme di sperimentazione artistica, narrazioni del presente in più lingue, dialetti, forme pensiero.


***questo è uno spazio per:


- Autrici e autori, attori del presente;
- Corpi liberati, streghe, angeli, maghi, scrittori, eroi, sante meretrici, studenti, maestri, matti, danzatori, poeti, liberi pensatori, asceti, porno-terroristi, nomadi, architetti, sacerdotesse queer, antipsichiatri, fisici, trans gender, effusori di desiderio e rivoluzione, alieni, amazzoni, sexworkers, visionari, lavoratori dello spettacolo, blogger, oratori di strada, veggenti da piazza, Hacker, streetartist, artigiani, miss dragqueen, cineasti, videoartisti, performer, ricercatori mindfulness, musicisti, illusionisti, giocolieri, badanti, ipnotisti, " borderline" , esseri divini;
- chi non ama le categorie e i ruoli ed è sempre in ricerca, soprattutto nel 2014 qui ed ora;
- chi non ama le call rivolte solo ai " giovani" , solo in lingua italiana, solo, esclusivamente, eccetto che.. e tutte le forme avversative e privative/istiche della creatività
- chi incarna i propri bisogni e crea ogni giorno città e comunità che si confacciano ai propri sogni più arditi
- creatori di spazi e tempi liberati
- Migranti di prima seconda, terza generazione decolonizza(n)ti
- Rivoluzionari o pseudo rivoluzionari alle prime armi
- Auto-recuperatori, auto-gestori
- Gente che ogni giorno prova ad autodeterminarsi

È uno spazio prima di tutto d'incontro, confronto collettivo, uno spazio in divenire.

****le bacheche di fb sono fuori tempo massimo, ora tocca creare tante bacheche collettive per le vie di San Salvario!*****


È un appello ai lavoratori precari dell'immateriale, a chi ogni giorno fa del proprio corpo, della propria " visione" , del proprio intuito mezzi di produzione collettivi: uniamoci! È uno spazio antifatica e antisfruttamento. Uno spazio in cui il ritmo lo crea chi partecipa.

Attenzione: Questa non è la Rivoluzione! si tratta semplicemente di un aperitivo con contributi artistic COPY LEFT _ CREATIVE COMMONS a San Salvario, Torino.

Gli spunti sono: Come narrare, interpretare, rivoluzionare il presente? Come autodeterminare i contesti in cui viviamo?
La città che cambia e ci cambia, che relazioni vogliamo, che tipo di città? il maschile, il femminile coesistono nelle decostruzioni di genere,? Abbiamo ancora bisogno dell'identità?
È possibile decolonizzare le lingue del contemporaneo?
Come liberare la fruizione? Come creare una comunità di Autori all'attacco? Rielaborare i conflitti, perché?
Mangiatori di punk e cultura si uniscono, la digos sta già in all'erta.

San Salvario che sconfina, Torino meticcia entra al Tank girl e ne esce ancora più in crisi..

L'aperitivo magnetico è osmosi pura. è il fluido del Cambiamento. L'universo che entra in scena. È la struttura destrutturata che esce dai fogli di Escher..

_____

Base: Tank Girl, Torino

Tempo: da metà maggio a luglio 2014, ogni martedì dalle 19 a quando non ci buttano fuori a forza

Lingue: meticce, fisiche, analogiche, ubriache di vita, postatomiche, politicallyscorrectTTTT

Armi disponibili: empatia, regia, spazi (verticali e orizzontali) bagni, lavagna a gesso gigante, mezzi di produzione vari ed eventuali, ufficio comunicazione, e non ultimo e molto importante: rimborso spese e provviste per il viaggio...

Info per i richiedenti asilo artistico: senza limiti di immaginario e numero artisti, meglio se scenografie snelle, materiali eco e/o di riciclo, opere mobili, possibilità di uscire in strada;

PrimaAccoglienza: Presentazione del progetto, dello studio, dello spettacolo in 10 min max al Tank e/o in max3000 battute, se ci sono foto, teaser, una drammaturgia e/o video, materiali extra, portare al Tank il martedì sera. Non c'è modo di mettersi in contatto via internet per partecipare all'aperitivo. Si accettano solo presenze fisiche, o al massimo contatti telepatici. @giuliagiordi

Dati Aggiornati al: 16-05-2014 14:56:31

WikiEventi.it non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

effettua il login con facebook

Categoria: Food & Drink

Quando: Martedì 20-05-2014 alle 19:00
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Tank

Indirizzo: Via Bernardino Galliari 20 F Torino

Prezzo: --

Link: Sito Web dell'evento