Difficile non è sapere una cosa, ma sapere far uso di ciò che si sa. Han Fei

> Home > Eventi a Torino del 28-05-2014 > Musica e Spettacoli > Cavallererizza reale | mercoledý 28 maggio | VI...

Cavallererizza reale | mercoledý 28 maggio | VI giorno

Cavallererizza reale | mercoledý 28 maggio | VI giorno

 

 

h 10 cantieri di lavoro, messa in sicurezza di parte degli spazi, progettazione spazi scenici, riunioni gruppi

**h12 pranzo liberato - ognuno porta ci˛ che vorrebbe trovare e condividere. Siesta per un tempo indeterminato nella Cavallerizza reale, patrimonio UNESCO, bene comune liberato da 6 giorni nel cuore di Torino

***h16 Liturgia - Lab Permanente di Domenico Castaldo verso una festa di creazione scenica collettiva:

Un'azione Animatrice Della Carne E Incarnazione Dell'Anima. Intesa in senso etimologico, dal greco, liturgia significa azione del popolo. La forma Ŕ di un concerto vocale in cui si liberano energie vitali. Ci sono solo tre regole perchÚ si realizzi: non fare del male a se stessi, non fare del male agli altri, cantare pi¨ piano di chi guida.

Gli invitati seguono i canti, i testi e le azioni del gruppo guida, nel loro sviluppo: vi si pu˛ prendere parte, e, condotti, aprirsi con propri testi e canti o solo assistere. Il teatro Ŕ da sempre un rito laico. Sebbene non individui una divinitÓ cui indirizzarsi, prevede un ordine di trascendenza che affonda la propria radice nell'essere umano, nella carne, nell'organicitÓ. Liturgia Ŕ un'azione corale, improvvisata ma strutturata e condotta, tesa al coinvolgimento di chi ne prende parte. Un lavoro organico fondato sul cantare in gruppo, sulla commistione tra attori e spettatori, su azioni fisiche e testi.

ISPIRAZIONE
" Il rito aiuta a sopportare una sorta di crisi di presenza, e abbisogna di una partecipazione emotiva profonda, senza la quale cessa di esistere" , scrive l'antropologo De Martino ma la profonditÓ della partecipazione si deve coniugare con la possibilitÓ di prenderne parte. La convergenza di tre modelli di teatro (narrazione, azione e canto a cappella) ci porta ad una forma di composizione che si riappropria del rituale: un gruppo di attori invita un gruppo di partecipanti a seguirli. Il modello Ŕ quello delle forme Rituali antiche.

MOTIVAZIONE
Il corpo Ŕ il " tempio in cui dio dimora attraverso lo spirito" , il teatro Ŕ l'atto di corpi che si incontrano ed Ŕ una disciplina che offre un esempio di pratica, cura e osservazione del SÚ: il messaggio passa nel come si fa oltre che nel cosa si fa. Al di lÓ delle parole sul sacro si tratta di un esempio di coinvolgimento diretto di chi lo desidera in un concerto vocale in cui si liberano energie vitali. Un evento che sia animatore della carne e incarnazione dell'anima.

METODOLOGIA
LITURGIA Ŕ una ricerca dell'espressivitÓ insite nei soggetti e nell'insieme, dei testi contemporanei di autori capaci di posare gli occhi sul mondo per trascenderlo.

****h 19 assemblea pubblica di coordinamento inter-gruppi

****h 20 PROGETTAZIONE IN SCENA
a cura di CO.H piattaforma artistica di progettazione partecipata

Incontro scenico/progettuale aperto a creatori, artisti, cittadini e spettatori


" In questi giorni a Torino la Cavallerizza Ŕ Reale.
Gli occupanti ci chiedono di essere presenti.
E a noi interessa offrire tempo che generi altro tempo accogliendo tutti senza il rischio di riserve indiane.

Questa sera, come ieri, alle otto, ci saremo con la nostra " Progettazione in scena" .
La piattaforma CO.H Ŕ un'esplosione di linguaggi e una fonte di creazione artistica rinnovabile.

La nostra esperienza nasce come idea di " coabitazione artistica" condivisa (art co.housing) facendo confluire proposte e idee progettuali in un contesto collettivo e partecipato con il fine di presentare al pubblico il frutto di un lavoro in divenire.

Una festa per gli occhi.

Il pragmatismo creativo viene messo a disposizione del contesto per gli sviluppi singoli e di gruppo,
con sensibilitÓ a progetti non convenzionali che creino " scena" ribaltando i modelli culturali giÓ dati.

Vogliamo essere creatori che sviluppano visioni di un'arte performativa rigenerata. E crediamo che Cavallerizza possa essere un punto di incontro comune. Un pre-testo funzionale per scrivere le nostre pagine insieme.

Il motore Ŕ la creazione artistica.
Siamo delle piccole fabbriche.
Non produciamo niente di utile. Non vendiamo prodotti realmente materiali ma visibili. Quello che produciamo si chiama " senso" .

Cosa faremo? Attiveremo i motori" . COH


a seguire:

Il kebab vegetariano di GermogliaTo e musica dal vivo

GermogliaTo Ŕ una rete di contadini, artigiani,produttori,produttrici e consum-attori.
Da alcuni anni Genuino Clandestino ha fatto un percorso pratico di ricomposizione tra ambiente, produzione,distribuzione e consumo dei prodotti agricoli, a favore dell'acquisto diretto dai produttori attraverso l'abolizione dell'intermediazione.
I mercatini nascono dall'interazione tra spazi sociali, piccoli produttori e sostenitori (consum-attori)
nella convinzione che 'fare la spesa' sia un'azione fortemente politica.
Genuino Clandestino nasce nel 2010 come una campagna di comunicazione per denunciare un insieme di norme ingiuste che, equiparando i cibi contadini trasformati a quelli delle grandi industrie alimentari, li ha resi fuorilegge. Per questo rivendica fin dalle sue origini la libera trasformazione dei cibi contadini, restituendo un diritto espropriato dal sistema neoliberista.

Ora questa campagna si Ŕ trasformata in una rete dalle maglie mobili di singoli e di comunitÓ in divenire che, oltre alle sue iniziali rivendicazioni, propone alternative concrete al sistema capitalista vigente attraverso diverse azioni:

Costruire comunitÓ territoriali che praticano una democrazia assembleare e che definiscono le proprie regole attraverso scelte partecipate e condivise;
Sostenere e diffondere le agricolture contadine che tutelano la salute della terra, dell'ambiente e degli esseri viventi, a partire dall'esclusione di fertilizzanti, pesticidi di sintesi, diserbanti e organismi geneticamente modificati; che riducono al minimo l'emissione di gas serra, lo spreco d'acqua e la produzione di rifiuti, e che eliminano lo sfruttamento della manodopera;
Praticare, all'interno dei circuiti di economia locale, la trasparenza nella realizzazione e nella distribuzione del cibo attraverso l'autocontrollo partecipato, che svincoli i contadini dall'agribusiness e dai sistemi ufficiali di certificazione, e che renda localmente visibili le loro responsabilitÓ ambientali e di costruzione del prezzo;
sostenere attraverso pratiche politiche (come i mercatini di vendita diretta ed i gruppi di acquisto) il principio di autodeterminazione alimentare ovvero il diritto ad un cibo genuino, economicamente accessibile e che provenga dalle terre che ci ospitano;
salvaguardare il patrimonio agro alimentare arrestando il processo di estinzione della biodiversitÓ e di appiattimento monoculturale;
sostenere percorsi pratici di " accesso alla terra" che rivendichino la terra " bene comune" come diritto a coltivare e produrre cibo; sostenere esperienze di ritorno alla terra come scelta di vita e strumento di azione politica;
sostenere e diffondere scelte e pratiche cittadine di resistenza al sistema dominante;
costruire un'alleanza fra movimenti urbani, singoli cittadini e movimenti rurali, che sappia riconnettere cittÓ e campagna superando le categorie di produttore e consumatore. Un'alleanza finalizzata a riconvertire l'uso degli spazi urbani e rurali sulla base di pratiche quali l'autorganizzazione, la solidarietÓ, la cooperazione e la cura del territorio;
sostenere le comunitÓ locali in lotta contro la distruzione del loro ambiente di vita.

Dati Aggiornati al: 27-05-2014 14:20:19

WikiEventi.it non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

effettua il login con facebook

Categoria: Musica e Spettacoli

Quando: Mercoledì 28-05-2014 alle 10:00
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Cavallerizza Reale

Indirizzo: via Giuseppe Verdi 9 Torino

Prezzo: --

Link: Sito Web dell'evento