WikiEventi.it utilizza i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Utilizzando il nostro sito web e continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies.
APPROFONDISCI - ACCETTO

Niente ha bisogno d'esser modificato quanto le abitudini degli altri. Mark Twain

> Home > Eventi a Bologna del 23-11-2018 > Musica e Spettacoli > Madri e figli. Amore e fragilità

Madri e figli. Amore e fragilità

Madri e figli. Amore e fragilità

 

 

Venerdì 23 novembre, alle ore 19, l'Aula Magna dell'Ospedale Maggiore (largo Nigrisoli, 2 - Bologna) ospita il secondo dei tre appuntamenti de “Il corpo delle donne. Corpo sociale. Una lunga storia di interazioni”, un progetto che dà voce, con il teatro e le riflessioni, alle carte dell’Archivio storico provinciale attraverso storie di vita per raccontare come sono cambiate la maternità, la salute e il benessere femminile nel territorio metropolitano di Bologna. " Madri e figli. Amore e fragilità" è il titolo dell’esito finale del laboratorio diretto da Angela Malfitano con in scena le studentesse e gli studenti del Liceo Artistico F. Arcangeli di Bologna. Lo spettacolo si compone di storie vere, cuore del progetto, tratte dalle carte dell’ONMI - Opera Nazionale Maternità e Infanzia - dell’Archivio storico provinciale di Bologna intrecciate alle pagine emozionanti di un grande autore della letteratura italiana: “La Ciociara” di Alberto Moravia. Il tema è sempre la maternità difficile o in stato di fragilità, questa volta incrementato dal tema di essere donne sole in uno stato in guerra e dalle violenze conseguenti. In scena, condotti dal respiro e dalla forza della scrittura di Moravia, le giovani voci delle adolescenti coinvolte nel percorso laboratoriale curato da Angela Malfitano e Rossella Cabiddu nelle scuole superiori di Bologna. L’appuntamento è promosso in collaborazione con il Circolo Ravone, Associazione Donne di Pianura, Casa delle donne per non subire violenza ONLUS e isArt Liceo Artistico F. Arcangeli, nell'ambito del Festival - La Violenza Illustrata per la Giornata contro la Violenza alle Donne. L’ingresso è libero. Il progetto " Il corpo delle donne. Corpo sociale. Una lunga storia di interazioni" è a cura di Collettivo Amalia. Realizzato da Associazione Culturale Tra un atto e l’altro con il contributo di Regione Emilia-Romagna, Città metropolitana di Bologna, Circolo Ravone Ordine delle professioni infermieristiche Provincia di Bologna. Con il patrocinio di Azienda USL di Bologna, Unione Reno Galliera, Comune di Pieve di Cento, Casa della Salute Navile Ordine della Professione di Ostetrica della Provincia di Bologna, Bologna Quartiere Navile! CTSSM. Ideato dal Collettivo Amalia e realizzato da Associazione Tra un atto e l’altro, con la collaborazione di Liberty Associazione. Progetto curato da Collettivo Amalia da una idea di Silvia Napoli Il Collettivo Amalia è formato da professioniste, operatrici della cultura e del sociale, artiste di teatro, giornaliste, tra cui Letizia Bongiovanni, Mara Cinquepalmi, Elena Di Gioia, Angela Malfitano, Silvia Napoli. Ricerche d’archivio Mara Cinquepalmi

Dati Aggiornati al: 19-11-2018 11:06:18

WikiEventi.it non è l'organizzatore dell'evento e non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 



Categoria: Musica e Spettacoli

Quando: Venerdì 23-11-2018 alle 19:00
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Tra un atto e l'altro

Indirizzo: Via Mazzoni 7 Bologna

Prezzo: Vario

Link: Sito Web dell'evento

 

ALCUNI EVENTI DI OGGI A BOLOGNA