WikiEventi.it utilizza i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Utilizzando il nostro sito web e continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies.
APPROFONDISCI - ACCETTO

Vivere bene è meglio che vivere. Aristotele

> Home > Eventi a Bologna del 29-11-2018 > Mostre e Cultura > Oroscopio | Summertime

Oroscopio | Summertime

Oroscopio | Summertime

 

 

Radio Exhibition On OCWR ohcristo web radio (50 minuti - dalle ore 20) Giovanni Oberti Con una playlist di Davide Bertocchi + Live Open Conversation GALLLERIAPIÙ Relay: Lisa Andreani e Mia D. Suppiej Con un testo di Matteo Barsuglia, astrofisico A cura di Lisa Andreani, Davide Bertocchi, Mirko Canesi e Mia D. Suppiej Con la collaborazione di: GALLLERIAPIÙ, CAR drde e PHROOM magazine +++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++ SUMMERTIME - The heaven is on fire (Open enterprise for future markets) Tutti ricorderanno sicuramente per molteplici motivi l’estate. Ma c’è un giorno in particolare durante i mesi estivi in cui qualcosa accade, uno sciame di stelle cadenti attraversa il cielo concedendo ad ogni fortunato di esprimere un desiderio. Nel novembre del 1833 (non c’è aria di estate, ma le stelle cadenti sono visibili con ciclicità più volte all’anno) il fisico e astronomo Denison Olmsted assisté a un diluvio di meteore caratterizzato da un quantitativo di 72000 stelle all’ora. Grazie a quell’evento Olmsted riuscì a comprendere che quella distesa di stelle proveniva da un unico punto radiale, e che la loro traiettoria partiva dal cielo per raggiungere la terra e non viceversa. Queste scoperte giunsero grazie al contributo dei cittadini che risposero all’appello dell’astronomo formulato sui giornali. La raccolta di informazioni è stata dunque collettiva sviluppandosi attraverso un modello che oggi in economia chiamiamo crowdsourcing. Il modello di sviluppo collettivo, su base volontaria o di invito degli eventuali partecipanti, genera un’open enterprise che si basa su una struttura modulabile e interdipendente. Ognuno è messo in relazione con l’altro, il proprio pensiero e sviluppo teorico, al fine di produrre una complessità che rimane appunto aperta ad altri partecipanti o altre visioni. Sulla base di questa riflessione intendiamo affrontare uno degli elementi centrali di OROSCOPIO, quale la predisposizione a creare costellazioni e relazioni, come luogo di crowdsourcing. Allontanandoci dalla definizione economica l’occasione di un nuovo contributo via radio e una discussione aperta nella sede di Gallleriapiù lascerà alle stelle e alla loro predisposizione a interpretare il futuro una nuova lettura di uno sviluppo collettivo. Per trasmettere quello che il concept si propone di elargire anche all’interno della dimensione ON AIR, Oroscopio ha pensato di raccogliere il “ciarlare” di cui lo stesso Olmsted usufruì per raggiungere le sue risposte. Il contributo di Giovanni Oberti pone un punto interrogativo sullo statuto dell’immagini. Allora perchè non raccogliere le voci di quelle stelle cadenti? Oroscopio nel ruolo di team curatoriale ha creato per l'occasione una scenografia per la sua domanda, le voci della galassia non sono comprensibili ma lasciano le tracce di echi di risposte. +++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++ ◆Davide Bertocchi, nato a Modena, vive e lavora a Parigi dal 2000. Ha studiato a Bologna all’Accademia di Belle Arti, con Alberto Garutti, e in parallelo anche al DAMS. Ha frequentato la “Hogeschool voor de Kunsten” di Utrecht dove inizia le prime sperimentazioni legate al suono. Nel 1996, dopo un periodo a New York e Los Angeles, si é trasferito a Milano, in Via Fiuggi: un basement convertito in abitazione-studio con altri artisti della sua generazione, poi considerato punto di partenza di una nuova scena milanese. Dal 1998 al 2000 vive nella casa di Maurizio Cattelan a Milano e, su suo consiglio, si candida al programma di residenze dell’Ecole de Beaux Arts di Nantes, diretto da Robert Fleck, Stephanie Moisdon e Philippe Lepeut. Nel 2000 è scelto tra i 10 artisti italiani per lo Studio Program del PS1-MoMa a New York. Nel 2002 è in residenza al National Contemporary Art Centre Villa Arson, a Nizza. Dal 2003 al 2004 partecipa al programma di residenze “Le Pavillon” al Palais De Tokyo di Paris. Il suo lavoro è esposto in importanti gallerie ed istituzioni internazionali: alla Villa Medici, Roma; Maison Rouge, Parigi; Bozar, Bruxelles; De Appel, Amsterdam; Fondation d’Entreprise Ricard, Parigi; Lyon Biennale; Palazzo Esposizioni, Roma; Fondation Louis Vuitton, Parigi; Palais de Tokyo, Parigi; Prague Biennale; La Monnaie de Paris; The Bronx Museum, New York; MoCA Shanghai, Walker Art Center, Minneapolis; Istituto Italiano di Cultura, Bruxelles e Los Angeles; alla Galerie Antoine Levi; Hopstreet Gallery; Klemm’s Gallery; Galerie Samy Abrahm. ◆Mirko Canesi è nato a Milano dove vive e lavora. Ha studiato all'Accademia di Belle Arti di Milano.Espone in spazi nazionali e internazionali, pubblici e privati: PAC, Padiglione d'arte contemporanea, Milano; PAV Parco d'arte vivente, Torino; Careof, Milano, Barriera, Torino; MAC Museo d’Arte Contemporanea, Lissone; Fabbrica del Vapore, Milano; Mole Vanvitelliana, Ancona; Kunsthalle Eurocenter, Lana; Herron Gallery, Indianapolis; Downtown Gallery, Knoxville; Leonrodhaus für Kunst, Munich; Spazio Thetis, Venezia; The Workbench International, Milano.Interessato alla pratica attiva sul territorio, effettua diversi interventi in differenti contesti ambientali. Parco delle Cave, Milano; Parco della Villa Reale di Monza; Parco Sempione, Milano; Madeinfilanda, Pieve a Presciano; Forest Art Path, Darmstadt; Gola del Furlo, Pesaro-Urbino; Oratorio di San Protaso al Lorenteggio, Milano; Parc del la Primavera, Barcellona; Edicola Radetzky, Darsena, Milano. ◆Lisa Andreani (Verona, 1993) è curatrice e critica d’arte. Vive e lavora a Torino. Attualmente lavora come assistente da Norma Mangione Gallery e come ricercatrice all’interno dell’Archivio Salvo. È Editorial Assistant per ATPdiary. Dopo una laurea triennale in Conservazione dei Beni Culturali presso l’Università Ca’ Foscari, ha completato il suo percorso formativo con una laurea magistrale in Arti Visive all’Università IUAV di Venezia. Durante un periodo di sei mesi a Berlino ha raccolto documenti e materiali nell’archivio della Berlinische Galerie con l’obiettivo di completare la ricerca per una pubblicazione sullo Scrapbook di Hannah Höch. Nel 2017 è stata selezionata per corso di pratiche curatoriali CAMPO presso la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo. Collabora con KABUL magazine, ATPdiary e OperaViva. ◆Mia D. Suppiej (Arzignano, 1988) installation-voice-text-video-audio based practice. Esplora la parola come pratica e paesaggio quotidiano, tanto nella produzione di testi quanto nelle conversazioni. Interroga le interazioni tra uno o più soggetti (~più o meno umani) osservando tra le pieghe del dato per scontato, dell’inutile o del non attraente, nei gesti, nei modi dire, o nella sospensione di questi. Nella sua ricerca il tempo e la simultaneità, l’allenamento e il desiderio sono questioni centrali. Articolando la metodologia di ricerca sociologica con le referenze visive e linguistiche della cultura pop, interroga i sistemi di potere, gli immaginari e le credenze. Come possiamo sospendere il pensiero dicotomico e divergente e utilizzare il movimento da un punto di sospensione a un altro come forza motrice inesaustibile? Dopo aver studiato Arti Visive presso l’Università IUAV di Venezia, Sociologia e Ricerca Sociale presso l’Università di Trento e Arts et Langages presso l’EHESS di Parigi, dal 2017 ha base a Bologna dove collabora con il Dipartimento Educativo del Museo MAMbo. Dal 2018 ha aperto PRONTISSIMI, un radio artist run space che propone un format di mostre radiofoniche a cadenza bimestrale all'interno di Radio Città Fujiko FM 103.1 e collabora come Editorial Assistant con e-flux Architecture. +++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++ www.ohcristo.com www.gallleriapiu.com

Dati Aggiornati al: 29-11-2018 12:28:13

WikiEventi.it non è l'organizzatore dell'evento e non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

CAUSA CORONAVIRUS TUTTI GLI EVENTI NON SONO GARANTITI.
CONSULTARE SEMPRE SITO WEB DI RIFERIMENTO



Categoria: Mostre e Cultura

Quando: Giovedì 29-11-2018 alle 20:00
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Gallleriapiù

Indirizzo: Via del Porto 48 Bologna

Prezzo: Vario

Link: Sito Web dell'evento