WikiEventi.it utilizza i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Utilizzando il nostro sito web e continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies.
APPROFONDISCI - ACCETTO

Quelli che impiegano male il loro tempo sono i primi a lamentarsi che passi troppo in fretta. Jean de La Bruyère

> Home > Eventi a Bologna del 30-11-2018 > Musica e Spettacoli > Still Recording | Cinema Teatro Orione

Still Recording | Cinema Teatro Orione

Still Recording | Cinema Teatro Orione

 

 

Reading Bloom e KAMA Productions in collaborazione con Isola Edipo 2018 presentano Still Recording - un film di Saeed Al Batal e Ghiath Ayoub ➳ dal 30 novembre al Cinema Teatro Orione a #Bologna | con la collaborazione e il sostegno di #ACEC Emilia-Romagna ✦ PREMIERE MONDIALE 75. Mostra del Cinema Venezia / 33. Settimana Internazionale della Critica, 2018 ✦ PREMIERE INTERNAZIONALE 25. Festival Internacional de Cine Valdivia, 2018 ✧ PREMI – VENEZIA 75 Premio del pubblico - Sun Film Group (#SIC33) Premio #Fipresci Premio per l'Inclusione Edipo Re Premio Mario Serandrei - per il miglior contributo tecnico (SIC) Premio il Fair-Play al Cinema - Vivere da Sportivi ✧ PREMI – FICVALDIVIA 25 Miglior lungometraggio internazionale ✧ PREMI - MENZIONE SPECIALE Jihlava International Documentary Film Festival, 2018 ✧ FILM DELLA CRITICA SNCCI - Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani - Cinecriticaweb Sncci ➳ PRESS #Ciak " RADICALMENTE POLITICO, RIVOLUZIONARIAMENTE TEORICO" L'Espresso “MALGRADO LA CRUDEZZA DI MOLTI MOMENTI, EVITANO RIGOROSAMENTE IL RICATTO DELL'ORRORE" la Repubblica " NON C'È EROISMO, NON C'È RETORICA: SOLO UN POTENTISSIMO INNO ALLA VITA" Quinlan.it “TRA I PIU POTENTI FILM VISTI A VENEZIA 75" Minima&moralia " UN PICCOLO CAPOLAVORO" Film Tv “UN CINEMA D’ASSALTO E DI DIFESA” UZAK " UN ATTO D'AMORE" MYmovies.it " VA OLTRE LE REGOLE DEL LINGUAGGIO CINEMATOGRAFICO PER DENUNCIARE UN ORRORE CHE VA OLTRE L'ORRORE" #SentieriSelvaggi " R​IFLESSIONE SUL SENSO DI ADOPERARE LA PROPRIA VENA CREATIVA, DURANTE UN CONFLITTO ESTENUANTE E CRUDELE" ​ Cinematographe.it " FONDE GLI ORRORI DELLA GUERRA IN SIRIA CON L'AMORE PER LA SETTIMA ARTE" #FamigliaCristiana “UN MAGNIFICO INNO ALLA VITA” ☞ Sinossi Saeed è un giovane cinefilo che cerca di insegnare ai giovani di Ghouta, in #Siria, le regole del cinema, ma la realtà che si trovano ad affrontare è troppo dura per seguire alcuna regola. Il suo amico Milad vive dall’altra parte della barricata, a Damasco, sotto il controllo del regime, dove sta terminando gli studi d’arte. Un giorno, Milad decide di lasciare la capitale e raggiungere Said nella #Douma assediata. Qui i due mettono in piedi una stazione radio e uno studio di registrazione. Tengono in mano la videocamera per filmare tutto ciò che li circonda, fino a quando un giorno sarà la videocamera a filmare loro... ☞ Registi #SaeedAlBatal Nato il 5 Febbraio 1988 a Tartous, Siria, Saeed Al Batal è un giornalista, fotografo e regista. Ha insegnato fotografia e giornalismo. Ha lavorato in molte radio come cronista. Scrive articoli sulla situazione siriana per agenzie ed istituzioni a livello mondiale. È uno dei fondatori della galleria d’arte online “Sam Lenses” e del progetto “Humans of Syria”. ❝Quando mi sono trasferito a Douma, ho iniziato a sentire la diferenza tra me, l’ambiente universitario e Douma. Ho imparato la parola “élite”, ovvero tutte quelle persone su torri d’avorio che parlavano a gente normale. Mi sentivo davvero male. Questo sentimento mi ha spinto ad abbandonare la vita nella capitale e a mescolarmi con la gente delle piccole città rurali intorno a Damasco come Douma, Saqba e Akraba nella Ghouta orientale, condividendo e discutendo delle loro semplici preoccupazioni. Quando è iniziata la rivoluzione, mi ha rattristato vedere come questa élite si è confusa, mancando le opportunità per partecipare a questo cambiamento. Ho cercato la possibilità di rompere le loro torri d’avorio! Fin dall’inizio ho tenuto una videocamera, e mi sono posto la domanda: chi è il pubblico di destinazione? Per me, questo film porta il desiderio di approfondire la comprensione delle contraddizioni di fronte a un flmmaker, un tentativo di cercare definizioni del termine artista e di meditare sulla loro posizione nella società; per riflettere su cosa è l’arte in tempi di rivoluzione, guerra e morte a Ghouta.❞ (Saeed Al Batel) #GhiathAyoub Nato il 20 Settembre 1989 a Yabrod, Siria, Ghiath Ayoub è un regista e visual artist con esperienza nel campo della produzione video. È cofondatore di alcuni open space in Beirut, come il “Riwaq Beirut” e il “Workshop51”. Ha partecipato a numerose iniziative sociali, tra le quali “Humans of Syria”, presentando le sue opere video e di graphic design su diversi siti web e spazi espositivi internazionali. ❝Questo flm è il mio viaggio verso Douma, verso la rivoluzione, attraverso i fallimenti e le sconfitte, verso la speranza, ma questa volta attraverso gli occhi di Milad e Saeed. È un viaggio di esplorazione della mia posizione riguardo ciò che sta accadendo, e una ricerca per le diverse opzioni che la nostra generazione ha. È un’ esplorazione per uno spazio all’interno della Siria, come si può vivere giorno per giorno, come se tutti i giorni possano essere l’ultimo e come riconciliarsi con questa idea. Mi piacerebbe capire come i miei amici sono andati così vicino alla morte e hanno vissuto così intimamente con essa. Sono usciti dal baratro a Beirut, in cerca di una nuova vita con la speranza che essa sarebbe cresciuta in questo giardino di tenebre che è il quotidiano. Quindi ho voluto tradurre l’archivio e la storia della nostra generazione in un’opera cinematografica che interseca le nostre esperienze con le esperienze di tutti quelli che lo guardano, indipendentemente dal tipo di battaglia che ognuno porta avanti.❞ (Ghiat Ayoub) ☞ Scheda film Titolo originale / Lissa ammetsajjel Titolo inglese / Still Recording Regia / Saeed Al Batal, Ghiath Ayoub Fotografia / Saeed Al Batal, Milad Amin, Raafat Bayram, Ghiath Beram, Abdel Rahman Najjar Montaggio / Qutaiba Barhamji, Raya Yamisha Consulenza artistica / Rania Stephan Produzione / Mohammad Ali Atassi – Bidayyat for Audiovisual Art Co-produzione / Jean-Laurent Csinidis – Films de Force Majeure, Meike Martens – Blinker Filmproduktion Gmbh Formato / Colore Durata / 120 min ➳ Distribuzione italiana Dopo aver stupefatto critica e pubblico alla 75. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, STILL RECORDING, graffiante lungometraggio capace di raccontare in modo epidermico le strade e i corpi del conflitto siriano, approda sugli schermi delle sale italiane generando un’esperienza distributiva inedita: #ReadingBloom e #KAMAProductions, con la partecipazione di #IsolaEdipo 2018, in collaborazione con il Cinecriticaweb Sncci. ☎ Contatti READING BLOOM www.readingbloom.com readingbloom@gmail.com +39 340 3920914 KAMA PRODUCTIONS kamaproductions.eu studiok@kamaproductions.eu +39 333 9906471 ISOLA EDIPO www.edipore.it info@edipore.it +39 347 9796490 #stillrecording #itsstillrecording

Dati Aggiornati al: 29-11-2018 12:37:13

WikiEventi.it non è l'organizzatore dell'evento e non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 



Categoria: Musica e Spettacoli

Quando: Alle 21:00 dal 30-11-2018 al 09-12-2018
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Cinema Teatro Orione

Indirizzo: Via Cimabue 14 Bologna

Prezzo: Vario

Link: Sito Web dell'evento