WikiEventi.it utilizza i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Utilizzando il nostro sito web e continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies.
APPROFONDISCI - ACCETTO

Godi il giorno, confidando meno che puoi nel domani. Orazio

> Home > Eventi a Bologna del 02-05-2019 > Musica e Spettacoli > Il nuovo cinema degli anni'60

Il nuovo cinema degli anni'60

Il nuovo cinema degli anni'60

 

 

IL NUOVO CINEMA DEGLI ANNI SESSANTA Il prossimo 2 maggio alle ore 20 si inaugurerà al cinema Lumière una nuova rassegna, promossa e organizzata, come sempre, dalla Cineteca di Bologna e dalla Galleria de’ Foscherari, che offrirà un ampio panorama del nuovo cinema prodotto nel mondo fra la fine degli anni cinquanta e tutti i sessanta. La manifestazione, aperta dal film del regista John Cassavetes, uno dei più celebri esponenti del New American Cinema, Ombre ( Shadows, 1958 ), proseguirà presso la Galleria tutti i martedì a partire dal 7 maggio, alle ore 17,30, con la proiezione di un’altra opera straordinaria, Dio nero e diavolo biondo, del brasiliano Glauber Rocha, caposcuola del Cinema Novo del suo paese. Prima di dare il programma completo dei sette eventi che costituiscono l’iniziativa, ricordiamo che Galleria e Cineteca, oltre alle recenti video rassegne, hanno già esplorato, dopo le avanguardie storiche, le nuove avanguardie cinematografiche degli anni sessanta e hanno inteso, con quest’ultima impresa, completare nella misura del possibile, il quadro di questo particolare periodo. Molti film innovativi, assieme a quelli più radicalmente avanguardistici, sono già stati presentati ai nostri spettatori nel corso degli ultimi anni, ma ne sono rimasti esclusi, per molte e comprensibili ragioni, alcuni che sono parsi agli organizzatori veramente imperdibili. Il nuovo cinema degli anni sessanta, un fenomeno epocale che ha coinvolto i più diversi paesi, ci ha offerto opere indimenticabili prodotte in America latina, Giappone, ma anche Europa, presente con il film tedesco di decisiva importanza storica Artisti sotto la tenda del circo: perplessi e con I pugni in tasca, di Marco Bellocchio, certamente uno dei maggiori registi italiani, che anticipò con il suo primo lungometraggio l’eversione del sessantotto. Abbiamo accennato al Giappone, la cinematografia di questo paese è, infatti, rappresentata da L’impiccagione, un’opera, che è assai raro poter vedere, dovuta a Nagisa Oshima, il regista più noto nel mondo, assieme ai maestri degli anni cinquanta, dell’intera cinematografia nipponica. In quanto all’America latina, oltre il Brasile, si affaccia al nostro schermo la Cuba rivoluzionaria con Memorie del sottosviluppo, film estremamente significativo, accompagnato da un cinegiornale del grande Santiago Alvarez. Infine, restando in quell’area geopolitica, la cinematografia argentina con una delle sue opere simbolo, L’ora dei forni, dovuta alla collaborazione del famosissimo Fernando Solanas con Octavio Getino, che costituirà un evento particolare perché finalmente proiettata nella sua versione integrale. PROGRAMMA COMPLETO Ombre (Shadows,1958) di John Cassavetes Cinema Lumière Giovedì 2 maggio, ore 20.00 Dio nero e diavolo biondo (Deus e o Diablo na Terra do Sol, 1964) di Glauber Rocha Galleria de’ Foscherari Martedì 7 maggio, ore 17,30 I pugni in tasca, 1965 di Marco Bellocchio Galleria de’ Foscherari Martedì 14 maggio, ore 17,30 L’impiccagione (Koshikei, 1968) di Nagisa Oshima Galleria de’ Foscherari Martedì 21 maggio, ore 17,30 Memorie del sottosviluppo (Memorias del subdesarrollo, 1968) di Tomás Gutiérrez Alea. Seguito da un cinegiornale di Santiago Alvarez. Galleria de’ Foscherari Martedì 28 maggio, ore 17,30 Artisti sotto la tenda del circo: perplessi (Die Artisten in der Zirkuskuppel: Ratlos, 1968) di Alexander Kluge. Galleria de’ Foscherari Martedì 4 giugno, ore 17,30 L’ora dei forni (La hora de los hornos, 1968) di O. Getinos e F. Solanas Galleria de’ Foscherari Martedì 11 giugno, ore 17,30 Tutti i film programmati sono in versione originale con sottotitoli italiani. Ingresso gratuito THE NEW CINEMA OF THE 1960S At 8 pm on May 2, a new film festival will open at Cinema Lumière; sponsored and organized, as always, by Cineteca di Bologna and Galleria de’ Foscherari, it will present a broad overview of the “new cinema” that was being made around the world from the late 1950s through the decade that followed. The first film in the series will be Shadows (1958) by John Cassavetes, one of the most famous names in New American Cinema. Screenings will then continue at the gallery (every Tuesday at 5:30 pm), with another extraordinary film on the calendar for May 7: Black God, White Devil by Glauber Rocha, who led the Cinema Novo movement in Brazil. Before looking at the full program of seven events, one should note that the partner institutions―in addition to recent festivals focused on video―have previously explored the avant-garde movements of the early twentieth century and the new avant-garde cinema of the 1960s; this latest undertaking is meant to give the fullest possible snapshot of a specific period. Many innovative or radically experimental films have been presented to viewers in recent years, but for a series of legitimate reasons, some key works have been left out which the organizers feel are not to be missed. The “new cinema” of the 1960s, an epoch-making phenomenon that touched countries all over the globe, yielded unforgettable works from Latin America and Japan, but also from Europe, which is represented here by the milestone German film Artists under the Big Top: Perplexed by Alexander Kluge and Fists in the Pocket by Marco Bellocchio―definitely one of Italy’s greatest directors, whose first feature-length film foreshadowed the unrest of ’68. Japan will also be in the program with Death by Hanging, a rarely shown work by Nagisa Oshima, who after the masters of the 1950s is perhaps the most internationally renowned figure in Japanese cinema. As for Latin America, in addition to Brazil, revolutionary Cuba will be brought to our screen by the landmark film Memories of Underdevelopment, with a newsreel by the great Santiago Alvarez to follow. And to remain in the same geopolitical region, we will wind things up with the Argentinian classic The Hour of the Furnaces, a collaboration between the famous Fernando Solanas and Octavio Getino―a very special event, because the film will be finally shown in its full, original version. FULL PROGRAM Shadows (1958) by John Cassavetes. Cinema Lumière, May 2, 8:00 pm Deus e o Diablo na Terra do Sol (Black God, White Devil, 1964) by Glauber Rocha. Galleria de’ Foscherari, May 7, 5:30 pm I pugni in tasca (Fists in the Pocket, 1965) by Marco Bellocchio. Galleria de’ Foscherari, May 14, 5:30 pm Koshikei (Death by Hanging, 1968) by Nagisa Oshima. Galleria de’ Foscherari, May 21, 5:30 pm Memorias del subdesarrollo (Memories of Underdevelopment, 1968) by Tomás Gutiérrez Alea. Followed by a newsreel by Santiago Alvarez Galleria de’ Foscherari, May 28, 5:30 pm Die Artisten in der Zirkuskuppel: Ratlos (Artists under the Big Top: Perplexed, 1968) by Alexander Kluge. Galleria de’ Foscherari, June 4, 5:30 pm La hora de los hornos (The Hour of the Furnaces, 1968) by O. Getinos and F. Solanas. Galleria de’ Foscherari, June 11, 5:30 pm All films will be shown in the original language, with Italian subtitles. Info: Galleria de' Foscherari Via Castiglione 2B - Bologna tel + 39 051221308 www.defoscherari.com - galleria@defoscherari.com

Dati Aggiornati al: 29-04-2019 23:18:47

WikiEventi.it non è l'organizzatore dell'evento e non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 



Categoria: Musica e Spettacoli

Quando: Giovedì 02-05-2019 alle 20:00
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Cinema Lumière

Indirizzo: Via Azzo Giardino, 65 Bologna

Prezzo: Gratis

Link: Sito Web dell'evento