WikiEventi.it utilizza i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Utilizzando il nostro sito web e continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies.
APPROFONDISCI - ACCETTO

> Home > Eventi a Bologna del 18-05-2019 > Musica e Spettacoli > Faida #2

Faida #2

Faida #2

 

 

Regia Maurizio Tonelli Musica Nicola Olla interpreti (in ordine di apparizione) Patrizia Angelone Rachele Carbone Donato Gaito Massimiliano Messere Sinossi Secondo appuntamento tratto dalla saga del Ciclo Tebano di Vittorio Alfieri. In questa pièce la protagonista, Antigone, sorella di Polinice e Eteocle, ormai vive unicamente per essere utile al vecchio padre Edipo. Giocasta, la madre l’ha lasciata dopo gli avvenimenti del primo episodio. Creonte dopo aver messo da parte Polinice ed Eteocle, diventa un tiranno liberticida, mosso soltanto da avidità di potere, e si impossessa di Tebe, emanando ordini che indignano Antigone. La protagonista cerca il coraggio per ribellarsi e in suo aiuto arriva Argia, moglie di Polinice, e Emone, figlio di Creonte e segretamente innamorato di Antigone, quest’ultimi si alleano contro Creonte dando vita a una spirale di speranza e di morte. Questo secondo appuntamento amplifica la decisione che mi ha mosso a mettere in scena questa saga in due puntate, leggendo il testo di Alfieri mi sono accorto di quanto il potere allora come oggi ha la forza di ammaliarci, di illuderci e di gratificarci mentre allo stesso tempo ci isola dal mondo e dai valori per i quali ci vantiamo di essere creature intelligenti. E nel proseguire la storia vi renderete conto di quanto le vicende scritte allora possono essere moderne e attuali su personaggi contemporanei. Note di regia Le vita ci ha regalato due strade: il desiderio e il disincanto. Il desiderio è un sentimento che può tracimare e prendere altre vie: può essere ambizione o addirittura fame di potere. Essa è un’emozione, una resa o un attacco ma a volte può essere piuttosto uno sfondo. Un irreversibile sfondo dove le trame sono fitte e senza appello: ci sottraggono la libertà di un orizzonte nuovo, ci catturano nel male più assoluto e sempre crescente. In questa pièce teatrale, tratta dal Ciclo Tebano di Vittorio Alfieri, la parola d’ordine è POTERE. L’intreccio della narrazione cattura due famiglie nelle maglie della loro stessa avversione; l’una contro l’altra incarnano la legittimità di praticarsi guerra oltre ogni possibile immaginazione, sempre motivate dal desiderio di inghiottirsi in un vortice senza coda. Ciò che conta è costruire pezzi di morte da declinare nel tempo e nello spazio, corrodere l’animo umano senza trascurare che l’esposizione al male può portare solo male a venire. Sopravvalutare il male non equivale a sottostimare il suo opposto. In questo deserto purulento di odio, fame di sopraffazione e ingiustizia si soffoca senza concedersi il plauso di un respiro di bene. Esso però arieggia comunque, è parte anch’esso dello sfondo e a volte può essere anche figura, un’eco in lontananza con la speranza di entrare in uno spazio che si dirami oltre le vie tracciate dalla vendetta o dalla rivincita. Il bene non dà riconoscimenti ma può sostenere e rivelare che il potere è un’illusione, è uno spintone verso l’abisso dentro cui è possibile augurarsi una vastità diversa, ricca di comprensione e condivisione nonostante lo sfondo ci voglia inghiottire nella sua conferma di morte. Per chi si fosse perso il primo appuntamento 31/05/2019 (Centro Culturale Almo) per info e prenotazioni tramite messenger oppure modestacompagniadell.arte@gmail.com

Dati Aggiornati al: 07-05-2019 22:40:02

WikiEventi.it non è l'organizzatore dell'evento e non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 



Categoria: Musica e Spettacoli

Quando: Sabato 18-05-2019 alle 21:00
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Officina Teatrale dei Maicontenti

Indirizzo: Via San Tommaso del Mercato 1/d Bologna

Prezzo: Vario

Link: Sito Web dell'evento