WikiEventi.it utilizza i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Utilizzando il nostro sito web e continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies.
APPROFONDISCI - ACCETTO

Tutto il resto non è vita, ma tempo. Il tempo si butta via, la vita si vive. Seneca

CAUSA CORONAVIRUS TUTTI GLI EVENTI NON SONO GARANTITI.
CONSULTARE SEMPRE SITO WEB DI RIFERIMENTO

BOLOGNA OGGI - EVENTI - SOGGIORNI A BOLOGNA - CORSI BOLOGNA - LOCALI - NEWS

TORINO

MILANO

ROMA

FIRENZE

GENOVA

NAPOLI

BOLOGNA

> Home > Eventi a Bologna del 10-12-2019 > Mostre e Cultura > Non lasciamoli soli. Stop all'accordo...

Non lasciamoli soli. Stop all'accordo Italia-Libia

Non lasciamoli soli. Stop all'accordo Italia-Libia

 

 

NON LASCIAMOLI SOLI. STOP ALL'ACCORDO ITALIA-LIBIA! Il 10 dicembre in occasione del 71° anniversario della Dichiarazione universale dei diritti umani, ci sembra opportuno mobilitare cittadini, forze politiche e associazioni affinché la giornata internazionale dei diritti umani sia un momento di riflessione sulla sospensione dei diritti che l'accordo Italia-Libia, rinnovato il 2 novembre 2019, ha messo in atto. Cosa prevede l’accordo. E’ stato stipulato il 2 febbraio 2017, promosso dal ministro dell’Interno Marco Minniti e firmato dal Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni e dal primo ministro del Governo di Riconciliazione Nazionale libico Fayez all-Sarray per la gestione dei flussi migratori. Secondo i dati di Oxfam Italia dal 2017 sono stati stanziati dal governo italiano oltre 150 milioni di euro per la formazione del personale locale nei centri di detenzione libici e la fornitura di mezzi alla guardia costiera. Inoltre l’unione europea ha elargito dal 2016 circa 328 milioni di euro per finanziare i centri di detenzione, dove ora sarebbero detenuti, secondo l’UNHCR, più di 4500 migranti. Libia porto sicuro? Al 30 settembre 2019, il 58% delle persone partite dalla Libia è stato riportato forzatamente indietro nonostante le Nazioni Unite e la CEDU abbiano ribadito che la Libia non può essere considerata un “porto sicuro”. D’altra parte, le organizzazioni umanitarie e l’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i diritti umani hanno più volte sottolineato e denunciato le torture, le violenze sessuali ed i maltrattamenti che avvengono nei campi di detenzione libici in cui uomini, donne e bambini sono condannati a vivere in condizioni degradanti ed intollerabili. Non lasciamoli soli. Chiediamo al nostro governo di sospendere questo accordo che ha prodotto morti e sospensione di diritti umani. Il 10 dicembre chiediamo ai cittadini di partecipare a questa iniziativa attraverso uno sciopero della fame e alla partecipazione dell’evento che si svolgerà in Piazza Nettuno Partecipi alla mobilitazione anche tu? Per procedere all'adesione accedi e registrati al link seguente: https://docs.google.com/forms/d/1vqNPsEh9U8uH57gLVBM6vFBd7GucsuiMmJaSdECenks Chi ha aderito: Più Europa, Radicali Italiani, Radicali Bologna

Dati Aggiornati al: 05-12-2019 13:23:42

WikiEventi.it non è l'organizzatore dell'evento e non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 



Categoria: Mostre e Cultura

Quando: Martedì 10-12-2019 alle 18:00
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Piazza del Nettuno

Indirizzo: Piazza del Nettuno Bologna

Prezzo: Vario

Link: Sito Web dell'evento