WikiEventi.it utilizza i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Utilizzando il nostro sito web e continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies.
APPROFONDISCI - ACCETTO

Il tempo è come un fiocco di neve, scompare mentre cerchiamo di decidere cosa farne. Romano Battaglia

CAUSA CORONAVIRUS TUTTI GLI EVENTI NON SONO GARANTITI.
CONSULTARE SEMPRE SITO WEB DI RIFERIMENTO

BOLOGNA OGGI - EVENTI - SOGGIORNI A BOLOGNA - CORSI BOLOGNA - LOCALI - NEWS

TORINO

MILANO

ROMA

FIRENZE

GENOVA

NAPOLI

BOLOGNA

> Home > Eventi a Bologna del 27-02-2020 > Musica e Spettacoli > LES DEUX AMIS (Due amici) di Louis Garrel

LES DEUX AMIS (Due amici) di Louis Garrel

LES DEUX AMIS (Due amici) di Louis Garrel

 

 

L'opera prima di Louis Garrel. Uno stralunato triangolo fra amicizia e amore in una Parigi notturna e malinconica. Giovedì 27 febbraio, alle ore 20:45, DUE AMICI (Les deux amis). LES DEUX AMIS (Due Amici) di Louis Garrel Francia | 2015 | 100' versione originale, sott. italiano ingresso: €5,50 ridotto: €4,50 | Alliance Française, Card Musei Metropolitani, Studenti, Soci Coop, AssoDoc, Metro-Polis, Abbonati Arena del Sole Opera prima di Louis Garrel liberamente ispirata a 'Les caprices de Marianne' di Alfred de Musset, è uno studio su precarietà e ineluttabile esclusività dell’amore. Mona (Golshifteh Farahani) è una giovane donna senza passato e, forse, senza futuro. Di lei non sappiamo da dove viene né cosa ha fatto per meritarsi di vivere in un regime di semilibertà: di giorno serve torte al limone e panini in un bar di Gare du Nord; di notte torna in carcere. Di lei, bellissima e tutta presa dai suoi problemi, si innamora Clément (Vincent Macaigne), un uomo ai margini della società, candido, stralunato e romantico. Ostinatosi, non senza una certa goffaggine, a vincere la ritrosia della sua amata che lo rifiuta e sembra preoccupata solo di non perdere il treno dopo il lavoro, chiede consiglio all’intimo amico e sodale Abel (Louis Garrel), un parcheggiatore con velleità di scrittore e una relazione disimpegnata con una ragazzina che fa ancora il liceo. Questo ultimo spinge l’amico a ‘forzare’ la situazione, impedendo a Mona di prendere il treno che deve riportarla in prigione (ma i due amici questo non lo sanno). Le conseguenze del gesto non riguarderanno solo il destino di lei, ma anche l’amicizia fra i due uomini e un sentimento che somiglia molto all’amore. «Abel. Sembra essere questo il nome scelto da Louis Garrel per il suo personaggio nei film come regista, per ora due. Del resto il padrino è un tale di nome Jean-Pierre Léaud, che di nom de plume, declinato in variazione cinematografica, se ne intende. Per un azzardo distributivo, arriva nelle sale italiane come seconda la sua opera prima, Due amici. Un film che dimostra il suo debito nei confronti dei grandi autori della #nouvellevague, un triangolo amoroso con al centro, ce lo suggerisce il titolo, più la storia di amicizia che quella d’amore. [...] Ogni mossa nei confronti di lei viene confidata e concordata dai due, come in ogni amicizia vera che si rispetti. Sono due osservatori della varia umanità di una città variegata come Parigi, alle prese con un mestiere eternamente di passaggio, in cui la malinconia è presenza costante, nobilitata però da un’ironia sottile e irresistibile. Di questo va dato merito, ovviamente, a Garrel stesso, agli attori, ma anche ad alcuni collaboratori illustri, come #ChristopheHonoré, che ha sceneggiato il film insieme al regista, e #PhilippeSarde, autore di colonne sonore meravigliose come 'L’inquilino del terzo piano', che disegna una partitura musicale in cui i tre protagonisti si muovono a perfezione. Due amici dimostra la complessità di mantenere in vita un’amicizia così stretta, come fosse una storia d’amore, cercando di superare, anche se è una missione persa in partenza, le piccole e grandi meschinità di ognuno di noi. Garrel si lascia andare a citazioni e omaggi, sempre funzionali, come la scena più bella del film, con i tre sulle barricate come comparse in un film sul maggio parigino del 1968, in un momento di cinema nel cinema esilarante e raffinato. È nato un autore, su questo non ci sono dubbi, come ha confermato il suo film successivo, magari più maturo e sofisticato, ma privo della sincerità irresistibile di questo terzetto di anime perse nella notte parigina.» [Mauro Donzelli, comingsoon.it] CINEMA TEATRO BELLINZONA Via Bellinzona 6 - BOLOGNA parcheggio gratuito in cortile interno

Dati Aggiornati al: 18-02-2020 13:22:42

WikiEventi.it non è l'organizzatore dell'evento e non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 



Categoria: Musica e Spettacoli

Quando: Giovedì 27-02-2020 alle 20:45
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Cineclub Bellinzona Bologna

Indirizzo: via Bellinzona, 6 Bologna

Prezzo: Vario

Link: Sito Web dell'evento