WikiEventi.it utilizza i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Utilizzando il nostro sito web e continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies.
APPROFONDISCI - ACCETTO

> Home > Eventi a Firenze del 30-03-2019 > Corsi > Riabilitazione delle Disfunzioni Cranio Cervico...

Riabilitazione delle Disfunzioni Cranio Cervico Mandibolari

Riabilitazione delle Disfunzioni Cranio Cervico Mandibolari

 

 

L'apparato stomatognatico L'apparato stomatognatico è un'unità strutturale e funzionale deputata a svolgere un ruolo fondamentale nella masticazione, nella deglutizione, nella fonazione e nella respirazione: questo apparato è composto dalle articolazioni temporomandibolari (ATM), dagli elementi dento-alveolari, dai muscoli masticatori, dai legamenti, dalle strutture vascolari e da quelle nervose ad esso associate. È strettamente connesso col sistema tonico posturale: è infatti ormai accettato che i disordini occlusali come le malocclusioni o le disfunzioni stomatognatiche possano determinare disturbi cranio cervico mandibolari (DCCM) in grado a loro volta di generare e sostenere squilibri posturali più o meno gravi. Il disordine temporomandibolare (DTM) I disordini temporomandibolari (DTM) sono un disturbo di una o più delle strutture sopra citate capaci di causare forti dolori e gravi disabilità a chi ne è colpito: il dolore associato con il DTM può esprimersi clinicamente come dolore masticatorio o dolore temporomandibolare, è questo ad esempio il caso delle sinoviti, capsuliti o dell'osteoartrite. Il dolore temporomandibolare può anche essere associato a disfunzioni del sistema masticatorio come clicking, blocchi articolari e limitazione del movimento. Epidemiologia ed impatto economico Il dolore facciale correlato al DTM si riscontra nel 4-12% della popolazione generale con un rapporto donne/uomini di due a uno, mentre soltanto l'1,4-7% ricerca il trattamento; segni e sintomi raggiungono un picco nella fascia di età compresa tra i 20 ed i 40 anni. La progressione verso il dolore intenso o cronico è rara ed è associata con maggiore disturbo psicologico; l'impatto sulla qualità di vita individuale e la funzione fisica è significativo quando si manifesta la cronicità. Il DTM disabilitante si traduce in una consistente perdita di giorni lavorativi ed è causa di costi elevati per il sistema sanitario. Fisiopatologia Molti aspetti dell'eziologia del DTM non sono chiari: diversamente che per una causa dentale o occlusale, esiste decisa evidenza di un background biopsicosociale e multifattoriale ad illustrare la complessa interazione fra meccanismi biologici come ad esempio quelli ormonali, stati e tratti psicologici, condizioni ambientali e macro o microtraumi. Nel dolore masticatorio, il sovraccarico dato ad esempio dal serrare i denti, microtraumi o infiammazione locale dei muscoli, producono il rilascio di neurotrasmettitori che sensibilizzano il sistema nervoso periferico e centrale. In aggiunta a meccanismi di alterata regolazione del dolore anche influenzati dagli ormoni femminili, tale sensibilizzazione può condurre ad una diffusione localizzata o più generalizzata del dolore muscolare. Recentemente anche i fattori genetici sono stati implicati nell'insorgenza del dolore masticatorio. L'artralgia della temporomandibolare può conseguire a traumi o sovraccarichi intrinseci ed estrinseci dell'ATM, come ad esempio nel bruxismo, che possono superare le capacità adattative dei tessuti articolari. In alternativa, la capacità di adattamento dell'ATM può essere diminuita per fattori intrinseci come ridotto apporto ematico e ridotta nutrizione. Nella fisiopatologia dell'osteoartrosi sono stati chiamati in causa anche fattori genetici e legati al genere. Caratteristiche cliniche Il dolore masticatorio è un dolore distrettuale, sordo, presente specialmente a livello dei muscoli che chiudono la mascella ed intorno all'orecchio, che può verificarsi a riposo e può essere aggravato durante la funzione mandibolare. Il dolore può essere più pronunciato la mattina o la sera mentre i sintomi associati riferiti dai pazienti sono limitazione del movimento, cefalea, sensazione di ostruzione auricolare e dolore cervicale. Il dolore masticatorio (DM) può essere parte di un quadro di dolore muscolare generalizzato, come nella fibromialgia. L'artralgia dell'ATM è un dolore più localizzato ed acuto di moderata intensità, localizzato all'articolazione ed ai tessuti circostanti, che si irradia prevalentemente alla regione dell'orecchio. Il dolore è aggravato durante il carico e la funzione dell'articolazione e può limitare il normale movimento e la normale funzione. Il dolore temporomandibolare è spesso associato ad un disco articolare malposizionato o disfunzionale che causa clicking o blocco articolare e che può essere una causa addizionale di limitazione di movimento. L'osteoartrosi dell'ATM può essere parte di un processo artrosico generalizzato e può essere accompagnata da crepitazione. Se si sviluppa dolore cronico, sia il dolore masticatorio che l'artralgia della temporomandibolare possono essere accompagnati da sensibilizzazione centrale e problemi psicologici come depressione, somatizzazione ed ansia. Criteri diagnostici Le linee guida dell'American Academy of Orofacial Pain (2008) ed i Research Diagnostic Criteria (RDC-TMD, 1992) suggeriscono i seguenti criteri: • Dolore masticatorio: un dolore muscolare nella mascella, tempia, faccia o area periauricolare, con dolorabilità alla palpazione in almeno 3 su 20 siti muscolari predeterminati • Artralgia dell'ATM: dolore sopra l'ATM, compreso il dolore durante il funzionamento o con movimenti mandibolari assistiti o non assistiti. Dolore alla palpazione dell'articolazione sul polo laterale del condilo e/o attraverso il meato uditivo esterno. Nessun crepitio • L'osteoartosi dell'ATM ha gli stessi criteri dell'artralgia dell'ATM, con l'aggiunta di crepitio o riscontri positivi alle indagini di imaging • La comorbidità psicosociale nel dolore masticatorio o dell'ATM viene misurata utilizzando la scala graduata del dolore cronico e le scale di misurazione per la depressione, ansia e sintomi non specifici Il corso Questo corso è stato accuratamente progettato per affrontare questi tutti questi temi e si prefigge di mostrare quali sono i possibili quadri clinici che si possono presentare, l'importanza della collaborazione tra varie figure specialistiche quali fisioterapisti, odontoiatri, gnatologi, fisiatri, chirurghi maxillo facciali, otorinolaringoiatri e logopedisti ed il trattamento fisioterapico in fase acuta, sub-acuta e cronica, il tutto supportato da letteratura scientifica. Nelle oltre dieci ore riservate alle sessioni pratiche, vengono valutati e trattati i vari distretti del complesso cranio cervico mandibolare, nonché i disturbi della postura e le varie complicanze associate a queste disfunzioni attingendo dalle più attuali tecniche fisioterapiche, osteopatiche e manipolative, scegliendo le più adatte al trattamento di questa singolare disfunzione sempre più diffusa ed ancora poco conosciuta. Obiettivi Al termine del corso il partecipante sarà in grado di: • Riconoscere e saper valutare un DTM • Saper trattare un DTM articolare, muscolare e di tipo misto • Saper riconoscere e trattare le cefalee cervicogeniche e DTM correlated • Saper distinguere e trattare una disfunzione ascendente da una discendente ed i correlati problemi di postura • Acquisire competenze specifiche e specializzate sui DTM in modo da poter eseguire un lavoro di équipe con vari specialisti deputati al trattamento di questi pazienti Programma Il corso, della durata di due giorni consecutivi (30-31 marzo " Fisioterapia e riabilitazione delle disfunzioni cranio cervico mandibolari" ), vede la responsabilità scientifica nella Dr.ssa Valeria Ferrara, fisioterapista con laurea specialistica delle professioni sanitarie e della riabilitazione e docente al Master di Gnatologia Clinica dell'Università Sapienza di Roma. La docenza è affidata alla stessa Dr.ssa Ferrara congiuntamente al Dr. Andrea Fiorini, anch'egli fisioterapista con laurea specialistica delle professioni sanitarie e della riabilitazione e docente al Master di Gnatologia Clinica dell'Università Sapienza di Roma. Gli orari per entrambi i giorni andranno dalle 9.00 alle 18.00 con due pause caffè di quindici minuti alle 11.00 e alle 16.00 e una pausa pranzo di un'ora alle 13.00. 1° Giorno 09:00 - 11.00: Cosa sono i DTM: eziologia, epidemiologia, anatomia e fisiologia dell'ATM. Relazione con il cranio, l'occlusione e la postura • Fisiopatologia dei DTM 11:00 - 11.15: Pausa Caffè 11:15 - 13.00: Sessione Pratica • Valutazione DTM secondo i DC/TMD (Diagnostic Criteria for Temporomandibular Disorders) • Compilazione scheda di valutazione • Riconoscimento segni e sintomi dei DTM • Valutazione problemi articolari e muscolari 13:00 - 14.00: Pausa Pranzo 14:00 - 16.00: Sessione Pratica • Patologie articolari e muscolari: diagnosi differenziale e trattamento 16:00 - 16.15: Pausa Caffè 16:15 - 17.00: Relazione cranio-cervico-mandibolare 17:00 - 18.00: Sessione Pratica • Valutazione e trattamento tratto cervicale 2° Giorno 09:00 - 11.00: Revisione delle tecniche viste nella giornata precedente 11.00 - 11.15: Pausa Caffè 11.15 - 12.00: Relazione cranio-cervico-mandibolare: osso ioide e lingua 12:00 - 13.00: Sessione Pratica • Valutazione e trattamento del distretto anteriore 13:00 - 14.00: Pausa Pranzo 14:00 - 15.00: Cefalea cervicogenica e cefalea DTM correlated: stato dell'arte ed attuali implicazioni terapeutiche 15:00 - 16.00: Sessione Pratica • Trattamento delle cefalee cervicogeniche e DTM correlated 16:00 - 16.15: Pausa Caffè 16:15 - 17.45: Raccomandazioni per il comportamento del paziente a casa ed esercizi di autotrattamento 17:45 - 18.00: Dibattito finale, domande e risposte, valutazione finale ECM e consegna dei diplomi
Periodo del corso: dal 30-03-2019 al 31-03-2019


Dati Aggiornati al: 04-01-2019 08:17:43

WikiEventi.it non è l'organizzatore dell'evento e non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 



Categoria: Corsi

Quando: Sabato 30-03-2019 alle 08:30
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Educatorio Del Fuligno

Indirizzo: via faenza 48 Firenze

Prezzo: Vario

Link: Sito Web dell'evento