WikiEventi.it utilizza i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Utilizzando il nostro sito web e continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies.
APPROFONDISCI - ACCETTO

Esiste un solo bene, la conoscenza, e un solo male, l'ignoranza. Socrate

> Home > Eventi a Firenze del 11-12-2019 > Sport e Benessere > Democrazia, Partecipazione, Riforme Istituzionali...

Democrazia, Partecipazione, Riforme Istituzionali Ed Elettorali

Democrazia, Partecipazione, Riforme Istituzionali Ed Elettorali

 

 

Partito della Rifondazione Comunista della Toscana, in collaborazione con Sinistra Anticapitalista della Toscana e Una città in Comune presentano:

DEMOCRAZIA, PARTECIPAZIONE, RIFORME ISTITUZIONALI ED ELETTORALI NEL PAESE E IN TOSCANA

Mercoledì 11 dicembre ore 21
Presso Sala Bridge del Circolo SMS di Rifredi
Via Vittorio Emanuele II, 303 Firenze

Coordina Leonardo Becheri, PRC Toscana
Intervengono
Prof Paolo Caretti – Università di Firenze
Francesco Baicchi – Coordinamento Democrazia Costituzionale
Maurizio Brotini – Segreteria Regionale CGIL Toscana
Un rappresentante della Segreteria Regionale ARCI Toscana
Tommaso Fattori – Consigliere Regionale “Si Toscana a Sinistra”

Sono previsti interventi di rappresentanti delle forze politiche e di cittadinanza organizzatrici, di comitati e associazioni che si occupano in Toscana di salute, ambiente, contrasto alle grandi opere, ecc
__________________________________________________________________

Le cosiddette riforme istituzionali a tre anni dalla vittoria al Referendum Costituzionale del 2016 (ad esempio taglio dei parlamentari e ruolo degli esecutivi), le leggi elettorali vigenti e il dibattito sulla necessità anche in Toscana del ritorno ad una legge proporzionale, sono temi centrali per la vita democratica della nostra Regione e del nostro Paese. E devono essere declinati in un ambito più ampio, cioè quello di una effettiva possibilità contribuire alle scelte collettive: possibilità che devono avere non solo le forze politiche, ma anche sindacati, associazioni, movimenti, comitati, cittadine e cittadini.
L’espressione di una società autenticamente democratica non può esaurirsi nella delega, tanto più quando sono vigenti o in atto leggi e tentativi di “deforme” che sempre più lasciano a ristrette oligarchie le decisioni reali, in nome di una cosiddetta “democrazia decidente” che in realtà serve a dare risposte a pochi e a svuotare di significato il voto, la partecipazione, la lotta di chi vive e opera nella società reale per i diritti di tutti e di tutte. La riduzione degli spazi democratici è evidente per tutti i movimenti, le associazioni, i sindacati, i partiti, le liste di cittadinanza che giorno dopo giorno portano avanti questa battaglia.
In una fase in cui la condizione della classe lavoratrice resta drammatica dal punto di vista dell’occupazione, dei salari e delle condizioni di lavoro, la costruzione di movimenti contro tutte le politiche di austerità, in Toscana e nel paese, unitamente alla difesa e all'ampliamento di ogni spazio democratico, costituisce la condizione per l'avviamento di politiche tese al miglioramento delle condizioni di vita di milioni di lavoratrici e lavoratori, disoccupate e disoccupati, giovani e donne in questo Paese, e per sbarrare la strada al consenso a soluzioni reazionarie.
Chi vuole una società piena e attiva, chi pensa che il voto di ogni persona debba avere lo stesso peso, chi ritiene che il conflitto sia il sale della democrazia e non debba essere né normalizzato né criminalizzato, è dalla stessa parte. Soprattutto in Toscana, terra anticipatrice di tante restrizioni democratiche: si pensi al “Toscanellum” - una legge elettorale maggioritaria in modo inaudito - ma anche al modo in cui la Regione sostiene opere come il nuovo aeroporto di Firenze, o alla rivendicazione di essere un laboratorio del Jobs Act. Siamo all’opposto di quello che ha reso la Toscana una Regione modello nel Paese, patria di un grande associazionismo diffuso, di una partecipazione democratica senza uguali, di un forte e coeso tessuto sociale che trovano nelle garanzie dei diritti e nel confronto aperto e continuo la loro linfa vitale.
Tutto questo per noi costituisce un patrimonio che vogliamo difendere e rilanciare. Per questo, per trovare spazi di azione comune per questa battaglia, vogliamo confrontarci con sindacati, associazioni, movimenti e cittadinanza, anche in vista di scadenze importanti, in cui tutti questi soggetti saranno chiamati a giocare un ruolo decisivo per il futuro della società toscana.

Dati Aggiornati al: 09-12-2019 14:46:31

WikiEventi.it non è l'organizzatore dell'evento e non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 



Categoria: Sport e Benessere

Quando: Mercoledì 11-12-2019 alle 21:00
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Teatro Di Rifredi

Indirizzo: via Vittorio Emanuele II 303 Firenze

Prezzo: Vario

Link: Sito Web dell'evento