WikiEventi.it utilizza i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Utilizzando il nostro sito web e continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies.
APPROFONDISCI - ACCETTO

...per rimanere sempre informati su cosa fare giorno per giorno...

> Home > Eventi a Genova del 07-04-2019 > Sport e Benessere > Viaggio Multisensoriale nel Bardo Thos-Grol

Viaggio Multisensoriale nel Bardo Thos-Grol

Viaggio Multisensoriale nel Bardo Thos-Grol

 

 

Un viaggio interiore nelle dimensioni ultraterrene attraverso l'esperienza visiva, il sitar indiano e i suoni mistici vocali mongolici e tibetani Voce guida narrante: Fabio Suria Throat singing tibetano, canto armonico tuva mongolico e sitar indiano: Emanuele Milletti. “Siamo tutti viaggiatori di passaggio…” La fugacità della vita e l’inevitabilità della morte sono sotto gli occhi di tutti noi eppure incredibilmente non ne siamo davvero consapevoli. Siamo solo intellettualmente coscienti di questo evento e ciò non basta. Pur essendo un evento inevitabile e naturale, una transizione esistenziale dovuta alla perenne trasformazione fisica e sottile, una legge alla quale tutto il creato partecipa, la morte è assurdamente vissuta come un qualcosa da sfuggire o ignorare e questa è un'aberrazione inammissibile. “In breve, se non siete consapevoli della morte, qualunque pratica spirituale facciate sarà solo superficiale”. (Milarepa) Ma cosa accade al momento e dopo la nostra morte? Il Bardo Thosgrol tibetano è la rivelazione, attimo per attimo, di tutto il processo del trapasso, dal momento della morte fino alla nuova rinascita. Ma chi conosce il testo, è consapevole della difficoltà di lettura di questo che è esposto attraverso simboli e metafore. Nel 2015 con Emanuele, abbiamo deciso di intraprendere un'avventura nelle rivelazioni nascoste del Bardo, codificarne i simbolismi e creare un percorso di meditazione guidata e sonora. Personalmente ho cominciato una ricerca attraverso decine e decine di documenti e testi, nel frattempo Emanuele si occupava di sviluppare le risonanze uditive. Questo lavoro affascinante e a tratti profondamente malinconico, mi ha visto immerso nel suo studio quotidianamente per ore e ore, per molti mesi. Quel periodo lo ricordo come una catarsi nell'evento che concettualmente chiamiamo morte, dell'intero processo del trapasso, ed è stato un periodo di pratica intensa sulla consapevolezza di questa. Alla fine, attraverso le rivelazioni di diversi Lama, sono riuscito a codificare i simbolismi e rendere questo testo chiaro e comprensibile, mentre Emanuele sovrapponeva alla descrizione il percorso sulle frequenze sonore. In questi ultimi mesi abbiamo completato questo progetto rendendolo multisensoriale, un viaggio psichedelico in grado di esprimere e ricreare le esperienze astrali che si paleseranno alla coscienza durante e dopo la disgregazione dei corpi energetici grossolani e sottili, e nel corso poi della loro ricomposizione. Emanuele è un profondo esploratore dei suoni, con una spiccata sensibilità alle frequenze più sottili che questi generano: Il canto armonico accompagnerà il suono di campionature molto particolari, in un flusso progressivo tra la classica e l'elettronica. Il Bardo è una rivelazione profondamente mistica, un richiamo ancestrale, ed è di buon auspicio poichè rivela che chiunque mediti su di esso, nei momenti di " lucidità" che si manifesteranno durante il viaggio, ricorderà bene le sue istruzioni, indicazioni subliminali che hanno il dono di preservare il principio-mentale in transito dal prendere decisioni errate, guidarlo nei splendidi bagliori fino a garantire una buona rinascita (concetto diverso da reincarnazione come normalmente intesa). Quindi, la meditazione su questo nostro transitare in balia delle forze cosmiche che si paleseranno nella loro piena e più spettacolare manifestazione è importantissima, perchè quando ci troveremo nel Bardo avvertire " l'eco-silente" di queste istruzioni sarà fondamentale. La meditazione sul Bardo potrebbe allora essere vitale. Ecco cosa c'è scritto: “Anche se è stato ascoltato una sola volta, ed anche se non è stato capito, verrà ricordato nello Stato Intermedio senza che se ne perda una sola parola, perché lì la mente diventa nove volte più lucida. Perciò esso deve essere portato alle orecchie di tutte le persone viventi" La rivelazione del Bardo Thos-Grol Chen Mo (La liberazione attraverso l'udire), qui in occidente conosciuto come Bardo Thodol “Il Libro Tibetano dei Morti”, fa parte degli insegnamenti del Buddhismo tibetano Vajrayana, ma è influenzato dalla religione sciamanica Bon, la religione tibetana antecedente l'arrivo del Buddhismo in Tibet. Questo evento che presentiamo è un'immersione onirica nel Chikai Bardo (il Bardo del momento della morte), nel Chonyi Bardo (Il Bardo Luminoso della Dharmata), e nel Sidpal Bardo (Bardo della Rinascita), insieme percorreremo le luci e i suoni mentali che dopo la “morte” ci porteranno alla liberazione finale o alla rinascita, un'esperienza mistica costellata da bagliori psichici, suoni e visioni. Le meditazioni saranno guidate da indicazioni precise e i partecipanti, distesi e preparati tramite il rilassamento profondo dello Yoga Nidra (Yoga del Sogno), trasportati in un viaggio onirico attraverso un flusso di paesaggi cosmici e psichedelici proiettati nel soffitto che richiamano la visione delle dimensioni ultraterrene, atmosfere magiche che si fonderanno nei suoni visionari del Throat singing tibetano, del canto armonico tuva mongolico e dei Mantra. Il seminario avrà inizio al mattino. Cominceremo con la presentazione del Bardo e proseguiremo tra mantra e pratiche contemplative con l'ultima sessione della mattina che sarà una regressione alle vite passate che avverrà attraverso un percorso guidato dalla voce di Fabio Suria e dalla musica in quadrifonia del progetto " Space Yantra" di Emanuele Milletti Nel pomeriggio seguiranno le due esperienze multisensoriali del Bardo: La prima sarà un viaggio all'interno del Bardo del Momento della Morte e della Dharmata (le luminosità eteriche), la seconda nel Sidpa Bardo, le proiezioni e le luci che conducono alla nuova rinascita. CONDUCONO IL PERCORSO: Fabio Suria e Emanuele Milletti. FABIO SURIA: Orientato inizialmente verso la via del Naguaismo tolteco, in seguito si trasferisce in India, a Tiruvannamalai (Tamil Nadu), dove nel periodo tra il 1993 e il 2005 apprende i principi di diversi sistemi Yoga per poi seguire e approfondire l'insegnamento della corrente tantrica, il Kundalini Tantra Yoga, e soprattutto della metafisica Advaita secondo l'insegnamento di Sri Ramana Maharshi direttamente nel suo ashram (Sri Ramanashramam). Praticante della meditazione Vipassana della tradizione buddhista Theravada, si specializza nel percorso del Bardo tibetano nei tre transiti inerenti al momento della morte, stati ultraterreni e rinascita. In India si diploma nel 1997 come insegnante di Yoga presso lo Yoga Institute Vivekananda Kendra di Bangalore (India del sud). EMANUELE MILLETTI: Musicista multietnico e musicoterapeuta in formazione, Ysmail è un appassionato e devoto interprete delle atmosfere musicali dell’India del Nord, chiamate Raga, atmosfere che evoca nei suoi concerti con uno degli strumenti a corde indiani più noti, il Sitar. Ascoltando un Raga indiano si entra in una vera e propria meditazione sul suono che conduce l’ascoltatore in una esplorazione consapevole di stati emozionali arcaici e archetipici. Questi stati emozionali archetipi sono stati codificati nei Raga in era post- vedica, nell’India del nord. Ysmail ha studiato la tradizione musicale di Varanasi con i noti Maestri Pandit Amarnath Mishra e Giovanni Ricchizzi, il primo proveniente da un antico lignaggio di musicisti della tradizione Benarese, il secondo, italiano, è stato premiato dal Maharaja di Varanasi per la sua devozione allo stile più antico della musica classica indiana, il Dhrupad. Affascinato dalle culture di entrambi i versanti dell’Himalaya, Ysmail ha sviluppato parallelamente le tecniche di canto armonico del Tibet e della Mongolia, tecniche diplofoniche vibrazionali. Le tecniche tibetane comportano una vibrazione così intensa e omogenea della laringe da poter accostare il timbro vocale che ne consegue a un didgeridoo, lo strumento armonico a fiato tipico degli aborigeni australiani; questa tecnica, nota normalmente come “throat singing”, viene infatti chiamata anche “didgeridoo vocale”. Questo tipo di canto armonico viene utilizzato dai monaci tibetani Mahayana durante la recitazione dei sutra buddhisti e durante le cerimonie. Le tecniche vocali armoniche mongoliche, chiamate “tuva singing” comportano lo sdoppiamento della voce in due componenti: un tono fondamentale e una serie di note armoniche molto alte e dal timbro cristallino che ne ricalcano la scala. L’effetto è quindi quello di ascoltare due voci contemporaneamente. I nomadi mongoli usano queste tecniche per le loro musiche tradizionali e per richiamare gli animali. Nel corso del seminario sul Bardo Thos-Grol, Ysmail accompagnerà le meditazioni guidate di Fabio Suria con la musica indiana, con il canto di mantra tibetani utilizzando le tecniche di canto armonico, oppure combinando Sitar e mantra insieme. Verrà utilizzato a questo scopo un sistema di amplificazione acustico che Ysmail ha chiamato Mandala Sonoro, grazie al quale i suoni vengono direzionati elettronicamente nello spazio senza modificarne la natura: l’effetto è quello di un’onda sonora che avvolge e rende palpabile, fisica, la percezione del suono, permettendo all’ascoltatore di vivere un’esperienza musicale vivida che lo calerà direttamente nell’atmosfera delle meditazioni.

Dati Aggiornati al: 26-03-2019 23:18:48

WikiEventi.it non è l'organizzatore dell'evento e non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 



Categoria: Sport e Benessere

Quando: Domenica 07-04-2019 alle 09:00
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Centro YOGA

Indirizzo: VIA DE NICOLAY 26 R Pegli Genova

Prezzo: Vario

Link: Sito Web dell'evento