WikiEventi.it utilizza i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Utilizzando il nostro sito web e continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies.
APPROFONDISCI - ACCETTO

...per rimanere sempre informati su cosa fare giorno per giorno...

> Home > Eventi a Genova del 14-06-2019 > Musica e Spettacoli > Festival Delle Periferie 2019 - XVII Edizione

Festival Delle Periferie 2019 - XVII Edizione

Festival Delle Periferie 2019 - XVII Edizione

 

 

Il Festival delle Periferie è alle porte, giunto alla sua 17ma edizione. Dopo il grande ritorno alle origini di due anni fa, sarà di nuovo il parco di Villa Rossi a Genova Sestri Ponente ad accogliere la rassegna di tre giorni organizzati dall’associazione culturale Metrodora, da venerdì 14 a domenica 16 giugno 2019. Come già successo negli ultimi anni, le serate saranno tematiche: avremo un venerdì dedicato alle varie sfumature della scena punk e hardcore, il sabato un cast più vicino al mondo indie e alternative, infine il Black Sunday, dedicato alle sonorità hard & heavy; il tutto cercando di dare spazio sia alle band emergenti che a realtà già consolidate, allo scopo di rendere il festival una vetrina per la scena musicale di Genova e dintorni, comprese le vicine riviere di levante e ponente e non solo. Headliner delle serate saranno venerdì (serata Park in Drublic) i genovesi L.E.I.S.F.A. con il loro energico hardcore, sabato (serata Rock’n’roll exhibition) lo stoner, hard rock e heavy metal (non privo di sperimentalismi) dei Burn the Ocean; infine, domenica (Black Sunday), sotto la direzione artistica di Trevor (Sadist, Trevor & The Wolves), nome storico della scena metal ligure, chiuderanno Il Segno del Comando con la loro miscela originale tra metal e progressive. Ad affiancare questi tre nomi ci saranno quasi venti band. Si partirà dalle 18 con un programma preserale ricchissimo, che potrete accompagnare con un aperitivo nel giardino o una cena al nostro angolo ristoro. La cucina aprirà alla stessa ora e il menù prevederà anche alcuni piatti tipici liguri, oltre ai consueti hot dog e salsicce. Confermata anche quest’anno la selezione di birre artigianali che si andrà ad aggiungere a bibite, gelati e caffè del nostro bar. Chi vuole staccare qualche minuto dalla musica potrà fare due passi tra le bancarelle di artigianato: vestiti, bigiotteria, oggettistica, stampe, e godere appieno del meraviglioso parco di Villa Rossi. Ma il pubblico non sarà solo quello presente nel parco: grazie alla diretta video in streaming sarà possibile seguire quello che succede sul palco anche tramite YouTube e Facebook. Sito ufficiale: https://festivaldelleperiferie.it/ INGRESSO GRATUITO ---------- Venerdì 14 giugno: Park in Drublic ---------- Anche questa edizione sarà caratterizzata da un venerdi dedicato al punk e all’hardcore, curata nuovamente da Flamingo Records. Il 14 giugno dalle ore 18.30 sul glorioso palco di Villa Rossi a Sestri Ponente si esibiranno sei band liguri che si sono particolarmente contraddistinte durante la stagione. Ecco il programma della serata: Stiglitz: il suono perfetto per cominciare la giornata più maleducata del Festival delle Periferie, nuovissima band oi! Di Sampierdarena, due voci e ritornelli che sfido tutti a non imparare subito a memoria. Antifascismo e voglia di fare sono il motore pulsante di questa band che siamo sicuri farà parlare di sé in giro per lo stivale. I Sassi: due chitarre minimali, drum machine ipnotica, un po’ Devo un po’ Skiantos, testi in italiano da cantare tutti insieme, fino all’apice della già iconica “anguscia e maccaia” brano esistenziale in genovese che inneggia al mood tutto ligure di avere già il belino inverso e in più ci si mette pure il meteo. Go Cannibal!: un pezzo di Memphis trapiantato nel cuore delle Marche, Garage Punk sporco e marcio come è giusto che sia, per i più esperti riconoscibili le influenze di spessore di quella che sarà la band più esperta del venerdì el’unica da fuori regione. Blues stonato e punk 77′ alternano il puro garage anni 90′, una band da non perdere! Small Thing: presenteranno il nuovo album su Flamingo Records, punk rock ed hardcore mescolati per sparare fuori mezz’ora di ossimori punk tra chitarre melodiche e dissonanze vocali. Classico power trio a sostegno della scatenata cantante e frontman Monica, con loro può essere un successo o un disastro totale, venite ad applaudire o tirare pomodori. Mangiatutto: punk? Non solo. Patchanka? Anche! La band più matta e coinvolgente della serata, un’occasione per divertirci, ballare e far festa all’aperto con i savonesi delle famiglia Burning Bungalow. Se siete dei musoni questo sarà il momento di andarvi a prendere una birra al bar, invece se avete voglia di fare casino come noi, vi aspettiamo in prima fila a muovervi con questa ciurma di pazzi scatenati. L.E.I.S.F.A.: dopo l’uscita dello stupendo Liturgie di Fallimenti e Sconfiitte, pubblicato dalla genovese Lanterna Pirata, Luca ed i suoi fantastici amici hanno macinato date e raggiunto la maturità giusta per essere gli headliner di questa edizione del Festival delle Periferie. Partiti poco più che adolescenti con un energico progetto hardcore, i cinque si sono rafinati sempre più nella stesura di canzoni cariche di emozioni ed influenze accumulate suonando ed ascoltando ogni tipo di musica. Una band che è realmente la summa di più individui dai background sicuramente diversi ma con la comune attitudine punk a fare da collante. ---------- Sabato 15 giugno: A rock’n’roll exhibition ---------- Il sabato del Festival delle Periferie come già nelle ultime edizioni, sarà caratterizzato dalla varietà di generi musicali, ed è curata direttamente dall’associazione culturale Metrodora. Il 15 giugno dalle ore 18.30 sul glorioso palco di Villa Rossi a Sestri Ponente si esibiranno sei band liguri che si sono particolarmente contraddistinte durante la stagione. Ecco il programma della serata: f o l l o w t h e r i v e r: atmosfere rarefatte e cantautoriato raffinato per cominciare la giornata più eterogenea del Festival delle Periferie; Filippo Ghiglione, il Bon Iver genovese, è senza dubbio uno dei nomi di punta di questo 2019, un live richiestissimo sia in solitaria che con la band. Le Astronavi: Il progetto multimediale di Gianmaria Rocchi, artista eclettico proveniente da Multedo, periferia industriale genovese. Come potrete dedurre dal brano che proponiamo qui sotto, le influenze tra indie e post punk producono una miscela originale con liriche molto interessanti. Orco: il nuovo progetto di Fabrizio Gelli a otto anni dallo splendido album d’esordio a nome eSMEN. Villa Rossi, come giusto che sia (essendo Gelli l’ideatore originale del nostro festival), sarà la prima esibizione live della band composta anche da membri di White Mosquito e Od Fulmine. Li attendiamo con grande curiosità. Frusta & Spillo: sicuramente una delle rivelazioni dell’anno in corso, il duo sestrese fresco di album d’esordio (l’ottimo Lebrileu). Partiti da sonorità street hip hop e approdaio ad un rock più convenzionale ma per nulla banale, Spillo Conchiglia e Frusta Maciupiciu sono tra gli interpreti più interessanti della nuova onda cittadina. De Android: Altra rivelazione dell’anno in corso, il duo formato da Stefano Agnini (che conosciamo molto bene, avendo fatto parte, tra gli altri, di La Coscienza di Zeno, Vico dell’Amor Perfetto e La Curva di Lesmo) e dalla splendida vocalist e artista visuale Siren Z. Con il loro synth wave vicino a certo dream pop (Cocteau Twins, Beach House) incanteranno sicuramente la platea di Villa Rossi. Burn the Ocean: Il finale di serata introdurrà il Black sunday del giorno successivo con la presenza di una band di grandissimo spessore, che proprio quest’anno ha pubblicato l’atteso disco d’esordio su lunga durata, dal titolo Come clean. Il loro stile è una miscela omogenea tra stoner, hard rock e heavy metal, non privo di sperimentalismi. Gli ex 2Novembre si avvalgono della presenza come quarto membro dell’ottimo vocalist (Nerve/Ritual of Rebirth) e chitarrista Fabio Palombi. Imperdibili ---------- Domenica 16 giugno: Black Sunday ---------- La domenica del Festival delle Periferie come già nelle ultime edizioni, sarà caratterizzato dai suoni hard & heavy, e quest’anno sarà a cura di una grande personalità in tale ambito, quale Trevor dei Sadist, unico direttore artistico. Il 16 giugno dalle ore 18.30 sul glorioso palco di Villa Rossi a Sestri Ponente si esibiranno sette band liguri che si sono particolarmente contraddistinte durante la stagione. Ecco il programma della serata: Il Segno del Comando: Sono una band prog/dark metal attiva dal 1995. La loro musica è stata influenzata dalle prog band del passato, quali: Goblin, Balletto di Bronzo.. Dopo aver consolidato il rapporto con la ‘Black Widow Records’ la formazione ligure è uscita a novembre 2018 con il nuovo album dal titolo ‘Lo Zero Incantantore’, e sta continuando il tour di supporto al disco stesso. Bellathrix: Il progetto Bellathrix strizza l’occhio al metal targato eightiees. A farne parte sono musicisti che nel corso degli anni hanno maturato esperienze davvero molto importanti, tra questi Steve Vawamas al basso (Mastercastle, Ruxt, Shadows of Steel), Lally Cretella già chitarrista delle Steel Drama, la singer Stefania Prian (Snake, Rock It), Elisa Pilotti batterista che vanta numerose collaborazioni anche a livello internazionale. Powerdrive: Fanno dell’energia il loro punto di forza. Hard’n’Heavy sanguigno e diretto, senza troppi fronzoli, suonato con passione e tanto cuore. I Powerdrive dopo aver siglato un accordo discografico con la ‘Diamonds Prod’ hanno dato alla luce l’album ‘Rusty Metal’. Prosegue intanto lungo lo stivale il tour a promozione del nuovo full lenght. MadHouse: I MadHouse sono una Rock Band a tutti gli effetti, il loro sound è contaminato da tutti gli elementi che caratterizzano il genere. La band lombarda capitanata dalla singer Federica Tringali dimostra determinazione e voglia da vendere. Dopo un primo ep, che ha riscosso ottimi giudizi da parte della critica è tempo dell’album d’esordio, dal titolo ‘MadHouse Hotel’, prodotto da ‘Dysfunction Production’. La band dopo un tour nei paesi dell’est ha ripreso a suonare nel nostro paese. Toolbox Terror: I Toolbox Terror sono un combo ligure dedito a un death metal old school ispirato a band oltreoceano, tra queste: Cannibal Corpse, The black Dahlia Murder, Suffocation. La band è uscita recentemente con il nuovo album ‘Unidentified Flash Object’ fuori via MASD Records. Al ‘Festival delle Periferie’ metteranno a ferro e fuoco le prime fila. Loculo: Sulla scia di band quali: Kreator, Sodom e Destruction i Loculo hanno ricevuto lo scettro del thrash metal di vecchia scuola. Con passione e dedizione hanno saputo portare la propria musica in giro per l’Italia e non solo, così all’interno d’importanti festival e di supporto a band internazionali. Il thrash metal grazie a band come i Loculo continua a godere di ottima vita. No Regrets: I No Regrets sono una band giovanissima con un’età media di 19 anni.La band fa della caratura tecnica il punto di forza, quello che sorprende è la disinvoltura di ogni membro della formazione ligure, i musicisti sono tutti in possesso di grandi capacità. I No Regrets uniscono tecnica e riffs graffianti, cercando di creare e sperimentare nuove soluzioni, una band da tenere assolutamente in considerazione. ---- INGRESSO GRATUITO ----

Dati Aggiornati al: 25-05-2019 11:09:27

WikiEventi.it non è l'organizzatore dell'evento e non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 



Categoria: Musica e Spettacoli

Quando: Alle 18:00 dal 14-06-2019 al 16-06-2019
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Parco Villa Rossi Sestri Ponente

Indirizzo: -- Genova

Prezzo: Gratis

Link: Sito Web dell'evento