WikiEventi.it utilizza i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Utilizzando il nostro sito web e continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies.
APPROFONDISCI - ACCETTO

Difficile non è sapere una cosa, ma sapere far uso di ciò che si sa. Han Fei

> Home > Eventi a Genova del 12-11-2019 > Mostre e Cultura > Incipit Festival 2019 - In Cammino

Incipit Festival 2019 - In Cammino

Incipit Festival 2019 - In Cammino

 

 

Di seguito tutto il programma delle sei giornate. Per trovare il vostro evento e gli appuntamenti preferiti dovete scorrere fino a trovarli. Non ci è permesso fare in altro modo. Martedì 12 novembre - prima giornata Il cammino degli scrittori tra pagine bianche e un mondo da raccontare Ore 16:00 - Castello De Albertis Corso Dogali, 18 Il mondo di Emilio Salgari, con Anselmo Roveda e Marco Paci. Dalle distese ghiacciate alle più arroventate plaghe, dalle giungle intricate alle immensità di ogni mare e oceano, Emilio Salgari (1862-1911) ha descritto nelle sue avventure letterarie la geografia e le culture di tutto il mondo. Un mondo raccontato in Atlante delle avventure e dei viaggi per terra e per mare, a cura di Anselmo Roveda e con le illustrazioni di Marco Paci, che darà vita a un live painting. L’incontro è in collaborazione con la “rivista” Andersen. Ore 17:00 - Castello De Albertis Corso Dogali, 18 Camminare scrivere sconfinare, con Antonio Moresco. Che rapporto c'è tra camminare e scrivere? Camminare -tanto più insieme ad altri- ti porta in una dimensione di espansione esterna. Mentre l'esercizio della scrittura esige espansione interna, solitudine, raccoglimento. E allora cos'è che accomuna questi due gesti elettivi? Lo sconfinamento. Ore 18:00 - Castello De Albertis Corso Dogali, 18 Saluti istituzionali. Ore 18:15 - Castello De Albertis Corso Dogali, 18 Andando, con Paolo Rumiz. Il cammino come sogno, gesto, sortilegio, andatura, metrica, narrazione, segno, condivisione, ascolto, leggerezza, memoria, teorema. Storie di un viaggiatore recidivo: ha percorso a piedi la via Appia, la più antica strada d’Europa, e ha attraversato l’Appennino terremotato da Amatrice a Visso, ma è anche arrivato in bici a Istanbul insieme ad Altan. Questi sono solo alcuni dei suoi famosi viaggi, ma un vero viaggio è starlo ad ascoltare. Ore 20.00 - Palazzo Imperiale, Saloni delle Feste, 2° Piano, Piazza Campetto 8A. Show-cooking di Lorenzo Biagiarelli. Seguirà cena con degustazione. Info, prenotazione e pagamento: Palazzo Imperiale, Saloni delle Feste, 2° Piano, Piazza Campetto 8 A, tel.: 010-8970021; email: eventi@salonidellefeste.com Ridurre l’inquinamento, tutelare la tradizione culinaria e seguire i ritmi della natura: il km 0 a tavola. Lorenzo Biagiarelli ci condurrà in un viaggio esperienziale tra cultura, ambiente e cucina, alla ricerca dei sapori del territorio, sotto lo sguardo attento della giornalista e sua compagna di vita, Selvaggia Lucarelli. Le verdure dell’orto collettivo più grande d’Europa (Campi, Valpolcevera) cucinate dallo chef più social del momento. Ore 22.00 - Palazzo Imperiale, Saloni delle Feste, 2° Piano, Piazza Campetto 8A. Qualcuno da amare, qualcosa da mangiare, con Lorenzo Biagiarelli e Selvaggia Lucarelli. Se lei ha appena pubblicato Falso in bilancia, dove racconta lo stress a cui sono sottoposte le donne nei confronti del cibo e delle diete, lui è un cuoco eclettico, che nel suo ultimo libro descrive ricette, storie e incontri di pura felicità. Una coppia che non rinuncia a condividere l’arte del buon cibo, che evidentemente è salutare per la riuscita di un amore. Mercoledì 13 novembre - seconda giornata Strade perdute Ore 11.00 - Villa Gruber, Corso Solferino 25 Wonderful Walking Genova: trekking urbano con Alessandro Vanoli: è un percorso pedonale panoramico di 5,66 chilometri di trekking urbano, jogging e fitness che, in tre tappe, unisce Mura delle Cappuccine a Castello d’Albertis passando dalla zona della Fiera e Corso Italia. Gli studenti delle scuole superiori percorreranno con Alessandro Vanoli uno dei tratti dell’Urban Trail, da Villa Gruber a Castello d’Albertis. Lo scrittore racconterà quali sono state le vie di comunicazione che per secoli hanno connesso il potente porto di Genova alle grandi arterie di traffico europeo. Il percorso è stato progettato e realizzato da A.S.Ter, con il coordinamento dell’assessorato ai Lavori pubblici e manutenzioni e in collaborazione con la Casa di Cura Villa Montallegro. Ore 12.00 - Sala del Capitano, Palazzo San Giorgio, Via della Mercanzia 2 Camminare, con Lorenzo Boldrini, medico dello sport. Quali sono gli aspetti legati all’attività fisica in quota? Come si muove il nostro corpo durante il cammino in piano e con dislivello? Fare trekking è importante e conoscere come risponde il nostro fisico altrettanto. In collaborazione con villa Montallegro. Ore 12.15 - Sala del Capitano, Palazzo San Giorgio, Via della Mercanzia 2 Il Cammino di Santiago Da sempre le strade del mondo si intrecciano l'una nell'altra. E da sempre chi le percorre sa che il mondo è fondamentalmente unito. La differenza oggi sta nella velocità e nella capillarità con cui avviene tutto questo, ma il punto non cambia: è dalle strade che riusciamo a vedere meglio l’unità del mondo. Questo è vero anche per le vie di pellegrinaggio. Santiago di Compostela su tutte, un percorso la cui crescita costante dice forse qualcosa del bisogno che abbiamo di tornare a percorrere il mondo con la giusta lentezza. Perché le strade servono a ricordarci anche questo: che mettersi in cammino richiede tempo e ascolto. Disponibilità a vedere e a cogliere il nuovo e le diversità che ci circondano. Alessandro Vanoli dialogherà con le professoresse Maura Ricca e Sara Serafini e gli studenti dell’Istituto Amoretti e Artistico di Imperia, che l’estate scorsa hanno affrontato il cammino verso Santiago, e che ricorderanno quei momenti insieme. In collaborazione con “Salone Orientamenti”. La letteratura straniera parla italiano. Ore 17:00 - Sala Auditorium, Galata Museo del Mare, Calata Ansaldo de Mari 1 Storie a quattro mani, reading a cura di Officina letteraria e di Emilia Marasco Le storie nascono in tanti modi, talvolta inaspettati. Molte storie nascono dalla realtà, dall'esperienza. Le storie nascono dalle relazioni, dall'ascolto e dallo scambio. Quando questo accade le persone crescono, le comunità crescono. Persone che scrivono storie e persone immigrate si sono incontrate a Officina Letteraria, hanno fatto amicizia, hanno condiviso parole e le hanno organizzate in testi che potrebbero essere gli incipit di storie più lunghe. Storie che ci aiutano a capire come il mondo si stia trasformando e a posare uno sguardo attento, ad ascoltare chi vive insieme a noi, ci passa accanto, ci sfiora. Storie a quattro mani, scritte per Incipit Festival Ore 18.00 - Sala Auditorium, Galata Museo del Mare, Calata Ansaldo de Mari 1 La mia storia con le tue parole, con Kaha Mohamed Aden, Elvis Malaj e Gholam Najafi. Introduce Antonella Grandicelli. Popoli interi in fermento, milioni di persone abbandonano il loro paese per colpa della guerra o della povertà. Magari anche perché non possono esprimersi a causa di feroci dittature. Raramente i protagonisti di questa epopea ne parlano in prima persona. La somala Aden, autrice di Fra-intendimenti, Gholam, autore de Il mio Afghanistan ed Elvis, di origine albanese che, con Dal tuo terrazzo si vede casa mia, è stato candidato al Premio Strega 2019 hanno pubblicato libri in lingua italiana. La migrazione non è solo un nuovo approdo geografico ma anche linguistico: le storie che il migrante porta con sé trovano nuove parole. Dalle coste della Somalia e dalle catene montuose dell’Afghanistan fino a quelle dell’Albania, nuovi scrittori usano la nostra lingua per raccontare e raccontarsi. 21.30 - sede CAI Sezione Ligure – Genova, Galleria Giuseppe Mazzini, 7/ 3 AppenninoPOP: sentieri, parole, musica, con Maurizio Carucci, Elisa Brivio e Cosimo Bruzzese. Interviene Laura Guglielmi. Maurizio Carucci, contadino e frontman degli Ex-Otago, insieme a Elisa Brivio, co-autrice e producer, e Cosimo Bruzzese, regista, presentano il tea-ser del documentario AppenninoPOP. Viaggio a piedi tra vini, montagne e rivoluzioni possibili. Un’indagine leggera e appassionata sulla Val Borbe-ra, terra selvaggia e incontaminata da cui sono scappati in molti, ma che oggi assume un valore inestimabile grazie alla creatività di donne e uomini portatori di rivoluzionarie progettualità. Carucci racconterà anche la sua esperienza tra il successo nel mondo della musica e la sua ostinazione ad andare avanti nel suo sogno di essere contadino. Evento in collaborazione con CAI Sezione Ligure-Genova. Giovedì 14 novembre Ore 17.30 - Palazzo Montanaro, dimora storica della Nuit de Gênes di Paul Valéry, salita San Francesco 7-3 La Liguria in cammino, con Marino Magliani Giacomo Revelli e Michele Vaccari. La Liguria nel Novecento si è scoperta terra di poeti, nella seconda metà del secolo passato ha iniziato a essere anche terra di narratori. Da Italo Calvino a Francesco Biamonti e Maurizio Maggiani, l’entroterra abbandonato ai rovi è diventato fonte di continua di ispirazione. Se Vaccari incentra la sua narrazione su una desolata e urbana Marassi, Magliani e Revelli fanno rivivere sulla pagina i paesini del ponente ligure. Se è Vaccari che ha scelto l’ultimo romanzo di Magliani come direttore di collana, così è successo a Magliani con Revelli. I tre autori si presenteranno l’un l’altro in un originale cortocircuito Ore 18.30 - Palazzo Montanaro, dimora storica della Nuit de Gênes di Paul Valéry, salita San Francesco 7-3 Marino Magliani a colloquio con Ilja Leonard Pfeijffer. Modera Laura Guglielmi. Pfeijffer, forse il più noto scrittore olandese, ha scelto Genova non solo come protagonista assoluta del suo ultimo romanzo, ma come patria d’elezione. Il suo è uno sguardo straniante su una città che ama terribilmente. Allo stesso tempo Magliani, nato in Liguria, vive in Olanda e alcune tra le sue pagine più belle sono dedicate al paese che lo ospita: è incantato dai suoi canali e dal modo di vivere dei suoi abitanti, dei quali in un suo libro spia l’intimità attraverso le finestre prive di tende. Brindisi conclusivo. Ore 21.30 - Casa privata in centro storico via Cairoli 1A/18. Spiragli di luce, con Emanuela Abbadessa e Riccardo Gazzaniga. Introduce Bruno Morchio. Cena a buffet con gli autori a casa dell’avvocato Cesare Manzitti, alle 20.30, prima dell’incontro che avverrà nello stesso luogo. Cosa succede se qualcuno ci nega la libertà di essere noi stessi? E se a farlo sono le persone che amiamo e temiamo di deludere con la nostra “diversità”? Due romanzi. È da lì che viene la luce di Emanuela E. Abbadessa e Colpo su colpo di Riccardo Gazzaniga ci raccontano la scoperta di un’identità difficile da gestire, in una società che non sa coltivare le differenze, quando non le combatte. Due epoche storiche molto lontane accomunate dalle stesse sofferenze ma anche dalla ricerca del proprio posto nel mondo. Cosa succede se qualcuno ci nega la libertà di essere noi stessi? E se a farlo sono le persone che amiamo e temiamo di deludere con la nostra diversità? Due romanzi, È da lì che viene la luce di Emanuela E. Abbadessa e Colpo su colpo di Riccardo Gazzaniga ci raccontano la scoperta di una identità difficile da gestire in una società che non sa coltivare le differenze, quando non le combatte. Due epoche storiche molto lontane accomunate dalle stesse sofferenze ma anche dalla ricerca del proprio posto nel mondo. Venerdì 15 novembre Ore 9.30 - Palazzo Ducale, Sala del Maggior Consiglio Alla ricerca dell’incipit, presentano Bruno Morchio e Deborah Riccelli. Gli studenti del quarto anno del liceo classico-linguistico “Giuseppe Mazzini” di Genova si sono cimentati con il racconto La casa di Asterione, tratto da L’aleph di Jorge Luis Borges. Per ogni classe verrà letto il miglior incipit selezionato da Arianna Ferri, Bruno Morchio e Deborah Riccelli. Ore 10.30 - Palazzo Ducale, Sala del Maggior Consiglio L’arte sui sentieri dello sviluppo sostenibile, con Fabio Deotto, Marco Faimali, Valentina Grasso Floris e Giuseppe La Spada. L’Agenda 2030, siglata nel 2015 dalle Nazioni Unite, ha dato a tutti i Paesi le coordinate del lungo cammino che porterà il mondo sulla strada della sostenibilità. È in questo panorama che l’arte ha iniziato a farsi ponte tra la scienza e il pubblico. Marco Faimali, ricercatore del CNR, Giuseppe La Spada, artista, esperto di comunicazione green, e Fabio Deotto, scrittore, tra i pochissimi esponenti della Climate Fiction in Italia, incontrano i ragazzi del Friday For Future Genova e la best practice tutta genovese dell’Orto Collettivo, rappresentato dalla presidente Valentina Grasso Floris e la Cosme-Green Attitude: un dialogo di conoscenza, scoperta e soluzioni concrete. Ore 15.00 - Palazzo Ducale, Munizioniere Camminando camminando. Racconti a cura degli studenti di StudioStorie. Introduce Sergio Badino. StudioStorie dà vita a un momento di lettura in cui gli studenti di narrativa leggono i racconti da loro scritti per Incipit, declinando il tema dell'edizione 2019: il cammino di una vita che nasce o quello di una vita che termina oppure le aspettative che si scontrano con la realtà. Questi e altri temi nei racconti scritti da: Michele Alessandro, Claudia Augusti, Elisabetta Baschiera, Martina Beccaro, Lorenzo Bottari, Camilla Ferroni, Antonio Lidonnici, Giulia Manno, Alice Nicolaci, Margherita Pegoraro, Marco Pirotta, Francesco Robbiano, Edoardo Testa. Ore 16.00 - Palazzo Ducale, Munizioniere L’ironia sotto il velo, con Takoua Ben Mohamed. Introduce Silvia Neonato. Si può anche sorridere di problematiche complesse che ci riguardano tutti. Guardando le cose con un certo distacco non le vediamo meglio? Così, sembra volerci dire con le sue graffianti vignette la graphic novelist di origine tunisina Takoua. Si sente una romana de Roma e a dodici anni ha deciso di indossare il velo e, in Sotto il velo, ci racconta come reagisce la gente. Nell’ultima sua fatica La rivoluzione dei gelsomini narra la storia della sua famiglia, ma cerca anche di ricostruire quella del suo paese. Crescere: quando a camminare è il tempo. Ore 17.00 - Palazzo Ducale, Munizioniere. A Spasso sulla luna, con Anna Vivarelli e Guido Quarzo. Un gruppo di bambini inventa una scuola di addestramento per astronauti nel cortile di casa immaginando rotte avventurose nel cielo: sono loro i protagonisti de La notte della luna, il romanzo scritto a quattro mani da Anna Vivarelli e Guido Quarzo. Una storia per viaggiare nello spazio ambientata al tempo in cui lo sbarco sulla luna avvenne davvero, esattamente cinquant'anni fa. Un incontro per entrare dentro questa avventura insieme ai suoi autori che ci racconteranno anche come si fa a scrivere in due, senza litigare (troppo). Anselmo Roveda presenta gli autori e coordina l'incontro in collaborazione con la rivista “Andersen” Ore 18.30 - Palazzo Ducale, Munizioniere Nellie Bly, una donna molto coraggiosa, con Sergio Algozzino, Luciana Cimino e Sara Rattaro. Introduce Elena Nieddu. " Non ho mai scritto una parola che non venisse dal cuore. Né mai lo farò. Questo è il mio motto." È una frase pronunciata da Nellie Bly, una donna che ha sempre lavorato al servizio della verità. Ne avete mai sentito parlare? Il romanzo per ragazzi della scrittrice Sara Rattaro e la graphic novel di Algozzino e Cimino a confronto sulla prima reporter della Storia, Nellie Bly. Tante le storie raccontate su di lei: da quando si finse pazza e si fece internare per portare avanti un’inchiesta su un manicomio, al giro del mondo in 72 giorni fatto in solitaria, cosa impensabile per una donna di quell’epoca. Il Medioevo, quando Genova la Superba era signora dei mari Ore 20.30 - Palazzo della Meridiana, salita San Francesco, 4 Guglielmo Embriaco, un eroe genovese dall’anima nera, con Giuseppe Conte. Introduce Andrea Plebe. Lo scrittore imperiese presenta il suo ultimo libro I senza cuore. Protagonista è il genovese Embriaco, che ha permesso la conquista di Gerusalemme durante la Prima Crociata. Il romanzo racconta il viaggio della Grifona che salpa dal porto di Genova con 192 anime a bordo: la rotta è verso il burrascoso Atlantico e le brume della Cornovaglia bretone, dove un monastero pare custodisca un misterioso manoscritto. Il comandante Guglielmo il Malo, l’Embriaco, è in cerca della verità sul Vaso di smeraldo, portato a Genova come bottino di guerra, presente sulla tavola dell’Ultima Cena di Gesù. È il Sacro Graal? È davvero l’originale? Al giorno d’oggi si chiama Catino ed è esposto nel museo della cattedrale di San Lorenzo. Ore 21.15 - Palazzo della Meridiana, salita San Francesco, 4 Il misterioso viaggio di Francesco d’Assisi in Oriente, con Ernesto Ferrero. Introduce Andrea Plebe. Nel suo ultimo romanzo San Francesco e il Sultano da poco in libreria, Ernesto Ferrero, scrittore pluripremiato e direttore del Salone del libro di Torino per tanti anni, racconta un'impresa temeraria di Francesco d'Assisi nel 1219: parte per nave alla volta dell'Oriente per raggiungere Damietta assediata dai crociati e incontra il Sultano d'Egitto. Che cosa si sono detti il giullare di Dio e il sovrano saraceno nel pieno di una guerra sanguinosa? Il capitolo più avventuroso della vita del santo raccontato dall’autore di N, premio strega 2000. Sabato 16 novembre Ore 11.00 - appuntamento sotto la statua di Mazzini, davanti all'entrata del parco di Villetta Di Negro Ascoltare le pietre: una passeggiata letteraria fra le statue di Genova, con Patrizia Traverso. Andar per statue è un modo insolito e inaspettatamente divertente per scoprire (o riscoprire) un territorio, una città, un quartiere, una via o un angolo dimenticato. Patrizia Traverso, che ha pubblicato un libro sulle statue genovesi insieme a Stefano Tettamanti, accompagnerà il pubblico in una passeggiata dove si potranno incontrare Giuseppe Cesare Abba, che ha raccontato la storia dei Mille di Garibaldi, Caffaro che ha descritto le gesta dell'Embriaco in Terrasanta, Carlo Malinverni, che ha inventato il termine che ben descrive l'inquietudine genovese, la gnagnoa e José Martí, eroe indipendentista cubano che ha ispirato Guantanamera. In caso di pioggia appuntamento in galleria Mazzini. Ore 14.00 - Palazzo Serra Gerace, Via di Sottoripa, 5 Il cammino della cura, con Andrea Contini e Ilaria Scarioni, introduce Arianna Destito. Il prendersi cura delle persone inizia con l’ascolto delle loro storie e l’osservazione di come usano il corpo. Spesso la narrazione parte da uno sguardo, una parola, una frase, un contatto solo in apparenza involontario. Sono i primi passi verso la cura che è fatta di tante piccole attenzioni. Vite sottosopra di Andrea Contini e Quello che mi manca per essere intera di Ilaria Scarioni raccontano come il cammino verso gli altri debba partire inevitabilmente da se stessi. Angolo Noir. Ore 15.15 - La Claque, Teatro della Tosse, via di San Donato Cosa c’è di vero, con Paola Ronco e Antonio Paolacci. Modera Alessandro Vietti. È la domanda che spesso si pone agli autori dei romanzi: “Cosa c’è di vero in quello che hai scritto?" Partendo da questa curiosità che spesso abbiamo quando leggiamo una storia, esploreremo insieme il cammino degli autori che, nel loro ultimo romanzo, percorrono la città di Genova. Se il lavoro degli scrittori attinge dalla realtà, quanto la modificano e quanto la rispettano? I due scrittori parleranno dei loro personaggi ma anche della vita personale, del rapporto tra i romanzi e l’attualità, fino alla cosiddetta narrativa di inchiesta. Ore 16.15 - Palazzo della Meridiana, salita San Francesco, 4 Quando il noir racconta la Storia, con Maurizio De Giovanni e Leonardo Gori. Moderano Daniele Cambiaso e Bruno Morchio. I due romanzi al centro dell’incontro sono ambientati negli anni Trenta. Con Il pianto dell'alba, ultima opera con protagonista il commissario Ricciardi, De Giovanni chiude la serie che lo ha fatto conoscere al grande pubblico. Siamo alla vigilia delle leggi razziali e si avvertono i primi venti di guerra. La nave dei vinti di Leonardo Gori prende spunto da una storia vera: l’approdo a Genova, (nella realtà a Imperia) nel 1939 di una nave carica di fuoriusciti della guerra civile spagnola. Genova è ricostruita con pregevole scrupolo. Arcieri farà tutto il possibile per scongiurare l’entrata in guerra dell’Italia, dichiarandosi alla fine, come i combattenti repubblicani del piroscafo Burrington-Combe, amaramente sconfitto dalla Storia. Ore 18.45 - Palazzo Ducale Munizioniere. Bisogno di libertà, incontro con lo scrittore svedese Bjorn Larsson. Introduce Laura Guglielmi. In tanti romanzi di Larsson il vero protagonista è il mare. L’amore per la navigazione aiuta a sentirsi liberi da vincoli e permette di incontrare persone più autentiche, molto diverse dagli abitanti spesso ipocriti che popolano le città. La sua imbarcazione si chiama Rustica ed è protagonista del Cerchio celtico, romanzo che lo ha reso famoso a livello internazionale. Tra gli altri temi da lui affrontati nella sua carriera, il terrorismo, le sette religiose e la terribile esperienza dei campi di concentramento, tematica del suo ultimo romanzo: La lettera di Gertrud. Ama l’Italia e ha un grande successo nel nostro Paese: Diario di uno scrittore di bordo e Raccontare il mare sono state scritti con un’attenzione particolare al pubblico italiano. Ore 22.00 - Muà Secret bar, Via di San Sebastiano, 13 Ricordando Andrea G. Pinketts Andrea Carlo Cappi, scrittore e traduttore, è stato grande amico e collaboratore dello scrittore noir milanese scomparso prematuramente nel dicembre scorso all'età di 57 anni. Raffinato autore di romanzi cesellati da una scrittura visionaria e barocca, Pinketts verrà ricordato dallo stesso Cappi, insieme a Maurizio De Giovanni, Leonardo Gori e Bruno Morchio. Domenica 17 novembre Ore 11.30 - Stazione del Trenino di Casella, Via alla Stazione per Casella, 15 Munirsi di titolo di viaggio nei giorni precedenti. Tre scrittrici in viaggio, con Viola Ardone, Chiara Ferraris e Cinzia Pennati. Viola Ardone, con il suo Treno dei bambini in corso di traduzione in 25 lingue è il caso editoriale italiano dell'ultima Fiera di Francoforte. È ambientato nel Dopoguerra e racconta di tanti bimbi strappati alla povertà del Sud e poi ospitati da famiglie del Nord. Introduce Deborah Riccelli. Chiara Ferraris nel romanzo d’esordio L’impromissa racconta una struggente storia d’amore tra contadini del Novecento, resa difficile dalla povertà e dai costumi dell’epoca. È ambientata nella val Polcevera, dove il magico trenino approderà alle fine del viaggio. Introduce Antonella Grandicelli. La scrittrice genovese Cinzia Pennati, autrice de Il matrimonio di mia sorella, ha un forte seguito femminile sui social network dove si espone sempre in difesa delle donne. Ci racconterà come mai ha così tanti follower su questa tematica fondamentale. Introduce Arianna Destito. Ore 15.30 - Castello Mackenzie, Mura di San Bartolomeo, 16. Donne che raccontano uomini, con Paola Tavella, Chiara Valerio ed Elena Nieddu. Introduce Andrea Plebe e interviene Laura Guglielmi. Chiara Valerio nel suo ultimo romanzo narra di un uomo che perde il cuore, ma non in senso metaforico, lo perde veramente, però continua a vivere, Paola Tavella invece ben racconta perché tante donne intelligenti si innamorano di uomini egoisti ed egocentrici, mentre Elena Nieddu, nei suoi racconti d’esordio, fa un ritratto feroce di una capocronista arrogante e racconta anche storie di amanti disperati e di separazione. Ore 17.00 - Castello Mackenzie, Mura di San Bartolomeo, 16. Stagione di caccia, con Bruno Cannucciari ed Emilio Pagani. Una graphic novel appena uscita che racconta di un paesino immerso nei boschi dove tutti si conoscono da una vita. Tre donne gestiscono un’azienda agricola di prodotti biologici, ma questo non piace ai compaesani e soprattutto a un gruppo di cacciatori. Quando cominciano a esserci dei furti in paese, la colpa ricade immediatamente sui migranti. A invadere però potrebbero non essere gli umani, ma i cinghiali. Ore 18.30 - Castello Mackenzie, Mura di San Bartolomeo, 16. Si può girare il mondo stando seduti, con Marco Buticchi. Buticchi è un salgariano convinto, ma a differenza del suo maestro per scrivere i suoi bestseller è spesso in viaggio. In una lunga chiacchierata racconterà come il suo vagabondare per i continenti e le sue letture lo portino a costruire trame indimenticabili. Leggenda vuole che nei mesi estivi scriva i suoi romanzi a Lerici issato sulla torretta della spiaggia, dove fa il bagnino. Con Salgari si è aperto il Festival e con Salgari si chiude, un piccolo giro del mondo ambientato nella Superba. Buffet e brindisi conclusivo. Tutti gli eventi sono a INGRESSO LIBERO fino a esaurimento dei posti disponibili, eccetto lo show cooking a Palazzo Imperiale di Martedì 12 novembre. Per gli incontri sul Trenino Genova-Casella di Domenica 17 novembre bisogna presentarsi muniti di biglietto da acquistarsi nei giorni precedenti, onde evitare code alla biglietteria e rischiare di perdere il treno.

Dati Aggiornati al: 11-11-2019 13:00:42

WikiEventi.it non è l'organizzatore dell'evento e non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 



Categoria: Mostre e Cultura

Quando: Alle 16:00 dal 12-11-2019 al 17-11-2019
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Genova, Italy

Indirizzo: -- Genova

Prezzo: Gratis

Link: Sito Web dell'evento

 

ALCUNI EVENTI DI OGGI A GENOVA