...un nuovo modo di condividere gli eventi che conosciamo...

> Home > Eventi a Milano del 29-09-2016 > Mostre e Cultura > Urpflanze, La natura dell'idea (29/09/2016 -...

Urpflanze, La natura dell'idea (29/09/2016 - 11/11/2016)

Urpflanze, La natura dell'idea (29/09/2016 - 11/11/2016)

 

 

Artisti:
Elizabeth Aro, Nanni Balestrini, Mariella Bettineschi,
Félix Curto, Inés Fontenla, Federica Marangoni,
Hidetoshi Nagasawa, Yoko Ono, Eltjon Valle.

29 Settembre | 11 Novembre 2016

Nuova Galleria Morone presenta Urpflanze, La natura dell'idea.

La mostra prende origine dai principi nodali degli studi di J. W.Goethe, espressi in prevalenza nel testo: La metamorfosi delle piante (1790) e riguardanti le riflessioni sul rapporto che l’uomo stabilisce con la natura. Goethe, infatti durante i suoi studi botanici scopre che all’interno dell’infinita varietà e molteplicità della natura è presente un elemento unitario, primigenio; egli si convince che tutte le forme delle piante si possono far derivare da una pianta sola, una pianta originaria, formata da pochi elementi infinitamente mutabili e duplicabili.
La pianta primordiale, la Urpflanze (così la chiama Goethe), ci consente di creare una sintesi tra il singolo e l’universo, tra il sensibile e l’ideale e ci premette di cogliere la legge interna al manifestarsi dei fenomeni.
L’analisi della mostra si verte quindi sul concetto del divenire forma, considerando come non solo la natura si conserva pur rinnovandosi, ma come tale pensiero può essere esteso all’arte e quindi alla creatività.
Gli artisti invitati partono da tali presupposti, riflettendo sulla visione che, secondo Goethe non esiste differenza tra realtà fenomenica - oggettiva e idea - soggettiva, ma entrambe sono parte dello stesso concetto, della stessa realtà, presupponendo quindi che non vi è alcuna distinzione, tra arte e scienza, intesa la prima come espressione della fantasia, della soggettività e del mondo interiore, mentre la seconda come manifestazione dell’oggettività e del mondo esteriore, dei fatti. Goethe vede il mondo come un’immensa totalità in cui il fisico e lo spirituale sono indistinguibili. All’interno del mondo avviene un perenne mutamento, che implica la molteplicità nell’unità; si può parlare di una sorta di metamorfosi continua del vivente, in perenne trasformazione, che tuttavia nel divenire rimane sempre se stesso. Le opere in mostra indagano l’idea di arte intesa come Rivelazione, che emerge dalle origini dell’essere e quindi come l’arte unitamente alla scienza e alla natura divengano interpreti dei misteri dell’universo.
La finalità è quindi ricercare e trovare l’Idea: perseguire attraverso l'arte, la natura e la scienza quello Spirito Universale che è insito in ogni energia creativa.

___________________________________________________

The Nuova Galleria Morone is presenting the exhibition titled: Urpflanze: The Nature of the Idea

The exhibition originates from the crucial principles of the studies by J.W. Goethe which are in the main expressed in the text titled The Metamorphosis of Plants published in 1790 treating his reflections regarding the relationship that man establishes with nature. In fact, it was during Goethe's botanical studies that he discovered that inside the infinite variety and multiplicity of nature there is a unitary and primogenial element. Goethe believed that all plant forms can be derived from a sole plant, an original plant, made up of few, infinitely changeable and duplicable elements.
The primordial plant, the Urpflanze as Goethe termed it, allows us to create a synthesis between the individual and the universe, between the sensitive and the ideal, allowing us to grasp the internal law that exists in the manifestation of phenomena.
The analysis of the exhibition therefore focuses on the concept of the becoming of form, considering how not only nature preserves itself whilst at the same time renewing itself but also how this thought can be extended to art and, in consequence, to creativity.
The artists invited to take part in this exhibition start out from this presupposition, reflecting on the vision that according to Goethe no difference exists between phenomenal (objective) reality and subjective idea but that both are part of the same concept: that they are part of the same reality and thus presupposing that there is no distinction between art and science (the first being understood as expression of imagination, subjectivity and the interior world whereas the second is understood as the manifestation of objectivity and of the external world, the world of facts). Goethe perceived the world as an immense totality in which the physical and the spiritual were indistinguishable. Within the world a perennial changing takes place which implies/involves multiplicity in unity. One can talk about a sort of continuous metamorphosis of the living, in constant transformation which in its becoming, however, always remains the same. The works on exhibit investigate the idea of art conceived as Revelation which emerges from the origins of being and therefore as art which together with science and nature become interpreters of the mysteries of the universe.
The aim is therefore to look for and find the Idea: by means of art, nature and science to pursue that Universal Spirit which is intrinsic in every creative energy.

Dati Aggiornati al: 16-09-2016 13:34:05

WikiEventi.it non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

effettua il login con facebook

Categoria: Mostre e Cultura

Quando: Giovedì 29-09-2016 alle 18:00
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Nuova Galleria Morone

Indirizzo: via Nerino n°3 Milano

Prezzo: --

Link: Sito Web dell'evento