WikiEventi.it utilizza i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Utilizzando il nostro sito web e continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies.
APPROFONDISCI - ACCETTO

Il tempo è la cosa più preziosa che un uomo possa spendere. Teofrasto

> Home > Eventi a Milano del 22-05-2017 > Musica e Spettacoli > Milano, via Padova di RezzaMastrella / ancora in...

Milano, via Padova di RezzaMastrella / ancora in sala!

Milano, via Padova di RezzaMastrella / ancora in sala!

 

 

resiste ancora al Cinema Beltrade, MILANO, VIA PADOVA, del duo artistico Rezzamastrella, un'immersione visiva e un'inchiesta giornalistica in una della zone più vive e multietniche di Milano. ► lunedì 22 maggio ➽ ore 12.40 continua? dipende anche da te! seguici su www.cinemabeltrade.net ● MILANO, VIA PADOVA ● un film di Antonio Rezza, Flavia Mastrella, con Antonio Rezza, Flavia Mastrella, sceneggiatura: Antonio Rezza Flavia Mastrella, fotografia: Marco Tani, Flavia Mastrella, montaggio: Barbara Faonio, suono: Massimo Simonetti, Interprete multilingua: Adil Bahir, distribuzione: Antonio Rezza, Flavia Mastrella Italia, 2016 ● 70 minuti ➽ Antonio Rezza e Flavia Mastrella riprendono in mano microfono e telecamera e ritornano, come ai vecchi tempi di Troppolitani, a condurre interviste a corpo libero. Questa volta lo scenario è diverso, e le contingenze storicamente differenti: dai luoghi affollati di Roma ci si sposta a Milano, nella vivacissima Via Padova, citata più volte dai circuiti mediatici come quel quartiere un po’ Molenbeek e un po’ Brooklyn. Il documentario non si presenta solo come un’inchiesta giornalistica svolta lungo Via Padova, in cui Rezza e Mastrella – percorrendo la strada sul bus 56 – raccontano la vita del quartiere periferico di Milano attraverso testimonianze di migranti e residenti, ma lascia emergere con queste anche i paradossi della realtà attuale, in cui è sempre più difficile concepire una città multietnica e multiculturale. ➽ Milano Via Padova è un lungometraggio che nasce per eccesso di zelo da un’indagine affidataci dalla Fondazione Gaetano Bertini sulla gente che vive la via. Già l’anno prima la Fondazione Bertini ci aveva incaricato di realizzare un documento sul disagio mentale. Questo film parla invece di razzismo e insofferenza e racconta, attraverso il canto, la convivenza forzata e la cultura di chi è straniero. [..] Lo abbiamo presentato ogni anno sistematicamente a Venezia e ci è stato sempre rifiutato. Anche alla Festa del Cinema di Roma e al Festival di Torino ci hanno rifiutato perché non si capiva secondo loro da che parte stiamo noi perché la nostra posizione è ambigua. Questo film lo stiamo facendo uscire in autodistribuzione per dimostrare che si può distribuire un’opera da soli in modo libero. (Antonio Rezza) ➽ (...) attenzione, Milano, Via Padova non è proprio un documentario e nemmeno un’inchiesta. Il film di Antonio Rezza è più che altro la messa in scena di un paradosso. Il paradosso è quello del razzismo ai giorni nostri (...). E i veri coautori inconsapevoli, nonché i protagonisti di quest’opera cinematografica indipendente sono proprio le persone comuni, quelle che incrociamo ogni giorno per strada. Tutto comincia con una semplice domanda: “Lei ospiterebbe a casa sua un extracomunitario? In un angolo, in cucina o in salotto; tanto non dà fastidio, si mette in un cantuccio e la guarda, si mantiene da solo”. Di qui il non senso prende il sopravvento e comincia il vero divertimento, quello che solo la percezione del paradosso sa dare. Perché la vera sorpresa di questo film sta nel fatto che tutti, ma proprio tutti gli intervistati finiscono col restare imbrigliati in questo registro dell’assurdo. Per nessuno di loro è un problema manifestare il proprio pensiero rispetto all’accoglienza degli stranieri in casa propria di fronte ad una telecamera mentre uno straniero assiste di persona silenziosamente all’intervista. (...) per gli improvvisati protagonisti di questa strana commedia il potersi esprimere conta più del contenuto stesso delle proprie idee. Perché in effetti Milano, via Padova mostra anche che ciò di cui le persone sembrano aver bisogno più di tutto è proprio la possibilità di poter esternare il proprio disagio. La causa di questo disagio in realtà conta assai poco, il razzismo è solo il pretesto, il capro espiatorio di un problema di non facile soluzione. (Vania Amitrano, 2duerighe.com) # # # intero € 6.50 | ridotto (under26-over65) € 5,00 tessera 6 ingressi € 24,00 info@cinemabeltrade.net 02.26820592 | 02.95339774 | 348.2666090 cinema beltrade | via nino oxilia 10 | milano coi mezzi pubblici: M1 pasteur - tram 1 morbegno - M1 notturna Pasteur in auto: dalla stazione centrale o da viale brianza prendere via soperga e proseguire dritto fino a via oxilia in bici: varie possibilità di agganci per lucchetti prima e dopo il film Al Tempio D'oro, da PaellaMi Milano e Bluenami 10% di sconto presentando il biglietto del cinema vuoi prenotare? manda una mail a prenota@cinemabeltrade.net # # # con il contributo di Fondazione Cariplo Europa Cinemas

Dati Aggiornati al: 17-05-2017 15:32:57

WikiEventi.it non è l'organizzatore dell'evento e non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 



Categoria: Musica e Spettacoli

Quando: Lunedì 22-05-2017 alle 12:40
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Cinema Beltrade

Indirizzo: Via Nino Oxilia 10 Milano

Prezzo: --

Link: Sito Web dell'evento