WikiEventi.it utilizza i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Utilizzando il nostro sito web e continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies.
APPROFONDISCI - ACCETTO

...ognuno può fare molto per gli altri...

> Home > Eventi a Milano del 22-02-2018 > Mostre e Cultura > Il mulo

Il mulo

Il mulo

 

 

Siamo nel 1916: Biagio è un mulo possente, abituato a tirare la carretta. Si esprime attraverso poche povere parole tutte legate alla vita da carrettiere. Chi gli sta intorno sente solo ragliare, ma questo Biagio non lo sa. Sullo sfondi c'è la Grande Guerra: l'Italia è in prima linea da un anno, quando Biagio viene venduto alle truppe alpine e caricato su di un treno per essere adibito alle salmerie di montagna, ovvero i reparti alpini per il trasporto di armi e rifornimenti alle trincee. La guerra è al suo apice e durante il viaggio in treno, raccontato attraverso lo sguardo inconsapevole di Biagio, il convoglio viene colpito dall'alto, creando una grande confusione e costringendo i trasportatori a ricaricare il convoglio lasciando indietro le carrozze distrutte. Arrivato alle postazioni militari ancora spaventato, Biagio si trova faccia a “muso” con il giovane ufficiale alpino Federico, detto Chicco, cui spetta l'organizzazione e il comando degli sconci. Chicco sceglie subito per sé Biagio, il miglior mulo tra quelli arrivati con il suo carico, e se ne occupa con affetto, trascorrendo molto tempo nelle stalle, strigliandolo con amore e dedizione, confidandogli le sue paure e i suoi sogni, concedendogli doppia razione di fieno e qualche zuccherino. La montagna a Biagio piace immensamente: è maggio, c'è il sole, genziane e fiori di cotone, certo, ci sono anche persone con una piuma sulla testa, (uomini corvi) che urlano in modo ingiustificato e un certo via vai di gente affrettata e un po' nervosa, ma tutto questo per lui è solo “un po' strano”. Biagio crede che “guerra” sia un paese dove si usa così: tutti urlano e si metton sull'attenti. Attraverso i suoi occhi animali vediamo l'agire degli umani, attraverso i suoi pensieri di mulo osserviamo dal di fuori la guerra di trincea. Durante un gelido inverno in cui la guerra è piuttosto dura, i due amici stanno portando il loro carico nelle postazioni militari più alte, quando si trovano sotto attacco di un cecchino. Chicco scivola nel burrone ma Biagio gli salva la vita, trascinandolo al sicuro. Tutti credono che le briglie fossero legate e che il mulo abbia involontariamente salvato Chicco per non precipitare anche lui nel burrone. In realtà, come spesso succedeva veramente, Biagio ha scelto di salvare la vita al suo padrone e inseparabile amico: le briglie erano sciolte e stringendone un capo tra i denti il mulo ha indietreggiato. Al rientro in scuderia Chicco si accorge che Biagio si è anche ferito un dente e lo cura con amore, tra i due l'affetto diviene sempre più saldo, si raccontano i loro desideri e le loro paure attraverso sguardi, gesti, pensieri e parole. Finalmente si vocifera che la guerra sia finita quando arriva un ultimo comando: Chicco e Biagio, insieme a delle guide, dovranno eseguire una mappatura della valla dell'Oetz. Una missione inutile e suicida, per di più comandata da chi non conosce la montagna e non sa che d'inverno i valichi sono chiusi per molte valide ragioni.

Dati Aggiornati al: 15-02-2018 09:14:01

WikiEventi.it non è l'organizzatore dell'evento e non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

CAUSA CORONAVIRUS TUTTI GLI EVENTI NON SONO GARANTITI.
CONSULTARE SEMPRE SITO WEB DI RIFERIMENTO



Categoria: Mostre e Cultura

Quando: Giovedì 22-02-2018 alle 17:30
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Libreria Cultora Milano

Prezzo: Vario

Link: Sito Web dell'evento