WikiEventi.it utilizza i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Utilizzando il nostro sito web e continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies.
APPROFONDISCI - ACCETTO

Il tempo manca solo a chi non ne sa approfittare. Gaspar M. de Jovellanos

> Home > Eventi a Milano del 03-09-2018 > Mostre e Cultura > Spazi eterni - mostra d'arte palestinese

Spazi eterni - mostra d'arte palestinese

Spazi eterni - mostra d'arte palestinese

 

 

opere di Emad Ahmad Abdulah
https://www.facebook.com/events/257574248208795/

dal 3 al 14 settembre
ore 10.00/18.00

Casa dei Diritti
Via de Amicis, 10, Milano - presso le colonne di S. Lorenzo

INCONTRO CON L'ARTISTA
venerd'ì 7 settembre ore 18.00
presentato dalla pittrice iraquena HADEEL AZEEZ
 
EMAD ABU HASHESH, artista palestinese. Vive in Giordania.
Generazione '69, artista plastico. Lavora su pietra, legno, gesso, acciaio, arredamento, ceramica, vetro, ottone. Il materiale e lo stile si intersecano nella maggior parte delle sue opere in un unico sapore espressivo: l'avventura come fonte per soggiogare il colore e utilizzare i suoi effetti visivi e tattili.
La sua arte è una sintesi della sua sofferenza che la realtà ha portato, individualmente o collettivamente, alla sua nazione, alla sua popolazione e alla vita; è un tentativo di liberarsi dalla gabbia della realtà per espandersi in uno spazio illimitato. La pittura di Emad ha un'energia espressiva simbolica di costruzione high-tech con materiali diversi che porta il fruitore a immergersi in una visione cosmica proveniente dalla profondità del dipinto e che indica lo spazio infinito. È lo sgomento della sofferenza che ha consumato il sé. Opere creative che lasciano in chi le osserva uno stato di riflessione e di pensiero non raggiungibile senza questo momento di contemplazione e che controllano il colore rendendolo uno strumento di riflessione anziché strumento di analisi e di segno.
 
Emad vive a Jabal Alwebdah, Amman, Giordania, Tel: +962799684020; E-mail: emadabuhasheshart@gmail.com
Laureato al Fine Arts Institute di Amman è membro dell'Associazione degli artisti giordani
Artista plastico su: Pietra, Legno, Gesso, Acciaio, Ceramica, Ottone, Vetro;
Disegno e pittura
Mostre:
Orbits of Straying, 2011
Collettive: Future Frontier Workshop - Wall of Europe, San Sperate (Sardegna), 2017; Algeria e India (2008); Symposium of New Artists, Grecia (2007); Dubai e Siria (2007);
Prima personale presso il Centro culturale francese, 2005

HADEEL AZEEZ parla di Emad
Emad Ahmad Abdulah, artista d’origine palestinese, nato ad Al Khalil nel 1969. Nel 1984 si trasferisce ad Amman, dove ottiene la cittadinanza Giordana. Emad, per liberarsi dai vincoli dell’imitazione e dell’arte figurativa, raccoglie ogni materiale insolito per il mondo della pittura classica. Lavora su pietra, legno, gesso, acciaio, materiale di scarto, ceramica, vetro e ottone. Questo approccio lo assegna alla categoria degli artisti astratti. Ma lui vuole spingerci oltre: non è sufficiente essere sensibili alla bellezza delle linee e dei colori, anche se la maggior parte dei critici d’arte di questo ci parlano per spiegare un'opera astratta.  Ci costringe a porci domande apparentemente superflue: Che cos’è l’arte astratta? Dove nasce? Perché è espressione di un artista come Emad Abu Hashesh, nato in un luogo lontano da quello in cui questa forma d'arte ha avuto origine? La risposta ci porta, attraverso la storia dell’arte astratta, agli albori, quando artisti come Van Gogh la considerano una “distrazione”; ai primi approcci degli artisti occidentali del XX secolo, eredi dei loro precursori viaggiatori come Delacroix e Ingrès; e poi agli artisti che hanno conosciuto la luce d’oriente; per arrivare ai giorni nostri, in cui l’arte non è solo considerata mezzo d’espressione, ma diventa strumento di comunicazione per avvicinare culture e popoli lontani.  Le opere in mostra ci faranno conoscere un artista che si è tenuto lontano da ogni esotismo, che attraverso un linguaggio universale ci immergerà nella sua esperienza umana.

HADEEL AZEEZ, pittrice iraqena, presenterà la mostra venerdì 7 settembre alle 18.00.
Artista, interprete e docente di lingua araba, nasce a Baghdad – Iraq nel 1981 da padre iracheno e madre iraniana. Dopo aver frequentato l’Accademia di Belle Arti di Baghdad specializzandosi in pittura, si trasferisce in Italia nel 2003, poco prima dello scoppio della guerra in Iraq. Giunta in Italia, partecipa a varie mostre collettive e personali. Bari, Lecce, Orvieto, Roma, Siracusa, Ancona e Napoli, Castel dell'Ovo, Ambasciata delle Repubblica dell’Iraq, Teatro i Dioscuri al Quirinale, MAAM. A maggio 2018 l’artista presenta la mostra personale, Storia Di Una Liberazione. Le sue creazioni e installazioni sono spesso corredate da un ampio materiale frutto di un'approfondita ricerca sul lessico, sulla storia e sulla letteratura antica e contemporanea della Mezzaluna Fertile. Intensa la sua attività di mediazione volta a promuovere il dialogo interculturale tra il mondo arabo e quello occidentale, attraverso la collaborazione a importanti progetti culturali come quelli messi in campo dall’associazione Salam Baghdad, Artisti Contro la Guerra. Dal 2017 docente di lingua araba al Master di Lingue e Culture Orientali (MiLCO) - Università IULM.
PRINCIPALI PUBBLICAZIONI: Transiti - Università Degli Studi Suor Orsola Benincasa; Sensi - Ambasciata Della Repubblica Dell’Iraq.


Dati Aggiornati al: 02-09-2018 16:56:17

WikiEventi.it non è l'organizzatore dell'evento e non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

CAUSA CORONAVIRUS TUTTI GLI EVENTI NON SONO GARANTITI.
CONSULTARE SEMPRE SITO WEB DI RIFERIMENTO



Categoria: Mostre e Cultura

Quando: Alle 10:00 dal 03-09-2018 al 14-09-2018
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Casa dei Diritti

Indirizzo: via De Amicis, 10 Milano

Prezzo: Gratis

Link: Sito Web dell'evento