WikiEventi.it utilizza i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Utilizzando il nostro sito web e continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies.
APPROFONDISCI - ACCETTO

La grandezza dell'uomo si misura in base a quel che cerca (Martin Heidegger)

> Home > Eventi a Milano del 04-03-2019 > Musica e Spettacoli > FULCI Lives! A cura di Luca Servini

FULCI Lives! A cura di Luca Servini

FULCI Lives! A cura di Luca Servini

 

 

FULCI LIVES! Di Luca Servini Per la terza volta in due anni, siamo orgogliosi di presentare allo Spazio Ligera di Milano un'altra rassegna del Maestro Lucio Fulci, uno dei più eclettici e prolifici autori-artigiani che il cinema italiano abbia avuto, e che tuttora il panorama cinematografico internazionale ci invidia. Nelle scorse personali, abbiamo avuto modo di spaziare tra il giallo, il thrilling e il gotico, rielaborati da Fulci attraverso il suo stile inconfondibile, che ha prodotto autentici capolavori come Non si sevizia un paperino (1972) e Quella villa accanto al cimitero (1981). In questa terza personale, ci soffermiamo sulla sua produzione più estrema, quella dell'horror nelle sue varianti più gore, con tre film realizzati a cavallo tra la fine degli anni Settanta e l'inizio degli Ottanta per la Fulvia Film di Fabrizio De Angelis: Zombi 2 (1979), Paura nella città dei morti viventi (1980) e L'aldilà (1981). Con Zombi 2, che inizialmente era stato concepito per essere un film di Aristide Massaccesi, Fulci realizza quello che lui stesso definiì un film " d'avventura" , dai connotati molto fumettistici, non per niente l'idea arrivava da un numero di Zagor in cui comparivano gli zombi. E infatti, l'ambientazione caraibica, con un'apertura e una chiusura (apocalittica e ad effetto) in terra americana, è quanto di più indovinato si possa chiedere per una storia che scava le proprie radici nelle inquietanti leggende voodoo proprie di quelle zone. Con questo film, dal titolo azzeccatissimo che non piacque ad Argento e Romero, Fulci rinsalda l'equipe tecnica vincente composta dal direttore della fotografia Sergio Salvati, dal montatore Vincenzo Tomassi e dal musicista Fabio Frizzi, che lo seguiranno - seppur con qualche piccola variazione - per quasi tutti i più noti film del genere a seguire. Il 1980 è l'anno in cui l'horror fulciano internazionalizza i suoi standard con Paura nella città dei morti viventi, produzione di un certo livello - sia artistico che tecnico - con cui è finalmente possibile mettersi alla stregua delle più ricche produzioni d'oltreoceano: è anche il primo horror dove il Maestro romano dà libero sfogo ad effetti truculenti, spinti all'eccesso e realizzati impeccabilmente, che danno vita a sequenze destinate a rimanere nella storia del cinema di genere e che in seguito verranno citate a destra e a manca. Anche il cast è notevole, a partire dalla protagonista Katherine McColl fino ad attori del calibro di Janet Agren, Antonella Interlenghi e Carlo De Mejo. Il terzo film è del 1981 ed è ritenuto da molti la summa del cinema horror fulciano: ..e tu vivrai nel terrore! L'aldilà inizialmente potrebbe sembrare quasi come un amalgama di citazioni di film horror di successo del periodo, tra cui Sentinel (1979) e Shining (1980), ma in realtà la struttura della messinscena è qualcosa di più complesso , che a prima vista potrebbe sfuggire agli spettatori più comuni. Merito dello scriipt, opera dello stesso Fulci in collaborazione con Dardano Sacchetti e Giorgio Mariuzzo, che introduce lo spettatore in una vera e propria altra dimensione, a partire dal flashback iniziale virato seppia - una chicca - per finire in un vero inferno, dove nessuno avrà scampo. Ancora Katherine McColl, stavolta in compagnia di David Warbeck, Antoine Saint-John, Cinzia Monreale e Michele Mirabella, e ancora soprattutto una fotografia raffinatissima di Salvati e una colonna musicale di Frizzi da brividi, senza dimenticare il tripudio di effetti splatter che non lasciano scampo al povero pubblico costretto alla visione. ZOMBI 2 (1979) con Tisa Farrow, Ian McCulloch, Olga Karlatos, Auretta Gay col. 91' PAURA NELLA CITTA' DEI MORTI VIVENTI (1980) con Christopher George, Katherine McColl, Janet Agren, Carlo De Mejo col. 93' ...E TU VIVRAI NEL TERRORE! L'ALDILA' (1981) con Katherine McColl, David Warbeck, Cinzia Monreale, Michele Mirabella col. 87' Tutti i film vengono presentati in versione integrale e restaurati in alta definizione. Ingresso riservato ai soli adulti. Ingresso gratuito Le proiezioni avranno luogo presso lo Spazio Ligera in via Padova 133, per informazioni chendifedo@liberoit 335251864 Lunedì 4 marzo ore 21.30 Paura nella città dei morti viventi Lunedì 11 marzo ore 21.30 Zombie 2 Lunedì 18 marzo ore 21.30 L'Aldilà

Dati Aggiornati al: 28-02-2019 18:27:33

WikiEventi.it non è l'organizzatore dell'evento e non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 



Categoria: Musica e Spettacoli

Quando: Alle 21:30 dal 04-03-2019 al 19-03-2019
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Spazio Ligera

Prezzo: Gratis

Link: Sito Web dell'evento