WikiEventi.it utilizza i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Utilizzando il nostro sito web e continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies.
APPROFONDISCI - ACCETTO

Vivere non è concepire ciò che bisogna fare, è farlo. Henri-Frédéric Amiel

CAUSA CORONAVIRUS TUTTI GLI EVENTI NON SONO GARANTITI.
CONSULTARE SEMPRE SITO WEB DI RIFERIMENTO

MILANO OGGI - EVENTI - SOGGIORNI A MILANO - CORSI MILANO - LOCALI - NEWS

TORINO

MILANO

ROMA

FIRENZE

GENOVA

NAPOLI

BOLOGNA

> Home > Eventi a Milano del 27-10-2019 > Mostre e Cultura > Labirinti di Acqua e Tempo-Laboratorio...

Labirinti di Acqua e Tempo-Laboratorio Coreografico-

Labirinti di Acqua e Tempo-Laboratorio Coreografico-

 

 

Labirinti di Acqua e Tempo Percorso mensile di tecnica e coreografia Tribal&Modern Fusion Bellydance Il percorso prevede studio della tecnica e di due coreografie ispirate alle opere sull'acqua e sul Tempo di Emilio Alberti, un'artista Comasco che intreccia pittura e scultura. I primi 8 incontri di 3 ore ciascuno saranno metà sull'acqua e metà sul Tempo e l'ultimo di 2 ore un ripasso per entrambe le coregrafie. Il percorso è finalizzato a una performance nello studio di Emilio Alberti ad Albavilla (CO) a Giugno 2020. Lo studio di Emilio é un luogo magico; un cortile di ingresso con un tetto di glicine e una porta ricoperta di verde che sembra l'ingresso in una favola. Entrando archi in pietra e opere in giro per lo studio, appese sui muri, installazioni, sculture etc... La performance sarà realizzata proprio in funzione del suo studio, itinerante e insolita. Il lavoro sarà focalizzato su ognuna delle singole partecipanti quindi adatto ad ospitare un livello Open ma sicuramente per chi ha delle basi di danza orientale o fusion o tribal bellydance. Le sequenze coreografiche saranno quindi adattate alle caratteristiche e alle doti danzerecce di ogni danzatrice. Per questo motivo é molto importante per me sapere per tempo chi parteciperà, per studiare delle sequenze ad hoc. È un'ottima occasione di studio per imparare a gestire lo spazio e per imparare due coreografie che saranno insolite e originali proprio perché lo spazio di Emilio ne ha l'esigenza. Cambi di tempo, di livello, di spazio ci portano in questo labirinto di acqua e Tempo per danzare in mezzo e insieme a queste fantastiche opere. 1 domenica al mese ore 11/14; 27 ottobre 2019 17 novembre 2019 1 dicembre 2019 19 gennaio 2020 9 febbraio 2020 1 marzo 2020 5 aprile 2020 3 maggio 2020 7 giugno 2020 prove e ripasso entrambe le coreografie h: 15/17 info prezzi al link https://www.lovelightjoy.it/tribal-fusion/ Prenotazione obbligatoria entro il 13/10 a info@lovelightjoy.it Qualcosa su Emilio Alberti: Emilio Alberti è pittore e scultore. Intreccia le stesse tematiche nella pittura e nelle scultura fondendo quasi le due cose tanto a realizzare opere che sono contemporaneamente scultura e pittura. Dipingere per lui è liberare il gesto, è movimento è istinto, è immediatezza. La contaminazione è fondamentale per il suo percorso artistico . Contaminazione significa utilizzo i materiali diversi e fusione fra le arti; molto spesso collabora con poeti e musicisti. (Tratto dal catalogo " vertigini" - Roberta Filippi) Tempo: Il soggetto delle opere di Alberti sono quegli strumenti inventati dall’uomo per misurare il tempo, come la meridiana, o per utilizzarlo nella verifica di condizioni fisiche come il pendolo di Foucault, che con la sua oscillazione misura il movimento terrestre. Il conteggio del tempo attraverso la meridiana o il movimento del pendolo, è appunto un modo per sondarne l’esistenza, per testimoniare visivamente il susseguirsi delle ore e dei giorni. Le opere delle serie “Istanti” e “Tracce e segnali” - dipinti-scultura più simili ai bassorilievi che alle tele - astraggono dalla contingenza questi strumenti di misurazione facendoli diventare simboli stessi del Tempo. Le forme stesse di obelischi o piramidi e il modo particolare in cui viene trattato il colore, fanno pensare a reperti dell’antichità, al passato quindi dell’uomo. La nozione di Tempo implica, del resto, anche quella di memoria e il suo trascorrere il passaggio da uno stato all’altro, da una condizione ad un’altra. In tal senso è come se l’artista nelle sue opere volesse bloccare il tempo, proiettandolo nel passato, definendone al contempo il suo implacabile trascorrere, dimostrato dallo stesso strumento di misurazione. Alcuni dipinti, inoltre, mostrano un altro elemento simbolico, accanto a quello della meridiana, il labirinto, che idealmente unisce alla dimensione temporale quella spaziale, dal momento che esso è prima di tutto un “luogo”, attraverso il quale è possibile penetrare, seguendo un percorso obbligato. Percorrere uno spazio definito è un’altra forma di misurazione del tempo. La figura del labirinto, inoltre, ha assunto progressivamente nelle opere di Alberti un’evoluzione: è diventata un cervello (Istanti IX) o un’impronta (Identità, Ego) rivelando come tale forma simbolica sia in realtà impressa nel corpo umano. Il tempo è dunque una dimensione che incide la sua presenza anche nell’organicità dell’uomo, trasformandolo nella degenerazione delle cellule, ma al contempo permettendone l’esistere. (dal catalogo pubblicato in occasione della mostra " D'ACQUA E TERRA" Galleria Il Cubo, San Fedele Intelvi, 2008. Ed. D'Aran, Cernobbio.) ACQUA L'acqua con il movimento dei suoi vortici e delle sue spirali si presta come superficie che divide due spazi, l'interno e l'esterno. Indica quindi interiorità, i nostri moti emotivi, diversi sicuramente dal mondo esterno, da ciòche ci circonda. L'acqua porta l'osservatore in una dimensione contemplativa dove la staticità della superficie contrasta con il movimento dato dalle gocce che cadono lente e con il loro tuffo infrangono la calma della natura. Ma l'acqua è anche dinamismo, i vortici che a volte sembrano inquietanti spingono lo sguardo a passare da una dimensione all'altra concentrando l'attenzione verso il centro del dipinto, quel tunnel che rappresenta proprio l'accesso alla nostra interiorità. (Tratto dal catalogo " vertigini" - Roberta Filippi)

Dati Aggiornati al: 16-10-2019 15:19:56

WikiEventi.it non è l'organizzatore dell'evento e non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 



Categoria: Mostre e Cultura

Quando: Domenica 27-10-2019 alle 11:00
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Love Light Joy - Danza e Yoga

Indirizzo: Via dei Crollalanza 4/b Milano

Prezzo: Vario

Link: Sito Web dell'evento