WikiEventi.it utilizza i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Utilizzando il nostro sito web e continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies.
APPROFONDISCI - ACCETTO

Il tempo manca solo a chi non ne sa approfittare. Gaspar M. de Jovellanos

> Home > Eventi a Milano del 13-06-2020 > Mostre e Cultura > Gli Stati Generali della Cultura

Gli Stati Generali della Cultura

Gli Stati Generali della Cultura

 

 

Tra le tante categorie che oggi soffrono sulla propria pelle la situazione irreale che viviamo, quella dei teatranti, degli artisti, dei danzatori, dei musicisti, dei doppiatori, dei lavoratori della cultura in generale, risulta particolarmente, crudelmente colpita. Per loro non ci sono “ammortizzatori sociali”, non ci sono fondi di sostentamento, né sindacati che si prendano a cuore la loro sorte. Costretti nottetempo dall’ingordigia e dalla cecità delle istituzioni a trasformarsi in “partite Iva”, i crociati della cultura sono diventati piccoli impavidi guerrieri, costretti a correre dietro i favori del primo direttore artistico, o capo del personale, o assessore alla cultura del comune vattelapesca, pur di racimolare un contratto a volte della durata di due mesi, o dei miseri (pubblici) contributi pagati sempre a caro prezzo. Ridotti alla reclusione, seguono con ansia sempre più crescente le parole di quelli che decidono quali saranno i beni da salvaguardare, sapendo in anticipo che in quel paniere non figurerà il loro destino. In Germania, la ministra della cultura, Monika Grütters, ha annunciato un pacchetto di misure a salvaguardia dei settori culturali e creativi. “Conosciamo le loro necessità, la loro disperazione”, ha detto. Qualche giorno prima la Germania aveva dichiarato la Cultura “Bene di prima necessità”. Anche da noi si sono sentite parole di conforto. Che per ora restano tali. Come i 600 euro (una tantum) dopo aver passato le forche caudine di una feroce burocrazia. Ci piacerebbe sapere cosa ne pensano i “responsabili della cultura” in questa città, in questo paese. Quelli che continuano a prendere lo stipendio interamente, ogni mese, nonostante tutto. E che si spendono in parole di solidarietà verso categorie che hanno sempre sostentato il loro incedere. Prima del diluvio, in tempi non sospetti, avevamo programmato, per questa v° edizione del Festival Internazionale di Poesia di Milano, una serie di incontri su cui parlare di una materia che ci sta davvero a cuore. Gli Stati Generale della Cultura Che ora più che mai realizzeremo - in forma virtuale - insieme a chi vorrà far sentire la propria voce, raccontando le difficoltà della comune battaglia quotidiana. I progetti da realizzare, comunque vada. I linguaggi creativi, da inventare, in un mondo che non tornerà ad essere quello che conoscevamo. Inviteremo anche i rappresentanti delle istituzioni a partecipare. Perché ci piacerebbe sentire dalla loro voce por cosa sono disposti a battersi, a quali privilegi rinunciare. Per farci capire che siamo davvero sulla stessa barca, ora che in molti stanno rischiando di affogare.

Dati Aggiornati al: 08-06-2020 18:42:25

WikiEventi.it non è l'organizzatore dell'evento e non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

CAUSA CORONAVIRUS TUTTI GLI EVENTI NON SONO GARANTITI.
CONSULTARE SEMPRE SITO WEB DI RIFERIMENTO



Categoria: Mostre e Cultura

Quando: Alle 00:00 dal 13-06-2020 al 14-06-2020
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Milano

Indirizzo: indirizzo non specificato Milano

Prezzo: Vario

Link: Sito Web dell'evento