WikiEventi.it utilizza i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Utilizzando il nostro sito web e continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies.
APPROFONDISCI - ACCETTO

...un nuovo modo di condividere gli eventi che conosciamo...

CAUSA CORONAVIRUS TUTTI GLI EVENTI NON SONO GARANTITI.
CONSULTARE SEMPRE SITO WEB DI RIFERIMENTO

MILANO OGGI - EVENTI - SOGGIORNI A MILANO - CORSI MILANO - LOCALI - NEWS

TORINO

MILANO

ROMA

FIRENZE

GENOVA

NAPOLI

BOLOGNA

> Home > Eventi a Milano del 02-07-2020 > Mostre e Cultura > “Giuro di dire la verità, tutta la verità,...

“Giuro di dire la verità, tutta la verità, nient’altro che la verità!” | L’impossibile a dirsi, dal lapsus al web

“Giuro di dire la verità, tutta la verità, nient’altro che la verità!”  | L’impossibile a dirsi, dal lapsus al web

 

 

“E sebbene siamo inclini a pensare che la “vera” identità sia quella connessa alla vita fisica del corpo e le altre identità siano fittizie, la psicologia insegna che invece è spesso nelle identità virtuali che il soggetto ottiene di “incarnare” ciò che sente come autentico, relegando la propria identità ‘reale’ al ruolo di una finzione obbligata, prosciugata dai desideri e dagli istinti, consegnata al rito dei gesti vuoti”
(Stefano Benzoni Prefazione di Adolescenti Digitalmente Modificati, 2018)

Il bambino, per capire chi è, ha bisogno di specchiarsi e di riconoscersi unico dentro allo sguardo di un adulto sintonico. Per la psicologia egli conquista, attraverso il “fare finta di…”, il passaggio alla comprensione della realtà. Scoprire il senso delle cose necessita quindi di passare da un altro che ci restituisca chi siamo e di una finzione in cui esercitare la verità di ciò che facciamo. Eppure l’altro, a sua volta, si trova al lavoro in questo gioco di specchi, di artefazioni e di sguardi, nella ricerca del proprio punto di verità. Negli atti mancati la psicoanalisi riconosce tracce di verità celate; attraverso i conflitti somato-emozionali la Psicologia psicosomatica lavora nel campo dell’autenticità del corpo che travalica mistificazioni e opinioni.

“Che cosa è rimasto del reale?”. L’interpretazione più comune, ancora oggi, è che la vita offline corrisponda alla realtà, mentre quella online sia solo virtuale e quindi, forse, fittizia.

“Chi può dire la verità?” Forse un koan, un lapsus o un’espressione involontaria del corpo, ma anche le caratteristiche fantasmagoriche di un avatar.

Come può inserirsi la psicoanalisi in tale contesto ipermoderno?

I relatori, all’interno della rassegna FilosofArti, dialogheranno per affrontare questi temi complessi e il malessere ad essi connesso.

RELATORI
Riccardo Marco Scognamiglio (Psicoterapeuta, Psicoanalista e Psicosomatologo)
Andrea Zoccarato (Psicologo e Psicosomatologo)

IL TALK VERRÀ TRASMESSO SULLE SEGUENTI PAGINE FACEBOOK:
Istituto di Psicosomatica Integrata – polo varesino
Istituto di Psicosomatica Integrata

Dati Aggiornati al: 22-06-2020 16:34:08

WikiEventi.it non è l'organizzatore dell'evento e non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 



Categoria: Mostre e Cultura

Quando: Giovedì 02-07-2020 alle 21:00
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: evento online

Indirizzo: online evento online

Prezzo: Gratis

Link: Sito Web dell'evento