WikiEventi.it utilizza i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Utilizzando il nostro sito web e continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies.
APPROFONDISCI - ACCETTO

La grandezza dell'uomo si misura in base a quel che cerca (Martin Heidegger)

> Home > Eventi a Milano del 30-10-2020 > Mostre e Cultura > Mostra Tiepolo. Venezia, Milano, l’Europa

Mostra Tiepolo. Venezia, Milano, l’Europa

Mostra Tiepolo. Venezia, Milano, l’Europa

 

 

Le Gallerie d'Italia presentano dal 30 ottobre 2020 al 21 marzo 2021 la mostra " Tiepolo. Venezia, Milano, l’Europa" , a cura di Fernando Mazzocca e Alessandro Morandotti. La prima mostra a Milano su GiamBattista Tiepolo mette in evidenza la stretta relazione tra il grande maestro veneto e le sue committenze milanesi ed un’occasione imperdibile per approfondire l’operato dell’artista a Milano, nei palazzi Casati Dugnani e Clerici, e diaa come da qui sia stato proiettato verso l’Europa, in Germania e in Spagna. INDIRIZZO Gallerie d’Italia Piazza della Scala, 6 CONTATTI Infotel 800-167619 Email info@gallerieditalia.com Website www.gallerieditalia.com TIPOLOGIE BIGLIETTI, GIORNI E ORARI DI APERTURA Tariffe, orari di apertura e chiusura saranno consultabili sul sito www.gallerieditalia.com NOTA BENE Le date indicate nell'evento FB (non ufficiale) sono puramente indicative. Per informazioni su giorni e orari di apertura consulta il sito www.gallerieditalia.com SEZIONI DELLA MOSTRA 1. La prima sezione, Le città di Tiepolo: Venezia, Milano, Madrid, riassume emblematicamente i luoghi della vita e della fortuna di Tiepolo, dando uno sguardo a volo di uccello sul Settecento, epoca della fortuna internazionale degli artisti italiani. Venezia, nella prima metà del Settecento, è forse la città più corteggiata in Europa per i suoi artisti, a partire dall’ambito dei vedutisti: e qui vediamo Canaletto e Bellotto in dialogo con Antonio Joli, artista di cultura romana legato alla tradizione di Gaspar van Wittel. 2. Si prosegue poi attraverso Accademie del nudo a Venezia: la formazione di Tiepolo. L’esercizio sul nudo è un elemento fondamentale nella formazione degli artisti in tutta Europa, specie a partire dalla formalizzazione in Accademia, nel corso del Seicento, di questa pratica disegnativa. Venezia diventa un centro di elaborazione speciale di questo esercizio, animato dalla presenza di molti artisti stranieri con i quali Tiepolo si confrontava, disegnando e dipingendo le sue prime opere autonome. 3. La terza sezione, strettamente legata alla precedente, Gli esordi di Tiepolo tra Pagani, Pellegrini e Piazzetta segue su diversi piani di lettura gli sguardi del giovane Tiepolo ai suoi contemporanei. 4. Il percorso arriva poi a La prima affermazione a Venezia. Storia e mitologia sulle ali della fantasia. Vengono qui accolti, in modo emblematico, gli elementi principali di due cicli eseguiti a Venezia per le famiglie dei Sandi e degli Zenobio. Tiepolo comincia ad elaborare, con la sua fantasia, temi mitologici e storici con una straordinaria capacità di orchestrazione e di libera interpretazione che costituirà la ragione del suo successo in Europa, come grande narratore al servizio della celebrazione dei committenti. 5. La mostra prosegue nella quinta sezione Venezia e Milano, un antefatto: Sebastiano Ricci. Milano ha un rapporto speciale con Venezia e costituisce la prima tappa per l’affermazione internazionale di molti artisti veneziani: lo sarà per Tiepolo e Bellotto, lo è stato qualche tempo prima per Sebastiano Ricci. 6. Il tema centrale della sesta sezione, Tiepolo a Milano: la prima tappa della fortuna internazionale, ruota attorno alla complessa rete di relazioni che permettono a Tiepolo di trovare fortuna a Milano in due momenti importanti della sua carriera. Le scelte dell’artista in molti dei cantieri ad affresco della città permettono di tracciare, nella successione di disegni e bozzetti, il suo modus operandi e la sua capacità di mettere in opera soluzioni sempre più ariose e spettacolari. Fra queste spicca quanto realizza in Palazzo Clerici, quasi un antefatto di quanto il pittore compirà qualche anno dopo a Würzburg e a Madrid. 7. Tra il 1751 e il 1753 Tiepolo si sposta in Germania, a Würzburg, insieme ai figli. La sezione Tiepolo e i figli in Germania si focalizza su come Giandomenico, ormai compagno di strada dell’affermato maestro, cominci ad affiancare il padre e a produrre disegni per le sue composizioni. In questo contesto si segue tra l’altro, attraverso un bozzetto e una ripresa variazione successiva, la fortuna di Tiepolo alla corte di Dresda, allora uno dei centri artistici più aggiornati in Europa, orchestrata da Francesco Algarotti. 8. L’ultima tappa della vita di Giambattista, raccontata in Tiepolo e i figli a Madrid, è segnata dalla collaborazione sempre più stretta con i figli, che lo seguiranno a Madrid, per rimanervi dopo la sua morte. Il confronto con il talento di Giandomenico determina scelte stilistiche nuove, improntate a un’inconsueta tenerezza espressiva, a un sentore di malinconica introspezione, che ha riflessi nelle stesure più morbide, nel disegno più diligente e meno risentito. Questo momento finale della storia di Tiepolo è particolarmente suggestivo ed è tratteggiato con poche opere, dove padre e figli sono messi emblematicamente a confronto sul tema delle Teste di carattere, genere molto apprezzato dal pubblico internazionale.

Dati Aggiornati al: 22-09-2020 14:50:33

WikiEventi.it non è l'organizzatore dell'evento e non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

CAUSA CORONAVIRUS TUTTI GLI EVENTI NON SONO GARANTITI.
CONSULTARE SEMPRE SITO WEB DI RIFERIMENTO



Categoria: Mostre e Cultura

Quando: Venerdì 30-10-2020 alle 11:00
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Gallerie d'Italia

Indirizzo: Piazza della Scala 6 Milano

Prezzo: Vario

Link: Sito Web dell'evento