Tutto il resto non è vita, ma tempo. Il tempo si butta via, la vita si vive. Seneca

> Home > Eventi a Milano del 19-05-2015 > Musica e Spettacoli > E scrisse O come Orlando

E scrisse O come Orlando

E scrisse O come Orlando

 

 

Spettacolo teatrale di animazione su nero
Dal 19 al 31 maggio 2015

Note di regia

Orlando è un personaggio fantastico, androgino, che attraversa il tempo, i secoli dal 600 al 900, senza invecchiare e vive esperienze straordinarie, come uomo prima e donna poi.
Il percorso dello spettacolo è costruito scegliendo alcune scene fondamentali raccontate con il linguaggio del teatro di Figura, lasciando alla parola i momenti di riflessione e di narrazione.
Ma quanti Orlando ci sono in Orlando? Quanti “io” Orlando poteva chiamare accanto a sé? Quante diverse persone albergano dentro di noi?
Nel nostro racconto sono sei i quadri che compongono lo spettacolo: Il Ragazzo che amava la poesia, il Giovane innamorato di Sasha, il Cortigiano, l’Ambasciatore, il Viaggiatore, il Guerriero, La gran Dama che ama la vita e la poesia e può trovare l’estasi della scrittura e concludere il poema, che insieme a Orlando ha attraversato i secoli.

Note di drammaturgia
“La scrittura è un percorso che intercorre tra autore e personaggio, di reciproca perdita, di necessaria separazione, ma anche di ricerca e definitivo ricongiungimento, al di là di ogni differenza, oltre lo spazio e il tempo."
Per quel che riguarda il racconto, l’operazione è stata quella di una lenta e inesorabile condensazione, procedendo a consistenti tagli mano a mano che si rafforzavano le immagini.
C’è qualcuno che scrive, c’è una voce nel buio, c’è qualcuno che sbuca all’improvviso dal nero, piccolo e giovane, fresco, saltellante e gioioso, che torna indietro nel tempo fino a che il passato si fa presente.
E’ Orlando ragazzo, affascinante e sognante.

colonna sonora
Comporre musica per “Orlando” è stata una bella sfida, per l'importanza che la musica assume nel “teatro di figura” in generale.
Orlando è il dramma dell’ambiguità: di genere, di luogo, e di tempo.
Il vero personaggio è uno solo, ed esso/a compie un viaggio stupito alla scoperta di sé e del mondo.
E' una storia di rimandi, specchi e riferimenti continui, attraverso il tempo.
La musica accetta queste sfide, partendo da un unico tema, proposto e nascosto in tutte le scene: è il tema di una canzone in stile rinascimentale che scompare nella prima scena e che attraverserà i secoli e i continenti.
Il liuto diventerà clavicembalo, fortepiano e infine pianoforte, il materiale musicale, grazie all'oboe di Mario Arcari, si piegherà ad antichi stilemi inglesi, turchi, russi o più romanticamente francesi.

note di scenografia

Ho cercato ispirazione nella trama del romanzo di Virginia Woolf leggendolo e rileggendolo.
Le parole scritte dall’autrice diventano filo per formare una nuova trama, un nuovo tessuto, un nuovo materiale su cui lavorare. Con questo materiale sono stati costruiti i costumi scultura, il teatrino delle marionette e le pareti della camera di Orlando a Costantinopoli.
Un materiale entra nell’altro come un Orlando entra ed esce nell’altro, trasformato. La bellezza del romanzo è proprio questo continuo entrare e uscire, uscire ed entrare, trasformandosi ogni volta come fosse vento.

Dati Aggiornati al: 14-05-2015 08:43:28

WikiEventi.it non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

effettua il login con facebook

Categoria: Musica e Spettacoli

Quando: Alle 21:00 dal 19-05-2015 al 31-05-2015
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

nei seguenti giorni : Mar - Mer - Gio - Ven - Sab - Dom

Dove: Teatro Verdi Milano

Prezzo: --

Link: Sito Web dell'evento