...libero + gratuito + utile = WikiEventi...

> Home > Eventi a Milano del 28-10-2015 > Musica e Spettacoli > 10 miniballetti [ Milano ]

10 miniballetti [ Milano ]

10 miniballetti [ Milano ]

 

 

DANAE Festival
Teatro OUT OFF

28 e 29 Ottobre 2015
h: 21:00
" 10 miniballetti"

29 Ottobre 2015
h: 10:00
masterclass per fotografi e danzatori tenuta da Francesca Pennini (coreografa) e Michela Di Savino (fotografa) presso l'Accademia DanceHaus

- -

" 10 miniballetti"
di CollettivO CineticO

regia, coreografia, danza: Francesca Pennini
dramaturgia e disegno luci: Angelo Pedroni, Francesca Pennini
musiche: J.S. Bach, B. Britten, Cher, G. Frescobaldi, G. Ligeti, H. Purcell, F. Romitelli, J. Strauss.
assistenza organizzativa: Carmine Parise
co-produzione: Le Vie dei Festival, CollettivO CineticO
residenza stabile: Teatro Comunale di Ferrara
durata: circa 50 minuti

Un’antologia di danze in bilico tra geometria e turbinio dove l’elemento aereo é paradigma di riflessione sui confini del controllo.Correnti e bufere, ventilatori e droni, uccelli e grand-jeté diventano allegorie sul legame tra coreografia e danza in un’indagine che rimbalza tra la ripetibilità del gesto e l’improvvisazione, tra la scrittura e l’interpretazione.A fare da spartito un quaderno delle scuole elementari di Francesca Pennini con decine di coreografie inventate e mai eseguite. Una macchina del tempo per un’impossibile archeologia che si declina sulla scena in una serie di possibilità strampalate.Il corpo viene messo alla prova prendendo in prestito i principi della termodinamica passando dalla plasticità ginnica alla dinamica più vaporosa ed effimera. Tra contorsioni e sforzi asfittici si innesca uno scambio respiratorio che mescola i volumi tra corpo e spazio, tra scena e pubblico in una geografia mobile, sospesa e decisa, fluttuante e depositata.

- - -
“ Geniale, spiazzante ed esilarante ”
[ Michele Sciancalepore - L’Avvenire ]

“ Un lavoro intriso di ironia e nostalgia che non fa altro che consacrare la coreografa emiliana nell’olimpo della coreografia italiana”
[ Valeria Loprieno - Nucleo Artzine ]

“ Una vera epifania coreutica, ornitologica e cibernetica del movimento, come non si vedeva da parecchio tempo. Rigorosa ed emozionante.”
[ Valentina Sorte - paneacquaculture.net ]

“ Francesca Pennini, talento tonico e tellurico della danza idisciplinata "
[ Rodolfo Di Giammarco - La Repubblica ]

” [...] Tra tutte queste promesse di valore, da seguire particolarmente il folgorante CollettivO CineticO di Francesca Pennini e Angelo Pedroni. Ha presentato la prima traccia del nuovo lavoro, Miniballetto n.1, una dimostrazione della matematica del gesto che si trasforma nella sua trasfigurazione poetica attraverso una danza che sembra portare i calcoli verso i frattali, il caso, l’imponderabile bellezza e complessità dell’umano. Sono brevi quadri: la performer (una stupefacente Francesca Pennini) spiega, mostra, si piega, si inarca, si ingroviglia e poi, su una musica barocca, scatta nel movimento che diventa immagine e immaginazione profonda, rimpianto e desiderio. Poi arriva un ronzio, un drone, che ugualmente si muove secondo traiettorie apparentemente instabili, dirette solo dall’occasione, dalla resistenza o dalla permeabilità dell’aria ferma, e muove un mucchio di piume, avvolgendo la sala in un pulviscolo, in una bianca nube sottile, mentre anche il corpo fluttua, liquido, mitologico. Emozionante.”
[ Massimo Marino - doppiozero.com ]

“ Il corpo umano che si esibisce con la precisione di una macchina – Francesca Pennini mostra doti da contorsionista oltre che da danzatrice carismatica – e lo strumento tecnico che ambisce all’intelligenza umana sollevandosi in aria e danzando su note sinfoniche. Ma non c’è la volontà di nascondere nulla, neanche il manovratore, ché tutto è finzione sembra dire la Pennini; ma non la preparazione, quella che il suo corpo necessita per improvvisare sulla musica barocca è mostrata agli spettatori in tutta la sua efficienza con esercizi preparatori di ginnastica e acrobatica che anticipano la danza. È insomma anche una piccola lezione semiseria questo prezioso spettacolo: la performer/autrice è protagonista in prima persona aprendo a molteplici riflessioni che si accavallano e costantemente si superano lasciando lo spettatore divertito e stupito.”
[ Andrea Pocosgnich - Teatro e Critica ]

“ [...] con grande coerenza Francesca Pennini (con Angelo Pedroni alle luci e alla drammaturgia) riesce a svolgere quel rovello scientifico che tramuta ogni pulsione fisica in un dispositivo performativo. Tutto è finzione. Tutto è funzione. Allora la chiave giusta è forse qui, nella chiarezza dell’intento che non si lascia raffreddare dalla pura spinta sperimentale, ma afferra il pubblico e lo trascina dentro, denudando il movimento e lasciando visibile l’unico osso davvero necessario. Quello che ricopre il cuore.”
[ Sergio Lo Gatto - Teatro e Critica ]

“Un’immagine: un tandem funambolico. Peso musicale e peso corporeo, rigore formale e leggerezza del gesto, accuratezza e fantasia, non perdono mai l’andatura complice, divertente e divertita. In questa performance “oltre i confini”, gioco e mistero sono i capi di una corda sempre più alta che, così, lascia sempre più spazio per immaginare.”
[ Manuela Margagliotta - Paperstreet ]

“ [...] 10 miniballetti è uno spettacolo sulla danza e per la danza, ma destinato a tutti. Perché la grazia del gesto coreografico di Francesca Pennini è universalmente fruibile; perché mantiene l’ironia e il disincanto di uno sguardo legato all’infanzia e porta avanti un dialogo costante e inclusivo con il pubblico, rendendolo partecipe di un suo tributo personale alla danza: un amore per qualcosa più grande di sé, domabile con la tecnica, ma pur sempre fuggevole. Invita ogni persona in platea a cercare il proprio.”
[ Sarah Curati - Paperstreet ]

“ [...] Lascia un segno la parte affidata al volto, alla figura, al corpo di Francesca Pennini: in brevi sequenze si susseguono momenti di tensione e rilassamento preparatori, in cui la ballerina conduce le sue membra a superare i limiti del credibile (da autentica, stupefacente virtuosa del contorsionismo), e aforistiche, ma intense, parentesi danzate, in cui i movimenti del corpo – tra danza ed acrobazia – sono... scritti su musiche soprattutto settecentesche per clavicembalo di grandi come i maestri della tastiera francesi e Johann Sebastian Bach. Anche qui la padronanza del corpo e del gesto, soprattutto nei momenti in cui il movimento è più rapido e vorticoso, serve a mettere in mostra una fisicità ghermente e inconsueta: come lo sguardo, i lineamenti del volto di Francesca, il suo fisico ed il suo aspetto androgini: atleta della scena e insieme ballerina-teatrante di forte, innegabile espressività, oltre che danzatrice di solidissima e impeccabile tecnica (non sono molte nel campo della cosiddetta “nuova danza”)."
[ Francesco Tei - Aurora International Journal ]

- - -

Danae Festival
Teatro Out Off
Via Mac Mahon, 16, 20155 Milano
[MM5 Cenisio, tram 12, 14 – bus 163, 164, 78]

http://www.danaefestival.com
www.collettivocinetico.it
www.facebook.com/collettivocinetico
twitter: CineticO_it
instagram: cinetica
hashtag: #becinetico #sweattour

ph: Futura Tittaferrante

Dati Aggiornati al: 23-10-2015 13:31:33

WikiEventi.it non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

effettua il login con facebook

Categoria: Musica e Spettacoli

Quando: Alle 21:00 dal 28-10-2015 al 29-10-2015
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

nei seguenti giorni : Mer - Gio -

Dove: Teatro OUT OFF

Indirizzo: Via Mac Mahon, 16 Milano

Prezzo: --

Link: Sito Web dell'evento