...WikiEventi...per non annoiarsi mai!...

> Home > Eventi a Milano del 28-01-2016 > Musica e Spettacoli > MEDEA

MEDEA

MEDEA

 

 

Medea
di Christa Wolf
traduzione Anita Raja
drammaturgia Elisabetta Vergani, Maurizio Schmidt
con Elisabetta Vergani
regia Maurizio Schmidt

28 gennaio - 7 febbraio
Teatro Franco Parenti, sala Tre
Via Pier Lombardo, 14, Milano

“Non eravamo tutti vittime, vittime portate a sopportare in silenzio, che trottavano verso il macello? Mi dissi, io sono Medea, la Maga, se è questo che volete. La selvaggia, la straniera.”
Medea. Voci.

La Voce di Lei, Medea, profuga, umida di terra dal ventre lacerato di Argo. Le Voci “su di lei”, di quella Corinto, che respinge e rinnega il femminile, il sapere antico del corpo, l’armonia con la natura. Voci che si intrecciano e si ricompongono nell’animo dello spettatore; una polifonia diacronica nel grembo materno di quel relitto che è andato alla deriva. La nave di una società feroce che riceve ma nega e perseguita la straniera, i migranti, i “barbari”, depositari e portatori di una cultura lontana. Quella nave che li ha condotti dalla terra dell’Est e li ha resi profughi. Argo naufragata è Corinto, siamo noi.

Ripercorrendo i sentieri del mito fino alle fonti più antiche, Christa Wolf rovescia il mito classico, e la cultura patriarcale che esso rappresenta, e rintraccia la figura originale di Medea, piegata alla violenza di una società in transizione che cerca un capro espiatorio, femminile, da destituire di ogni autorevolezza. Svela il potere dello Stato, rappresentato da Eurpide, che la vuole e la “tramanda” sconvolta da una passione selvaggia, disumana e omicida.
Quello di Christa Wolf è uno sguardo che ritrova il femminile arcaico come “possibile vita” e che rivela l’aggressività di una società che respinge l’Altro, distruggendosi essa stessa.

La regia di Maurizio Schmidt mette in scena un adattamento teatrale, scritto dallo stesso Schmidt e da Elisabetta Vergani, che, ricostruendo il racconto di Christa Wolf in ordine temporale, respira nel ventre aperto di Argo, con la quale Giasone si recò in Colchide per conquistare il vello d’oro e con la quale portò Medea a Corinto. Le sue costole di legno sono il “non luogo” dove si scontra il mondo arcaico che univa il maschile e il femminile, in cui le donne erano portatrici di un sapere immenso, con quello civile e raziocinante dei Greci.
Elisabetta Vergani interpreta, con il profondo trasporto con cui lei vive e “diventa” racconto, le cinque voci che compongono il romanzo della più importante scrittrice tedesca del Novecento. “Un’altra Medea”, che ancora si interroga e ci interroga, con una forza e un’urgenza vitale.

musiche Ramberto Ciammarughi
scene e oggetti Marco Muzzolon
disegno luci Paolo Latini
elettricista Jacopo Trinca
assistente alla regia Gabriele Gerets Albanese
organizzazione Davide Pansera
produzione Farneto Teatro

ORARI
martedì ore 20.00; mercoledì ore 19.15; giovedì ore 20.30; venerdì ore 19.15; sabato ore 21.00; domenica ore 16.00; lunedì riposo
BIGLIETTI
Intero 25€ - Under15/over60 14€
prevendita 1,50€
INFO
Tel : 02 59 99 52 06; biglietteria@teatrofrancoparenti.it
http://www.teatrofrancoparenti.it

Dati Aggiornati al: 15-01-2016 11:10:39

WikiEventi.it non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

effettua il login con facebook

Categoria: Musica e Spettacoli

Quando: Alle 21:00 dal 28-01-2016 al 07-02-2016
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

nei seguenti giorni : Mar - Mer - Gio - Ven -

Dove: TEATRO FRANCO PARENTI

Prezzo: 25.00€

Link: Sito Web dell'evento