...condividi gli eventi che conosci!...

> Home > Eventi a Milano del 22-03-2013 > Altro... > LABORATORIO DI FORMAZIONE PER EDUCATORI,...

LABORATORIO DI FORMAZIONE PER EDUCATORI, OPERATORI SOCIALI E ATTORI CHE OPERANO NEL CAMPO SOCIALE

LABORATORIO DI FORMAZIONE PER EDUCATORI, OPERATORI SOCIALI  E ATTORI CHE OPERANO NEL CAMPO SOCIALE

 

 

SPAZI DEL TEATRO
Progetto Teatrale rivolto a cittadini abili e diversamente abili

Partecipanti: Il laboratorio è rivolto a educatori, operatori sociali e attori che operano nel campo sociale, per un massimo di 20 partecipanti.

Come partecipare: Non è prevista la selezione tramite curriculum vitae.
Per la richiesta di partecipazione inviare una mail a info@spazidelteatro.it

Conduttori: Serena Sinigaglia, Regista e Direttore Artistico della Compagnia Teatrale ATIR, nonché supervisore artistico del progetto Spazi del Teatro.

Luogo e durata:
Si terrà presso il Teatro Ringhiera - Piazzale Fabio Chiesa/Via Boifava 17
Venerdì 22 marzo: dalle ore 18.00 alle 23.00
Sabato 23 marzo: dalle ore 16.00 alle 21.00
Domenica 24 marzo: dalle ore 16.00 alle 21.00.
Per un totale di 15 ore.

Piano operativo:
Ciascun incontro sarà articolato in tre parti:
- riscaldamento/ gioco
- improvvisazioni
- composizione scenica di testi.
Al termine di ogni giornata è previsto un tempo di analisi e rielaborazione del lavoro svolto


Cos'è il laboratorio
Il laboratorio e' un momento di formazione per educatori, operatori sociali e attori che operano nel campo sociale È un luogo per conoscere se stessi, fuori da ogni ruolo e contesto " relazionale" subordinato all'utente e alle sue patologie.
Si gioca a fare gli attori, al fine di togliersi le maschere che nel quotidiano dobbiamo indossare per svolgere i ruoli che la vita ci assegna.
Smascherarsi, esporsi, forse magari accidentalmente liberarsi. Inciampare per poi rialzarsi più consapevoli di prima.
È un piccolo viaggio di consapevolezza, per riconoscere le nostre abitudini nella relazione con l'altro da noi. I vizi, i vezzi, le chiusure, le storture, ma anche le continue compressioni che ci auto infliggiamo per essere all'altezza del ruolo che impersoniamo tutti giorni nella nostra vita professionale.
Un attore sul palco e' molto simile ad un educatore.
Egli recita il suo ruolo, deve essere consapevole e presente a se stesso, contemporaneamente, però, deve essere libero, disponibile a quel volo dello spirito e del corpo, che solo può renderlo intenso e credibile.
Il ruolo diventa quella gabbia puramente formale da cui si può, se ci si esercita, contemplare l'infinito e il mistero. Una gabbia necessaria per non perdersi ma puramente funzionale alla creazione di una nuova vita, basata sulla bellezza e sulla trasparenza.
Un attore ci parla da un palco, come un educatore parla al suo assistito.
Però ne' l'attore, ne' l'educatore possono trasformare una responsabilità sociale e culturale in una verità granitica, in una superiorità presunta o reale.
Si tratta di differenze che riguardano la relazione e che sulla relazione si basano.
Siamo uguali e diversi, contemporaneamente.
Nel laboratorio si gioca a cambiare ruolo, a trovare sempre nuove forme e approcci alla relazione con l'altro, si gioca a stupirsi. Perché lo stupore non è altro che la capacità di cambiare punto di vista senza paura di perdersi.
Quest'anno vorrei lavorare su un tema: il sesso o più in generale la sessualità.
Chiedo ai partecipanti di portarmi un monologo a memoria di cinque minuti su questo tema. Può essere un pezzo di un romanzo, di un saggio, di una poesia, di una canzone, di un film. Qualsiasi fonte e' ben accetta, purché declini il tema in oggetto.
Ho scelto di indagare il nostro comportamento sessuale perché in questi lunghi anni di lavoro con i diversamente abili e gli educatori mi sono resa conto di quale centralità, spesso rimossa, abbia questo tema. A pensarci bene, e' un tema centrale per tutti, di cui parliamo poco e male. Una specie di tabù relegato a momenti intimi della nostra vita privata o alla pornografia. Eppure l'impulso sessuale e' alla radice della nostra identità, dei nostri piu' profondi desideri, della nostra bramosia di potere, e' frustrazione e liberazione. E' umano, terribilmente e totalmente umano. Insomma credo che un tema così forte possa scuoterci, sollecitarci a metterci in gioco, a giocare al gioco di cui ho parlato in queste righe.
Buon divertimento a tutti.
Serena Sinigaglia

Cosa di richiede: Il tema del laboratorio sarà il sesso o più in generale la sessualità.
Si chiede ai partecipanti di portare un monologo a memoria di cinque minuti su questo tema. Può essere un pezzo di un romanzo, di un saggio, di una poesia, di una canzone, di un film. Qualsiasi fonte é ben accetta, purché declini il tema in oggetto.
E' consigliato l'uso di abiti comodi


Dati Aggiornati al: Thu 07-03-2013 15:52:31

WikiEventi.it non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

effettua il login con facebook

Categoria: Altro...

Quando: Venerdì 22-03-2013 alle 18:00
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Spazi del teatro / ATIR Teatro Ringhiera

Indirizzo: Piazza Fabio Chiesa / Via Boifava 17 Milan

Prezzo: --

Link: Sito Web dell'evento