Quelli che impiegano male il loro tempo sono i primi a lamentarsi che passi troppo in fretta. Jean de La Bruyère

> Home > Eventi a Milano del 25-02-2016 > Mostre e Cultura > T a U R O M a C H I a ☋

T a U R O M a C H I a ☋

T a U R O M a C H I a ☋

 

 

Tauromachia
Una mostra di Chiara Terraneo
A cura di Pelagica: Laura Lecce e Fabrizio Vatieri
Dal 25.02.2016 al 06.03.2016 Opening 25.02 h.18.30
Via termopili 28, Milano


“Se alla fine il toro deve morire è perché è diventato uomo, e l’uomo è diventato toro. Bisogna ristabilire l’ordine, bisogna che la notte si separi dal giorno. Il rituale della tauromachia presuppone un mondo strutturato secondo categorie opposte e irriducibili, che rinviano le une alle altre, formando un linguaggio (...) sotto i nostri occhi scintilla ancora una volta l’antico splendore della sovranità” G. Bataille


La storia delle civiltà del Mediterraneo inizia con un toro. Secondo il mito greco il dio Zeus assume le sembianze di un toro bianco e rapisce la vergine Europa per portarla a Creta, dove questa fonderà la progenie della civiltà Minoica, la prima importante civiltà occidentale.
Misteriose e antiche di diciassettemila anni sono le figure bovine della sala dei tori nelle grotte paleolitiche di Lascaux, in cui per motivi a noi oscuri, alcuni uomini polverizzando minerali e mescolandoli con l’acqua creavano una tavolozza di colori e con questi disegnavano e riproducevano le sembianze di bovini probabilmente molto importanti nelle loro esistenze.

L’artista Chiara Terraneo invitata da Pelagica a interpretare il tema della Tauromachia, compie un percorso attraverso le forme e le sembianze che il simbolo taurino assume nelle diverse epoche e conoscenze. I disegni si presentano come innesti tra culti e tempi diversi. Scegliendo alcuni elementi ricorrenti come le vergini sacrificali del labirinto del Minotauro, la testa di Api, il dio toro egiziano, Europa abbracciata al toro-zeus, da vita ad una narrazione sulle evoluzioni di questa immagine animale.
Il toro più di tante altre creature animali è immerso in un universo di rimandi simbolici. Quelli di fecondità nella versione dionisiaca-lunare in connessione con il mito della madre terra, ma anche di violenza nelle sue forme metamorfiche come per il mostro- minotauro, e ancora di protezione divina ed eros nella versione zeus- dio api. Il motivo è forse rintracciabile nella profonda antichità del suo rapporto con l’uomo. Un rapporto primordiale e complesso, con un’essenza doppia, d’immensa forza e ferocia ma anche di estrema docilità e lentezza. Il toro conserva in sé un impeto selvaggio dormiente, potenziale, verso cui l’uomo ha provato nel tempo un sentimento di sfida e invidia, espresso nelle tante forme di tauro-machie presenti in molte civiltà mediterranee. Il toro è energia vitale pura indipendentemente dalla sua versione spaventosa o benefica e come tutte le fiere incarna l’animalità per eccellenza è per questo motivo che l’uomo lo sceglie come avversario di gioco, di lotta e pure come simbolo e divinità.

Il toro invita l’uomo ad un discorso sulla propria animalità forse perduta, forse affascinante e liberatoria, forse da reiterare attraverso la sfida con la bestia stessa.

Dati Aggiornati al: 09-02-2016 08:41:17

WikiEventi.it non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

effettua il login con facebook

Categoria: Mostre e Cultura

Quando: Alle 18:30 dal 25-02-2016 al 06-03-2016
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

nei seguenti giorni : Lun - Mar - Mer - Gio - Ven - Sab - Dom

Dove: Pelagica

Indirizzo: via termopili 28 Milano

Prezzo: --

Link: Sito Web dell'evento