Esiste un solo bene, la conoscenza, e un solo male, l'ignoranza. Socrate

> Home > Eventi a Milano del 23-03-2016 > Musica e Spettacoli > MAHAGONNY la città trappola

MAHAGONNY la città trappola

MAHAGONNY la città trappola

 

 

Spettacolo a sostegno delle attività culturali della II Casa di Reclusione di Milano-Bollate promosse da Arte in Tasca

Testi poetici e interpretazione di Leonardo Belardi, Francesco Capizzi, Giacomo De Santis, Elisa Belardo, Domenico Iamundo, Paolo Liotto, Jessica Marsiglia, Monica Rijli, Carmelo Zavattari
Con la partecipazione de I Solisti de La Verdi e Davide Vendramin Bandoneon

Regia e drammaturgia Riccardo Mallus
Elaborazione testi poetici Maddalena Capalbi, Anna Maria Carpi, Paolo Barbieri
Costumi Donatella De Clemente
Assistente allaregia Carolina De Sapia
Coordinamento artistico Monica Fantoni
Documentazione video fotografico Carla Vegetti
Spazio scenico Salvo Manganaro
Tecnici della II Casa di Reclusione di Milano­-Bollate
Luis Huamancha,­ Carlos Bastidas

LO SPETTACOLO

Ascesa e rovina della città di Mahagonny è un’opera teatrale scritta da Bertolt Brecht e musicata da Kurt Weill nel biennio 1927/1929.
L’opera narra della vita di una città, Mahagonny, dalla sua fondazione alla sua distruzione.
TRAMA
La città di Mahagonny sorge nel deserto, ad opera di tre delinquenti in fuga dalla polizia, che non potendo raggiungere l’agognata meta, né fare marcia indietro verso la polizia che li insegue, decidono di fermarsi e di fondare una città-trappola, dove tutti i ricchi e gli squali del mondo andranno a spendere i loro quattrini in donne, gioco e alcool.
Con sempre maggior velocità Mahagonny si riempie di abitanti e di lestofanti, di ricchi e di ladri; si ingrandisce sempre di più e arriva a richiamare migliaia di uomini dalle città limitrofe,
attirati da leggi morbidissime e la promessa di una vita di ozio e di vizi.
All’apice del suo splendore, però, Mahagonny viene scossa dalla notizia che un uragano è in arrivo, e con ogni probabilità raderà al suolo la città lasciando dietro di sé solo macerie.
La città allora, in attesa della propria distruzione, si lascia andare agli eccessi più sfrenati: tra cibo, sesso, gioco d’azzardo e alcool assistiamo a una cinica carrellata dei vizi umani.
Ma il destino di Mahagonny non è quello di essere distrutta: l’uragano devia la propria corsa salvando la città, ma non per tutti è una buona notizia. Jim, uno dei primi avventori, è accusato della colpa più grave: non aver pagato un conto. Così viene allestito un processo farsa, Jim viene condannato a morte, e Mahagonny, ormai preda dell’anarchia, termina la
sua fulgida e terribile vita.
NOTE SUL TESTO
Quest’opera nasce, nelle intenzioni di Brecht, come critica al capitalismo. Poi in seguito, durante la sua composizione, e soprattutto visti gli accadimenti del ’29 - in particolare il crollo della borsa - assume sempre più i connotati di un’opera analitica nei confronti della tematica più ampia dell’egoismo umano, presente in ognuno e regolamentato dal patto sociale e dalle leggi dello stato di diritto.
Oggi è un’opera drammaturgica che mantiene intatto il suo sguardo critico nei confronti di quei comportamenti umani, egoisti e lesivi per la società, che possono portare una collettività alla rovina.
E’ un testo teatrale che permette di affrontare e approfondire il rapporto tra l’uomo, la società, e le leggi che ne regolano il funzionamento.

Dati Aggiornati al: 11-03-2016 10:23:55

WikiEventi.it non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

effettua il login con facebook

Categoria: Musica e Spettacoli

Quando: Mercoledì 23-03-2016 alle 20:30
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Centro d'arte contemporanea Teatro Carcano

Indirizzo: Corso di Porta Romana, 63 Milano

Prezzo: --

Link: Sito Web dell'evento