Chi non ha fatto niente non sa niente. Thomas Carlyle

> Home > Eventi a Milano del 04-09-2016 > Musica e Spettacoli > ● Güeros ● di Alonso Ruizpalacios // torna...

● Güeros ● di Alonso Ruizpalacios // torna in sala!

● Güeros ● di Alonso Ruizpalacios // torna in sala!

 

 

in collaborazione con Bunker Hill da giovedì 23 giugno è in sala GÜEROS Miglior opera prima nella sezione Panorama al Festival internazionale del cinema di Berlino, del regista teatrale messicano Alonso Ruizpalacios, racconto di formazione e road-movie sui generis, che attraversa in lungo e in largo la capitale messicana in una giornata indimenticabile, sulle note del cantautore rock Epigmenio Cruz, idolatrato da pochi affezionati fan e dimenticato in fretta dalla massa.

► domenica 4 settembre ➽ ore 22.00
► lunedì 5 settembre ➽ ore 21.40
continua...

● GÜEROS ●
un film di Alonso Ruizpalacios con Adrián Ladrón, Alfonso Charpener, Camila Lora, Ilse Salas, Laura Almela, Leonardo Ortizgris, Raúl Briones, Sebastián Aguirre, Tenoch Huerta; sceneggiatura: Alonso Ruizpalacios, Gibrán Portela; fotografia: Damián García; montaggio: Ana García, Yibrán Asuad; musica: Tomás Barreiro - Messico 2014, 106 minuti, v.o. spagnolo con sottotitoli in italiano

➽ Miglior opera prima nella sezione Panorama al Festival internazionale del cinema di Berlino, Menzione speciale della giuria, Premio nuovi talenti e Miglior fotografia al Tribeca

➽ Nel 1999 l’adolescente Tomás viene spedito dalla madre per qualche tempo da suo fratello maggiore Fede, che studia a Città del Messico. Fede vive con il suo amico Santos in uno squallido appartamento in un casermone popolare. I due sono impegnati nello sciopero contro lo sciopero che i loro compagni di studio hanno organizzato all’Universidad Nacional Autónoma de México. Tomás ha portato con sé un audiocassetta: la registrazione è parte dell’eredità paterna e contiene la musica del misterioso cantautore Epigmenio Cruz, musicista commercialmente sfortunato, ma geniale, autore di una canzone che, si dice, una volta abbia fatto piangere persino Bob Dylan. Informati da un trafiletto di giornale della convalescenza in ospedale del misterioso cantautore, Tomás, Fede e il coinquilino Santos scelgono di andare a cercarlo.

➽ Ho cercato di raccontare qualcosa che conoscevo. Nel 1999, al tempo della contestazione, ero all’università e tutti i miei amici prendevano una posizione, chi contro, chi a favore. Io mi sentivo in una condizione di non appartenenza, o di pigrizia, e non riuscivo ad agire, diventavo confuso. Non ne venivo fuori. (...) Alla fine la contestazione si è trasformata fondamentalmente in una lotta di classe interna al movimento. Ma ecco, la cosa che a me interessava più di tutte era proprio l’aspetto comunitario della politica. Il fatto che fossero venute a galla tutte le tensioni della società messicana: culturali, razziali e soprattutto economiche. Ciò che mi piace raccontare sono i rapporti all’interno dei gruppi, quello che succede dentro un movimento. Le relazioni, le distanze, i sentimenti. E in quel caso si sono creati dei rapporti estremamente interessanti, perché gli studenti si sono ritrovati a vivere insieme dentro l’università per quasi un anno. Una specie di reality. (...) Ho girato in una mistura di generi. Le parti di commedia, per funzionare, devono essere rigide e ben strutturate, altrimenti spezzi il ritmo e fai affossare tutto. Ma poi altre scene, come le discussioni politiche, mi piaceva che fossero improvvisate sul set. Trovo interessante mischiare i registri, un approccio più strutturato da fiction e uno più documentaristico. (Alonso Ruizpalacios )

➽ Ruizpalacios, che approda alla regia cinematografica dopo una lunga carriera teatrale, dimostra di non avere alcuna volontà di trasportare la propria esperienza sul palco anche sullo schermo, e lo ribadisce fin dal maiuscolo incipit, in cui la libertà creativa e il gusto per la messa in scena che caratterizzano Güeros esplodono con forza deflagrante. (...) Ruizpalacios firma una fiammeggiante elegia in bianco e nero a Città del Messico e ai suoi venti anni. Un inno tenero, vitale, diretto con uno stile maturo e consapevole, che lascia intravvedere un futuro radioso. (Raffaele Meale, Quinlan)

# # #

intero € 6.50 | ridotto (studenti under26-over65) € 5,00
tessera 6 ingressi € 24,00

info@cinemabeltrade.net
02.26820592 | 02.95339774 | 348.2666090

cinema beltrade | via nino oxilia 10 | milano
coi mezzi pubblici: M1 pasteur - tram 1 morbegno - M1 notturna Pasteur
in auto: dalla stazione centrale o da viale brianza prendere via soperga e proseguire dritto fino a via oxilia
in bici: varie possibilità di agganci per lucchetti

prima e dopo il film Al Tempio D'oro, da PaellaMi Milano e Bluenami 10% di sconto presentando il biglietto del cinema

vuoi prenotare? manda una mail a prenota@cinemabeltrade.net

# # #

con il contributo di
Fondazione Cariplo
Europa Cinemas

Dati Aggiornati al: 26-08-2016 15:09:21

WikiEventi.it non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

effettua il login con facebook

Categoria: Musica e Spettacoli

Quando: Alle 22:00 dal 04-09-2016 al 14-09-2016
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

nei seguenti giorni : Mer - Dom

Dove: Cinema Beltrade

Indirizzo: Via Nino Oxilia 10 Milano

Prezzo: --

Link: Sito Web dell'evento