...libero + gratuito + utile = WikiEventi...

> Home > Eventi a Milano del 09-09-2013 > Altro... > GANESHA CHATURTHI - 9 settembre 2013 - ore 21.00

GANESHA CHATURTHI - 9 settembre 2013 - ore 21.00

GANESHA CHATURTHI - 9 settembre 2013 - ore 21.00

 

 

9 settembre ore 21.00 in Suryanagara - Milano si festeggerà
Ganesha Chaturthi, una celebrazione che in India dura dai 4 giorni in su. E' il compleanno del Dio Ganesh. Ogni devoto in India acquista o costruisce una statua del dio, con terra non cotta che viene decorata e venerata per tutto il periodo della festa, e che poi viene sciolta nell'acqua sacra dei fiumi o nell'oceano.

Ganesha è un simbolo di buon auspicio e simboleggia la capacità di superare gli ostacoli, infatti, è venerato a ogni inizio di attività, perché aiuti a superare ogni genere di difficoltà.

Come si svolgerà la serata.

Ore 21.00 Benvenuti
Ore 21.10 Spiegazione del significato di questa qualità della Natura: Ganesha il signore dei Gana e colui che elimina gli ostacoli
Insegnamento di uno Stotram (il canto, la pronuncia, il significato) dedicato a Ganesha e una breve Puja dedicata al signore della conoscenza.
Ore 22.00 cena aggregativa (ognuno porterà cibo vegetariano da condividere con i presenti. Chiedere alla scuola che cosa portare. No carne, No pesce, No uova gallate)
Si termina con una danza meditativa.

GANESHA E LO YOGA

Ganesha, dio dalla testa di elefante, figlio di Shiva e di Parvati, è il simbolo della sillaba sacra Om, ha grandi orecchie, ponderatore e saggio, incute rispetto, è possente, porta nella sua mano destra l'ankusha, l'attrezzo che hanno i conduttori di elefanti, i mahut, (un'accetta la cui lama serve per farsi strada nella foresta, il pungolo per spronare, il ricciolo a lato per guidare l'elefante: si aggancia all'attaccatura delle grandi orecchie e tirando a destra lo fa girare a destra e viceversa). Nella sua mano sinistra c'è il loto, simbolo di percorso e intendimento puro, perché il nostro cammino è bene che sia supportato dal giusto agire, il Dharma. Sotto il loto vi è un legaccio pasha che rappresenta l'autocontrollo e il suggerimento di legare le passioni incontrollate.

Nella mano sinistra (in basso) tiene un piatto con dei dolcetti, mentre la sua mano destra (in basso) mostra un gesto, la mudra abhaya=non-paura. Stretta nella proboscide l'ampolla che contiene l'amrita, il nettare degli dei. Ha per veicolo il topo Akhu, che simboleggia l'astuzia e la velocità, che sono un buon supporto alla saggezza. In altri casi il topo viene visto come l'Ego che si insinua dappertutto inosservato.

L'immagine di Ganesha, descrive il percorso di chi segue la via dello YOGA.

Il percorso dello Yoga si deve intraprendere con Purezza (Loto) e autocontrollo (il legaccio, Pasha), deve superare ogni ostacolo facendosi largo (ankusha), nell'intricata foresta della vita conducendo con saggezza e decisione sulla giusta via con coraggio, senza paura (Abhaya), e in questo modo si può raggiungere i primi risultati, gli ottenimenti di una buona pratica, o sadhana yogico (i dolcetti) che rappresentano i poteri (siddhi), fini ad arrivare alla completa realizzazione dove si può bere l 'Amrita (nell'ampolla che Ganesha tiene nella proboscide).

Ganesha è proprio il simbolo del percorso yogico. In lui infatti sono rappresentate le tre qualità dell'atteggiamento di un sadhaka (praticante)

Sravana = ascoltare (grandi orecchie) perché se non si ascolta non si può imparare, Manana = pensare (la saggezza dell'elefante) meditare su quello che si ha ascoltato, Nidhidyasa = realizzare (la potenza, forza e determinazione) e se quello che si ha ascoltato lo si è ritenuto valido, mettere tutte la propria forza per realizzarlo.



Ganesha viene spesso rappresentato con una sola zanna. Si racconta che mentre scriveva il Mahabharata, sotto

dettatura del saggio Vyasa, gli si ruppe lo stilo e lui per non interrompere la scrittura, si spezza una zanna e la usa per continuare a scrivere, privilegiando la conoscenza alla bellezza.

In un altro racconto, il musico messaggero degli dei, Narada, sale sul monte Kailash, dimora di Shiva e Shakti, e mette in palio un mango d'oro per consegnarlo a chi per primo farà il giro degli Universi. In gara ci sono Ganesha e suo fratello, Skanda, ma mentre Skanda, notoriamente impulsivo e determinato, parte deciso in groppa al pavone, suo veicolo, per fare il giro degli universi, Ganesha resta fermo, a mangiare i dolcetti di riso che tanto gli piacciono. Quando il musico degli dei gli chiede se non fosse interessato alla gara, allora Ganesha posa i dolcetti e fa lentamente tre giri attorno ai suoi genitori, Shiva e Parvati, dicendo che i suoi genitori erano per lui l'universo. Ganesha vince la gara. Skanda, al ritorno, si inquieta, si toglie le vesti regali e indossando abiti da penitenza va a meditare sulla montagna. Shakti, la madre, in seguito andrà a richiamarlo per farlo rappacificare con il fratello.


Dati Aggiornati al: 05-09-2013 18:19:10

WikiEventi.it non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

effettua il login con facebook

Categoria: Altro...

Quando: Lunedì 09-09-2013 alle 21:00
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: Emy Blesio - Suryanagara - Milano

Indirizzo: via Teramo 5 Milan

Prezzo: --

Link: Sito Web dell'evento