Niente ha bisogno d'esser modificato quanto le abitudini degli altri. Mark Twain

> Home > Eventi a Milano del 17-10-2013 > Musica e Spettacoli > FOLCO ORSELLI

FOLCO ORSELLI

FOLCO ORSELLI

 

 

È possibile ricreare su disco la commozione trasportata che ci coglie quando, seduti in un cinema, veniamo coinvolti dalla trama e dai personaggi? La risposta a questa " mission impossible" ce la dà Folco Orselli con il suo ultimo lavoro " Generi di conforto" liberamente ispirato al grande cinema di Sergio Leone, Charlie Chaplin, Alfred Hitchcock e alla tradizione delle grandi colonne sonore con uso dell'orchestra d'archi, per la prima volta impiegata dal cantautore milanese per questo suo nuovo CD, il 4° della sua ultra-decennale carriera musicale che lo ha visto trionfare nell'edizione 2008 di MUSICULTURA (già Premio Recanati) con la triplice assegnazione del Premio della Critica, del Pubblico e per il Miglior Testo.
" Generi di conforto" ha una storia originale. È nato in un Trullo vicino a Martina Franca dove Folco si è rifugiato insieme a Vincenzo Messina arrangiatore e co-produttore artistico (assieme a Folco stesso del disco) per realizzare un album in totale libertà creativa, realizzando dieci canzoni accomunate da un arrangiamento del disco visionario ed entusiasmante, dove è stato dato libero sfogo alla pittura sonora che solo un'orchestra d'archi può donare. Un omaggio a un certo tipo di musica elegante e raffinata, vedi ad esempio l'avvolgente " In equilibrio (cadendo nel blues)" o l'intimistica " Macaria" splendidamente introdotta da un pianoforte liquido che fa da contrappunto alla calda voce di Folco, il tutto sorretto da un magnifico tappeto d'archi o ancora l'istantanea " La Ballata di Piazzale Maciachini" che ti racconta di come puoi trovare la bellezza e la poesia anche in un angolo di periferia.
A questo punto, si lascia volentieri all'ascoltatore il gioco dei rimandi cinematografici dietro ciascuna canzone, svelando però, con le stesse parole di Folco, la ragione del titolo: " Le dieci tracce che compongono 'Generi di conforto' hanno a mio parere le stesse caratteristiche del cioccolato, delle sigarette, di un cordiale sorseggiato quando fa freddo, di una coperta sotto cui
1
addormentarsi, di un fuoco, di un abbraccio. Di conforto appunto. E poi vuoi mettere, ora ho una risposta alla solita domanda: 'Ma che genere fai?' - 'Di conforto!'
L'album è stato autoprodotto da Folco Orselli per la sua neonata etichetta " Muso Records" a proposito della quale l'artista dichiara: " Io mi chiamo Folco, viene da folk, popolo, sono un uomo del popolo e questo disco mi piace che sia una storia tra me e la gente. Per questo motivo ho deciso di farlo uscire per la mia nuova etichetta Muso Records, per avere un dialogo diretto, meno intermediari, più verità" .
Il disco si avvale della partecipazione dell'Orchestra Cantelli e di una band di eccellenti musicisti, Stefano Bagnoli alla batteria, Marco Ricci al contrabbasso, Vincenzo Messina alle tastiere, Giorgio Secco alle chitarre, Pepe Ragonese e Daniele Moretto alle trombe, Luciano Macchia al trombone, Valentino Finoli al sax.

Dati Aggiornati al: 24-09-2013 14:02:40

WikiEventi.it non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

effettua il login con facebook

Categoria: Musica e Spettacoli

Quando: Giovedì 17-10-2013 alle 21:30
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: La salumeria della musica

Prezzo: 10.00 €

Link: Sito Web dell'evento